Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa causa un ascesso cerebrale?

La causa più comune di un ascesso cerebrale, noto anche come ascesso cerebrale, è un’infezione. Batteri, funghi o parassiti possono infettare una parte del cervello, causando gonfiore.

Cellule cerebrali infette, globuli bianchi, funghi vivi e morti, batteri e parassiti si accumulano in un ascesso cerebrale. Una membrana si forma attorno all’area e questo crea una massa.

Man mano che il gonfiore aumenta, aumenta la pressione sul tessuto cerebrale. Poiché il cranio non è flessibile e non si espande, il gonfiore può creare pressione sul cervello circostante. Questo può portare alla distruzione del delicato tessuto cerebrale.

Un numero di fattori e condizioni può portare ad un ascesso cerebrale.

Fatti veloci sulla causa di un ascesso cerebrale:

Ecco alcuni punti chiave sulla causa di un ascesso cerebrale. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • Un ascesso cerebrale può derivare da un’infezione intorno alla testa o al viso o altrove nel corpo, o come conseguenza di un trauma o di una ferita da puntura.
  • L’infezione può essere batterica, virale o parassitaria.
  • Le cardiopatie congenite, la meningite e alcune infezioni croniche aumentano il rischio nei bambini.
  • Le persone con un sistema immunitario indebolito hanno una maggiore possibilità di sviluppare un ascesso.
  • Spesso, la causa rimane poco chiara, ma identificarla aumenta la possibilità di un trattamento efficace.

Come fa l’infezione a entrare nel cervello?

Individuare la causa di un ascesso cerebrale porterà a un trattamento più efficace.

Un ascesso cerebrale può verificarsi a seguito di infezione diretta o quando l’infezione si diffonde da un’altra parte del corpo.

L’infezione penetra nel cervello da tre vie principali.

Infezioni trasmissibili per via ematica

Il flusso sanguigno porta infezioni trasmesse per via ematica da un’altra parte del corpo. Ciò rappresenta tra il 15 e il 30 percento dei casi.

Normalmente, la barriera emato-encefalica arresta l’infezione dall’entrare nel cervello, ma a volte un’infezione può attraversare la barriera e infettare il cervello. Non è chiaro come e perché ciò accada.

Se un’infezione da un’altra parte del corpo viaggia attraverso il flusso sanguigno verso il sistema nervoso centrale (SNC) o in qualche modo aggira la barriera emato-encefalica e raggiunge il cervello, può causare un’infezione e un ascesso.

Quando un batterio ascessi cerebrali proviene da una lesione da qualche altra parte nel corpo, i batteri sono normalmente.

Le più comuni fonti di infezioni trasmissibili per via ematica che causano un ascesso cerebrale sono:

Cardiopatia cianotica, in cui un difetto cardiaco che è presente dalla nascita risulta in bassi livelli di ossigeno nel sangue.

Polmonite e altre infezioni e condizioni polmonari.

Bronchiectasie, un allargamento permanente, o dilatazione, dei bronchi, grandi tubi d’aria che iniziano sul fondo della trachea e si diramano nei polmoni. Ciò può provocare infezioni respiratorie ricorrenti, così come altre gravi malattie.

Peritonite, o infiammazione dello strato di tessuto delle cellule che rivestono la parete interna dell’addome e del bacino e altre infezioni addominali.

Cistite, un’infiammazione della vescica e altre infezioni localizzate nella pelvi.

Endocardite batterica, un’infezione dei tessuti cardiaci.

Altre cause riportate di ascesso cerebrale comprendono ascesso epatico, piercing alla lingua e condizioni e procedure gastrointestinali.

Quando si tratta l’ascesso, è importante sapere da dove proviene l’infezione originale. Trattare il primo sito di infezione può impedire il sorgere di un altro ascesso cerebrale.

Contagio diretto

Il contagio diretto si verifica quando un’infezione inizia nel cranio, forse nel naso o nell’orecchio, e si diffonde nel sistema nervoso centrale e da lì nel cervello.

Esempi inclusi:

  • otite media o infezione dell’orecchio medio
  • sinusite
  • mastoidite, un’infezione dell’osso dietro l’occhio
  • osteomielite, un’infezione dell’osso

Questo tipo di infezione rappresenta il 25-50% degli ascessi cerebrali.

Trauma diretto

I batteri stafilococchi possono essere presenti in un ascesso che si forma dopo un trauma cranico, una neurochirurgia o un’endocardite.

Ciò può causare un’infezione batterica direttamente nel sito dell’ascesso, ad esempio dopo l’intervento chirurgico.

  • Se un colpo alla testa provoca una frattura cranica composta, può spingere frammenti di osso nel cervello. Questo può causare un ascesso cerebrale.
  • Una ferita alla testa che penetra, ad esempio, da un proiettile o da qualche altro corpo estraneo può anche essere una fonte di infezione, specialmente se non viene rimosso.
  • Un ascesso cerebrale può anche essere una complicanza della chirurgia.

In questi casi, identificare la causa è relativamente facile.

Fattori di rischio nei bambini

Un bambino ha maggiori probabilità di sviluppare un ascesso cerebrale se ha:

  • malattia cardiaca congenita, o quella che è presente dalla nascita
  • meningite
  • un’otite o sinusite cronica oa lungo termine
  • infezioni dei denti, della mascella, del viso o del cuoio capelluto
  • trazione, quando vengono utilizzati perni o viti per tenere ferma la testa e il collo
  • un’infezione che deriva dall’uso di uno shunt, un dispositivo utilizzato per drenare il liquido cerebrale
  • diabete

Gli ascessi cerebrali sono da due a tre volte più comuni nei maschi che nelle femmine, con bambini e anziani che sono maggiormente a rischio.

Altri fattori di rischio

Le persone che vivono in un paese con scarsi livelli di igiene e meno accesso all’assistenza sanitaria sono a più alto rischio, così come quelli con un sistema immunitario indebolito.

Nei paesi in via di sviluppo, l’8% delle masse che si sviluppano nel cervello sono ascessi, rispetto all’1% nei paesi occidentali.

Sistema immunitario indebolito

Le persone con un sistema immunitario indebolito hanno un rischio più elevato di sviluppare un ascesso cerebrale causato da un’infezione a carico del sangue, specialmente quella causata da funghi o parassiti.

Esempi inclusi:

  • persone con HIV o AIDS
  • bambini di età inferiore ai 6 mesi
  • pazienti sottoposti a chemioterapia
  • individui con uso steroideo a lungo termine
  • destinatari del trapianto di organi che assumono farmaci immunosoppressori per prevenire il rigetto d’organo

Una persona con HIV può essere ad alto rischio di infezione da funghi, come ad esempio, e protozoi.

provoca aspergillosi, un’infezione che può colpire i polmoni e altri organi e causa la toxoplasmosi.

Il poliovirus, e più frequentemente causa ascessi cerebrali in pazienti con AIDS.

Identificazione della causa

Dove si sviluppa l’ascesso può offrire un indizio per la causa.

  • Un’infezione dell’orecchio medio può causare lesioni nelle fosse craniche centrali e posteriori.
  • Le cardiopatie congenite con shunt destro-sinistro possono causare ascessi nella distribuzione dell’arteria cerebrale media.
  • Le infezioni frontali ed etmoidali sinusali spesso provocano ascessi nei seni subdurali.

Le infezioni cerebrali sono piuttosto rare, ma quando si verificano possono essere pericolose per la vita. Se c’è qualche possibilità di un ascesso cerebrale, la persona dovrebbe vedere un medico in una volta.

Sapere cosa ha causato l’ascesso può consentire un trattamento più efficace, ma gli studi dimostrano che nel 40% dei casi la causa potrebbe non essere chiara.

Negli ultimi anni, il tasso di mortalità da un ascesso cerebrale è diminuito dal 50 al 20%, principalmente perché le tecniche di scansione CT possono ora consentire una diagnosi più accurata ed efficace.

Like this post? Please share to your friends: