Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa c’è da sapere sulla rhodiola rosea?

La Rhodiola rosea è un’erba fiorita che cresce nelle regioni fredde e ad alta quota dell’Europa e dell’Asia. Altri nomi includono la radice artica, la radice d’oro, la corona del re e la radice di rosa.

La Rhodiola rosea è stata usata nella medicina tradizionale per molti anni, in particolare in Russia, Scandinavia e in altre zone fredde e montuose. Alcune persone credono che l’erba possa trattare ansia, depressione, affaticamento, anemia e mal di testa.

Numerosi studi sono stati condotti sulla pianta. Mentre alcuni risultati sembrano promettenti, molti degli studi sono stati piccoli, di parte o imperfetti. Come tali, gli esperti dicono che occorre fare più ricerca per determinare come la Rhodiola rosea sia efficace e se debba essere inclusa nei piani di trattamento.

Nel frattempo, Rhodiola rosea ha un basso rischio di effetti collaterali e sembra offrire alcuni benefici per molte di queste condizioni. Pertanto, potrebbe essere un’opzione naturale che vale la pena provare per i suoi presunti usi.

Benefici e prove

Le prove per le indicazioni sulla salute della Rhodiola rosea variano. I seguenti sono alcuni dei suoi usi popolari e ciò che la ricerca dice di ciascuno. I benefici per la salute di questa radice di erbe sono probabilmente legati alle proprietà anti-infiammatorie che può avere.

Stress

Erba di fioritura di Rhodiola rosea su una scheda

Una delle affermazioni più note sulla Rhodiola rosea è il suo potere come sostanza che aiuta l’organismo ad adattarsi allo stress, altrimenti noto come adattogeno.

Le sue abilità e qualità specifiche, tuttavia, non sono ancora state scientificamente dimostrate con studi sufficientemente ben progettati.

Un rapporto pubblicato ha scoperto che la Rhodiola rosea sembra promettente come un adattogeno. Sulla base delle prove di diversi piccoli studi, l’autore afferma che gli estratti della pianta forniscono benefici per la salute mentale e la funzione cardiaca.

Un altro articolo del 2005 descrive la Rhodiola rosea come “un versatile adattogeno”, affermando che l’erba può aumentare la resistenza allo stress. In particolare, gli autori affermano che è promettente come un possibile trattamento per ridurre i livelli di ormone dello stress e problemi cardiaci indotti dallo stress.

Prestazioni fisiche e mentali

Alcune persone prendono la Rhodiola rosea per migliorare le prestazioni fisiche prima dell’esercizio o come un modo per migliorare la concentrazione e il pensiero. Ci sono anche affermazioni che aiuta a ridurre l’affaticamento fisico e mentale.

Un certo numero di studi tocca queste affermazioni. Includono quanto segue:

  • Una recensione che afferma che la Rhodiola rosea potrebbe essere promessa come un aiuto per migliorare le prestazioni fisiche e mentali. Gli autori concludono che sono necessarie ulteriori ricerche sulla pianta per esaminare ulteriormente e dimostrare i suoi effetti.
  • Uno studio nel 2009 ha scoperto che le donne che assumevano una dose elevata di Rhodiola rosea erano in grado di correre più velocemente di quelle che avevano ricevuto un placebo. Lo studio ha esaminato 15 donne in età universitaria.
  • Un altro studio suggerisce che l’assunzione di un estratto standardizzato di Rhodiola rosea può migliorare la concentrazione e ridurre l’affaticamento. La ricerca ha esaminato 60 uomini e donne, che hanno preso un estratto chiamato SHR-5. Il dosaggio somministrato per questi effetti era di 576 milligrammi (mg) al giorno.

Nonostante questi risultati, una grande revisione del 2012 pubblicata in 206 studi su Rhodiola rosea e fatica, ma ha trovato solo 11 erano adatti per includere.

Cinque di questi studi hanno determinato che la Rhodiola rosea aiutava con sintomi di stanchezza fisica e mentale. Tuttavia, i revisori affermano che tutti gli studi presentavano un alto rischio di bias o avevano segnalato difetti con un pregiudizio sconosciuto.

I revisori concludono che la ricerca sulla Rhodiola rosea è “contraddittoria e inconcludente”. Raccomandano una sperimentazione valida e non parziale dell’erba prima che venga proposta come trattamento per la fatica.

Depressione e ansia

Uno studio ha trovato prove che suggeriscono che la Rhodiola rosea può ridurre i sintomi del disturbo d’ansia generalizzato. Dieci persone sono state incluse in questo studio e hanno preso 340 mg di estratto di Rhodiola rosea per 10 settimane.

Un altro studio ha dimostrato che la Rhodiola rosea riduce i sintomi della depressione, ma i suoi effetti sono lievi. L’erba non ha ridotto i sintomi così efficacemente come la sertralina, un antidepressivo prescritto, anche se ha avuto meno e più lievi effetti collaterali.

Gli autori di questo studio del 2015 hanno concluso che, poiché può essere meglio tollerata da alcune persone e ha fornito benefici, la Rhodiola rosea può essere adatta come trattamento per la depressione da lieve a moderata. Lo studio ha incluso 57 persone che hanno assunto l’erba per 12 settimane.

Disturbi alimentari indotti da stress

Un ingrediente attivo in Rhodiola rosea noto come salidroside, è stato studiato per i suoi effetti sul binge eating. Questo studio, pubblicato in, è stato fatto usando ratti. Ha scoperto che un estratto secco di Rhodiola rosea che includeva il 3,4% di salidroside ha contribuito a ridurre o eliminare il binge eating negli animali.

I ratti che hanno assunto Rhodiola rosea hanno anche livelli ematici più bassi di un ormone dello stress che può giocare un ruolo nel consumo eccessivo di cibo.

Un altro studio condotto su ratti, condotto in modo simile, ha stabilito che la Rhodiola rosea può ridurre l’anoressia indotta da stress. Gli autori affermano che le loro scoperte forniscono prove a supporto delle affermazioni secondo le quali l’erba ha proprietà anti-stress.

Come prenderlo

Tè alla Rhodiola rosea

Come molte erbe, la Rhodiola rosea è disponibile sotto forma di capsule, compresse, polvere secca ed estratto liquido.

Il dosaggio e la quantità di estratto varia tra marche e tipi di prodotto.

Le erbe e gli integratori sono regolati come cibo, non droghe, dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti.

Di conseguenza, sapere quale dose prendere e quanto è incluso nel prodotto non è sempre chiaro. Potrebbero esserci problemi con la qualità o la purezza.

Sebbene alcuni studi abbiano elencato i dosaggi usati per scopi specifici, sembra che l’erba possa essere assunta a diversi livelli di forza per trattare problemi diversi. Nell’articolo, l’autore dice che il dosaggio può variare a seconda dell’estratto standardizzato che contiene.

La rosavina, in particolare, è uno dei composti indicati come aventi un effetto sulla riduzione dello stress. L’autore della recensione suggerisce approssimativamente:

  • 360-600 mg al giorno di un estratto standardizzato per l’1% di rosavin
  • 180-300 mg di un estratto standardizzato per il 2% di rosavin
  • 100-170 mg per un estratto standardizzato per il 3,6% di rosavin

Rischi ed effetti collaterali

Anche se i suoi effetti terapeutici devono ancora essere dimostrati, gli studi su Rhodiola rosea sembrano tutti d’accordo sul fatto che eventuali effetti collaterali sono lievi.

Gli effetti collaterali hanno incluso:

  • vertigini
  • bocca asciutta
  • problemi di sonno
  • nervosismo

Il nervosismo è un problema particolare tra quelli inclini all’ansia che prendono dosi più alte del supplemento.

Poiché ha un lieve effetto stimolante, Rhodiola rosea non è raccomandato per le persone con disturbo bipolare o che assumono altri stimolanti.

Un articolo suggerisce che le persone possono prendere l’erba a stomaco vuoto 30 minuti prima di colazione e pranzo. Evitarlo di sera può aiutare a ridurre i problemi di sonno durante la notte.

Porta via

La Rhodiola rosea ha una lunga tradizione di essere utilizzata per aumentare la resistenza, la concentrazione e il benessere mentale.

Mancano studi ampi e validi su questi effetti. Tuttavia, il basso rischio di effetti collaterali dell’erba lo rende un’opzione interessante per le persone che desiderano migliorare la propria salute in queste aree specifiche.

Come con qualsiasi supplemento, è meglio che le persone parlino con un medico prima di prenderlo.

Problemi come stanchezza e difficoltà di concentrazione possono a volte essere sintomi di una condizione di salute di base che necessita di trattamento. Allo stesso modo, la depressione e l’ansia possono essere gravi condizioni di salute mentale che richiedono la cura di un medico.

Like this post? Please share to your friends: