Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa c’è da sapere sulla sindrome della vena cava superiore?

La vena cava superiore è la vena che trasporta il sangue deossigenato dalla parte superiore del corpo al cuore.

La sindrome della vena cava superiore è spesso un problema secondario causato da un tumore canceroso o da un coagulo di sangue che limita il flusso sanguigno attraverso questa particolare vena.

Era considerato un’emergenza medica. Tuttavia, i medici non credono più che questo sia il caso.

Anche così, quelli che vivono i sintomi della sindrome della vena cava superiore dovrebbero essere valutati prontamente da un medico.

Cos’è la sindrome della vena cava superiore?

diagramma del cuore

La vena cava superiore è la più grande delle due vene che trasportano il sangue deossigenato al cuore.

La vena cava superiore trasporta il sangue usato dalla testa e dalla parte superiore del corpo verso l’atrio destro (camera superiore) del cuore. Questa vena è nel mezzo del torace ed è circondata da linfonodi.

La sindrome della vena cava superiore è il nome dato ai sintomi che si verificano quando il flusso sanguigno attraverso la vena cava superiore viene bloccato o compresso.

Questi sintomi includono problemi respiratori, vertigini e gonfiore nella parte superiore del corpo.

Le cause

La sindrome della vena cava superiore si verifica più spesso come complicazione di un altro problema medico, un tale tumore o un linfonodo gonfio che ostruisce il flusso di sangue attraverso la vena.

Le cause comuni della sindrome della vena cava superiore includono:

  • linfoma non Hodgkin
  • cancro ai polmoni

Le cause meno comuni della sindrome della vena cava superiore includono:

  • carcinoma mammario metastatico
  • cancro al colon
  • cancro esofageo
  • cancro alla tiroide
  • Linfoma di Hodgkin
  • coaguli di sangue da un catetere endovenoso o pacemaker
  • gravi infezioni del torace, come la tubercolosi
  • alcune malattie del sistema immunitario, come la malattia di Behçet

Sintomi

uomo che tossisce

Se l’ostruzione che causa la sindrome della vena cava superiore non causa un blocco totale, una persona potrebbe non manifestare alcun sintomo.

Più spesso, una persona con un blocco parziale sperimenterà sintomi lievi che potrebbero ignorare.

Se il blocco è completo o peggiora rapidamente, è probabile che una persona manifesti sintomi più estremi.

I sintomi possono includere una combinazione di quanto segue:

  • tosse
  • difficoltà a respirare oa deglutire
  • raucedine
  • dolore al petto
  • tossendo sangue
  • vene gonfie nel collo o nel petto
  • gonfiore del braccio
  • gonfiore del viso
  • stridore o respiro affannoso
  • nausea
  • vertigini
  • pelle rossa sul petto o sul collo

Sindrome della vena cava superiore nei bambini

Anche se rara, la sindrome della vena cava superiore nei bambini è sempre un’emergenza medica.

La trachea di un bambino è più piccola e meno rigida di quella di un adulto, rendendola più incline al gonfiore rapidamente e causando problemi respiratori. I sintomi sono spesso simili a quelli negli adulti e tendono a essere dovuti al linfoma (cancro del sistema linfatico).

Sintomi in gravidanza

Le donne incinte nel secondo e nel terzo trimestre di ritardo possono manifestare una condizione simile alla sindrome della vena cava superiore. I sintomi si verificano quando la vena cava inferiore (la più piccola delle due vene che trasportano il sangue deossigenato al cuore) viene compressa dalla pressione del feto e dell’utero allargato.

Una donna incinta può provare sensazione di stordimento e bassa pressione sanguigna quando si trova direttamente sulla schiena. Trovandosi sul lato sinistro, spesso si risolvono questi sintomi.

Diagnosi

Se un medico sospetta che una persona abbia una sindrome vena cava superiore, prima farà un esame fisico. L’esame può mostrare vene allargate nella parte superiore del corpo.

Se l’esame fisico suggerisce una sindrome della vena cava superiore, un medico ordinerà probabilmente diversi test aggiuntivi, tra cui:

due chirurghi osservano un polmone a raggi x

  • una radiografia del torace per verificare la presenza di tumori nei polmoni o un ingrandimento nel torace
  • una scansione CT per mostrare i blocchi
  • venografia, che è una radiografia delle vene dopo un’iniezione di una tintura speciale che rende visibili le vene
  • un ultrasuono per cercare coaguli di sangue nelle estremità superiori

Se un tumore è ritenuto responsabile del blocco, un medico può ordinare una biopsia per determinare quale tipo di tumore sta causando il problema. Sapere se il tumore è cancerogeno o benigno è essenziale per ricevere un trattamento adeguato.

Trattamento

Nella maggior parte dei casi di sindrome della vena cava superiore, il trattamento mira a ridurre i sintomi e ridurre qualsiasi tumore che causa l’ostruzione. Nei casi lievi, l’attesa vigile potrebbe essere l’unico trattamento raccomandato.

Molte persone con la sindrome della vena cava superiore vedono grandi miglioramenti nei loro sintomi mantenendo la testa elevata e usando l’ossigeno supplementare. Alcuni medici possono anche provare a ridurre il gonfiore con steroidi prescritti.

La maggior parte del trattamento della sindrome della vena cava superiore si concentra sull’affrontare la causa sottostante della sindrome.

Poiché la maggior parte dei casi si verifica a causa di cancro, un trattamento appropriato è fondamentale. Il trattamento dipenderà dal tipo di tumore coinvolto e potrebbe includere una combinazione di chemioterapia e radiazioni.

Nei casi in cui la sindrome della vena cava superiore è causata da un coagulo di sangue, possono essere prescritti fluidificanti del sangue. Uno stent può anche essere usato per aprire la vena. In rari casi, può essere eseguito un intervento chirurgico di bypass.

prospettiva

Nella maggior parte dei casi, i sintomi della sindrome della vena cava superiore sono notevolmente migliorati entro 1 mese dal trattamento. Tuttavia, poiché il cancro causa la maggior parte dei casi, le prospettive generali dipendono fortemente dal tipo e dallo stadio del tumore presente.

Like this post? Please share to your friends: