Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa c’è da sapere sulla BPCO allo stadio terminale?

La broncopneumopatia cronica ostruttiva è una condizione che colpisce i polmoni di una persona e la sua capacità di respirare bene. La causa più comune è il fumo.

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia progressiva. Le fasi sono classificate in base al funzionamento dei polmoni di una persona. Il livello più grave della malattia è la BPCO allo stadio terminale. In questa fase, è probabile che la persona soffra di una grave compromissione dell’attività e del funzionamento quotidiano.

Secondo il National Heart, Lung e Blood Institute, la BPCO è la terza causa di morte più comune negli Stati Uniti.

I farmaci e i cambiamenti dello stile di vita sono disponibili per ridurre i sintomi, ma in definitiva non possono impedire alla BPCO di progredire. Attualmente non esiste una cura.

Cos’è la BPCO?

polmoni

La BPCO è una malattia dei polmoni. I polmoni assomigliano a due tronchi d’albero perché ci sono molti rami che portano fuori da loro. Questi rami si dividono in rami più piccoli o “ramoscelli” che hanno sacche d’aria – le “foglie” dell’albero – alle loro estremità.

Queste sacche sono dove si svolge lo scambio tra aria e anidride carbonica. Il biossido di carbonio è un prodotto di scarto che le persone rilasciano quando espirano.

Sacche d’aria sane sono elastiche e facili da spostare. Funzionano in modo simile a far esplodere un palloncino e far uscire l’aria da esso.

La BPCO può influire sullo scambio d’aria nei seguenti modi:

  • Le sacche d’aria perdono la loro elasticità, che influisce sulla loro capacità di aprire e chiudere.
  • I rami dei polmoni diventano ispessiti, sfregiati e infiammati.
  • Le vie aeree secernono più muco. Le sacche d’aria hanno difficoltà di apertura e chiusura, il che rende più difficile la respirazione.

La BPCO comporta una serie di condizioni che possono influenzare la respirazione di una persona. Le due condizioni più comuni sono l’enfisema e la bronchite cronica.

L’enfisema è una condizione che causa danni alle sacche d’aria. Possono diventare meno elastici, o sacche d’aria più piccole possono essere distrutti. Le sacche d’aria più grandi che rimangono potrebbero non funzionare altrettanto bene.

La bronchite cronica causa l’accumulo di muco in eccesso e le vie respiratorie di una persona diventano più spesse del normale.

fasi

I medici classificano la BPCO in quattro fasi. La fase IV, o BPCO allo stadio terminale, è la più grave.

La spirometria è un test che può misurare la funzione polmonare di una persona. Una persona soffia in un dispositivo palmare che registra quanta aria possono soffiare dentro e fuori.

Una persona con BPCO non può di solito assorbire o espellere tanta aria quanto una persona con polmoni sani.

Queste misurazioni possono aiutare un medico a determinare la gravità della BPCO della persona.

Queste misurazioni includono:

Un test di spirometria

  • FEV1: questa misura indica il volume espirato forzato in un secondo. Il test misura quanto velocemente una persona può svuotare tutta l’aria che è nei loro polmoni.
  • FVC: questa misurazione indica la capacità vitale forzata. Questa è la quantità massima di aria che una persona può espirare quando cerca di far saltare tutta l’aria che può.
  • FEV1 / FVC: questo è un confronto tra le due misurazioni. Permette ai medici di sapere quanto sia grave la BPCO di una persona. Un adulto tipico avrà un rapporto tra il 70 e l’80 percento. Un rapporto inferiore al 70 percento normalmente indica la BPCO.

Le classificazioni comuni per la BPCO includono:

Fase I: COPD lieve L’individuo ha un rapporto inferiore al 70%. Possono anche avere una tosse cronica e tossire il muco in eccesso. Tuttavia, potrebbero non notare che i loro polmoni non funzionano normalmente.

Fase II: BPCO moderato Il rapporto è inferiore al 70% e il FEV1 è compreso tra il 50 e l’80%. Una persona con BPCO moderata diventa spesso a corto di fiato durante l’attività. I sintomi possono iniziare a interferire con la vita quotidiana e la persona di solito vede un medico circa la propria respirazione.

Fase III: BPCO grave Il rapporto è inferiore al 70% e il FEV1 è compreso tra il 30 e il 50%. I sintomi della COPD moderata sono peggiorati e potrebbe essere più difficile respirare e esercitare. Esistono gravi limitazioni al flusso aereo e una persona è più probabile che soffra di mancanza di respiro.

Stadio IV: BPCO molto grave o allo stadio terminale Il rapporto è inferiore al 70% e il FEV1 è inferiore al 30%. A volte, una persona può avere un FEV1 inferiore al 50%, oltre a insufficienza respiratoria cronica. I sintomi particolarmente cattivi possono essere pericolosi per la vita.

I sintomi della BPCO allo stadio terminale

È probabile che una persona con BPCO allo stadio terminale abbia sintomi gravi.

Esempi inclusi:

  • Tosse cronica
  • Difficoltà a terminare un pasto a causa della mancanza di respiro
  • Improvvisi, esacerbazioni acute o peggioramento della condizione
  • Frequente produzione di flemma
  • Bassi livelli di ossigeno nel sangue se la persona non sta utilizzando ossigeno supplementare
  • Necessità di ossigeno su base regolare
  • Mancanza di respiro, anche con un’attività molto moderata, come camminare alla casella di posta

Gli obiettivi per il trattamento della BPCO dovrebbero essere l’assunzione di comportamenti che riducano le possibilità che la malattia progredisca fino alla BPCO allo stadio terminale.

complicazioni

La BPCO è una condizione cronica e progressiva. I trattamenti per la BPCO non possono impedire la progressione della malattia, ma possono alleviare i sintomi e rendere più facile la convivenza.

Le complicanze includono l’ipossia a riposo – questo si verifica quando la saturazione di ossigeno è troppo bassa per respirare efficacemente. Altri problemi includono vulnerabilità alle infezioni, esacerbazioni acute, confusione e morte.

Vivere con BPCO allo stadio terminale

persona che fuma una sigaretta

Una persona con BPCO allo stadio terminale deve prendere precauzioni per prevenire il peggioramento dei sintomi. Ogni esacerbazione può danneggiare ulteriormente i polmoni, il che rallenterà il recupero.

I modi per ridurre il rischio di esacerbazione includono:

  • Evitare l’esposizione al fumo passivo non essendo vicino a persone che fumano, non permettendo ad altri di fumare in casa o non indossando vestiti che odorano di fumo.
  • Smettere di fumare, se questo non è già stato fatto.
  • Controllare la qualità dell’aria all’aperto tutti i giorni ed evitare quei giorni che sono eccessivamente smossi o colpiti dal polline. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le cause più comuni di riacutizzazioni della BPCO sono le infezioni e la respirazione nell’aria inquinata.
  • Avere un vaccino contro la polmonite e un vaccino antinfluenzale annuale.
  • Cercare un trattamento immediato se ci sono segni e sintomi di un’infezione, come febbre e espettorato con tocchi gialli o verdi.
  • Prendendo i farmaci prescritti, come i broncodilatatori per mantenere le vie aeree più aperte possibili, i corticosteroidi per ridurre l’infiammazione e l’ossigenoterapia.

Alcune persone con BPCO possono avere un trapianto di polmone. Secondo la Cleveland Clinic, il tasso di sopravvivenza a 5 anni dopo un trapianto di polmone singolo per BPCO è del 43,2%. Una persona deve soddisfare determinati criteri e deve esserci un donatore compatibile.

prospettiva

Poiché non esiste una cura per la BPCO, la BPCO allo stadio terminale può indicare una prognosi sfavorevole in termini di durata della vita.

Altre condizioni di salute possono peggiorare la prognosi. Gli esempi includono malattie cardiache, insufficienza cardiaca congestizia e malattie muscoloscheletriche.

Senza respirare, una persona non può sopravvivere. Un respiratore può aiutare a respirare, ma non può riparare i polmoni danneggiati che non possono più assorbire abbastanza ossigeno per sostenere la vita.

Una grave infezione, come la polmonite, può lasciare i polmoni incapaci di guarire. L’individuo può anche sperimentare livelli molto alti di anidride carbonica nel loro corpo. Ciò può causare a una persona di sperimentare confusione e delirio, e può far diventare il sangue acido, il che può essere estremamente pericoloso.

Un medico può dare a un paziente con BPCO in stadio terminale un’idea della loro aspettativa di vita, in quanto un numero di fattori influenzerà questo.

Like this post? Please share to your friends: