Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa c’è da sapere sull’intossicazione solare?

L’avvelenamento da luce solare è una reazione cutanea che si verifica dopo l’esposizione alla luce solare. Comprendere l’avvelenamento da luce solare è importante per sapere come prevenirlo e come trattarlo.

L’avvelenamento da luce solare è simile alla scottatura solare, il che rende difficile l’identificazione corretta in alcuni casi.

A volte indicato come fotodermatite, avvelenamento da sole è una condizione relativamente sconosciuta e rara. Tuttavia, può avere complicazioni gravi ea lungo termine se non trattata correttamente.

Questo articolo esplora le cause e i sintomi dell’avvelenamento solare e come trattarlo e prevenirlo.

Sintomi

Esistono numerosi sintomi associati all’avvelenamento solare. Il sintomo più comune ed evidente è una reazione sulla pelle.

Può sembrare simile a una reazione allergica ed è caratterizzato dai seguenti sintomi:

donna che osserva in specchio a rash faccia

  • Prurito, urti o vesciche: la pelle può diventare pruriginosa e possono comparire urti o vesciche nell’area interessata.
  • Dolore e gonfiore: l’area interessata della pelle può essere dolorosa e può avere l’aspetto di lesioni eczemi. Anche la pelle può essere rossa o gonfia.
  • Oscuramento della pelle: in alcuni casi, la pelle interessata potrebbe diventare più scura. Questo è noto come iperpigmentazione.

Un altro gruppo di sintomi include:

  • febbre
  • nausea
  • mal di testa

Questi sintomi possono essere confusi con l’influenza o condizioni virali simili.

L’avvelenamento da luce solare può essere collegato a un aumentato rischio di cancro della pelle.

Acuta vs. cronica

Ci sono variazioni acute e croniche di avvelenamento da sole. L’avvelenamento acuto dal sole è quando i sintomi sono relativamente lievi e temporanei e passano con il trattamento.

L’avvelenamento cronico del sole è caratterizzato da sintomi gravi che sono in corso. Può essere difficile prevenire e trattare alcuni casi di avvelenamento cronico da sole, rendendo indispensabile un consiglio medico.

Avvelenamento solare contro scottature solari

Avvelenamento da sole e scottature solari sono condizioni molto simili. È possibile confondere la condizione più grave e duratura di avvelenamento da sole per scottature.

scottatura

La solarizzazione può verificarsi quando la pelle è esposta alla luce solare diretta per un lungo periodo.

I sintomi della scottatura comprendono il rossore della pelle, che può essere caldo al tatto. La pelle può anche essere pruriginosa e iniziare a sbucciarsi dopo un po ‘di tempo.

Le scottature solitamente svaniscono dopo un po ‘. In casi estremi, la solarizzazione può essere accompagnata da febbre e nausea. La bruciatura può colpire chiunque sia esposto alla luce solare per troppo tempo.

Avvelenamento da sole

La principale differenza tra avvelenamento da sole e scottature solari è che il primo è un tipo di reazione allergica. Si verifica quando la pelle è stata esposta a luce UV forte per troppo tempo.

Mentre i sintomi della scottatura solare sono di solito presenti nei casi di avvelenamento da sole, di solito sono più gravi e durano più a lungo.

Possono essere presenti anche altri sintomi, tra cui:

  • orticaria
  • eruzioni cutanee
  • vesciche

L’avvelenamento da luce solare non influisce su tutti. Alcune persone avranno maggiori probabilità di sviluppare avvelenamento da sole rispetto ad altre.

Si consiglia la diagnosi da un medico se i sintomi della solarizzazione sono gravi o di lunga durata. Può essere che la condizione sia in realtà avvelenamento da sole, che richiede un trattamento diverso.

Le cause

paesaggista che lavora fuori

Ci sono molte possibili cause di avvelenamento da sole, sebbene in alcuni casi non vi siano cause note.

In alcuni casi, una condizione preesistente può essere ciò che inizia. Ad esempio, l’eczema e il lupus possono rendere la pelle più sensibile alla luce, aumentando il rischio di avvelenamento da sole.

Allo stesso modo, alcuni farmaci possono aumentare la sensibilità della pelle alla luce, così come il contatto con determinate sostanze chimiche.

Inoltre, una predisposizione genetica o carenza alimentare può aumentare la possibilità di sviluppare avvelenamento da sole.

Gruppi ad alto rischio di avvelenamento da sole includono quelli con pelle chiara, capelli chiari e occhi blu o verdi. Questo è indipendentemente dalla razza o dall’etnia.

Anche le persone che trascorrono lunghi periodi alla luce diretta del sole hanno un rischio maggiore. Nei casi in cui l’occupazione richiede lavoro all’aperto, questo può essere considerato un rischio professionale. I datori di lavoro dovrebbero riconoscere tali rischi al fine di impedire ai dipendenti di sviluppare avvelenamento da sole sul posto di lavoro.

Trattamento

Trattare l’avvelenamento da sole implica concentrarsi sui sintomi specifici. Ottenere consigli medici è sempre raccomandato quando si tratta di avvelenare il sole.

condimento

Applicare una medicazione pulita e umida alle vesciche eruttate o alle ferite aperte può aiutarle a guarire. Questo riduce anche il rischio di infezione.

Terapia della luce

In alcune situazioni, potrebbe essere necessaria la terapia della luce. Talvolta nota come fototerapia, ciò comporta l’esposizione della pelle a determinate lunghezze d’onda della luce.

Questa luce controllata può aiutare a rallentare la crescita delle cellule della pelle danneggiate. La terapia della luce può aiutare ad alleviare il dolore e gestire i sintomi.

Terapia farmacologica

In alcuni casi, potrebbe essere necessario un trattamento che includa farmaci. Questo è raro e di solito è consigliato solo a coloro che sono altamente sensibili alla luce.

Le terapie farmacologiche per l’avvelenamento solare possono essere raccomandate se la terapia della luce non è un’opzione. Sono disponibili trattamenti farmacologici sia a breve che a lungo termine.

Cambiamenti nella dieta

L’avvelenamento da luce solare può essere trattato con cambiamenti dietetici.

I benefici della terapia nutrizionale per l’avvelenamento da sole non sono ben studiati. Tuttavia, è noto che una dieta con tutte le vitamine e i minerali essenziali può aiutare a ridurre il rischio di fotosensibilità.

Prevenzione dell’avvelenamento da sole

ragazza sulla spiaggia con la crema solare sul naso

I modi di prevenire l’avvelenamento del sole sono simili a quelli per prevenire le scottature solari:

  • Ridurre l’esposizione: si raccomanda di evitare un’esposizione prolungata a luce solare intensa. Questo potrebbe includere, coprire la pelle esposta con indumenti, indossare un cappello, o stare all’ombra dove possibile.
  • Usa lozione solare: si consiglia di applicare la lozione solare sulla pelle esposta.Una crema solare ad alto fattore offrirà una maggiore protezione per la pelle e sarà più efficace nel ridurre il rischio di avvelenamento da sole.
  • Essere consapevoli degli effetti collaterali dei farmaci: alcuni tipi di farmaci possono aumentare la sensibilità alla luce solare. È importante sapere se eventuali farmaci aumentano il rischio di avvelenamento da sole.
  • Evitare lettini abbronzanti: l’uso di lettini abbronzanti non è raccomandato e la maggior parte degli esperti medici consiglierà di evitarli.

Quando vedere un dottore

Nella maggior parte dei casi di avvelenamento da sole, la condizione passerà con il tempo e la cura di sé. Tuttavia, in alcuni casi, si consiglia di consultare un medico.

Se l’area interessata della pelle è grande o copre diverse parti del corpo, si raccomanda di richiedere un consiglio medico.

Anche quando l’avvelenamento da sole è lieve, la ricerca dell’opinione del medico può garantire che sia trattata correttamente. Questo può prevenire complicazioni e alleviare i sintomi più velocemente.

Like this post? Please share to your friends: