Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa comporta una biopsia del midollo osseo?

Una biopsia del midollo osseo è un test medico che aiuta i medici a controllare la salute delle cellule del sangue. Un operatore sanitario può eseguire la procedura quando potrebbe esserci un problema con la produzione di cellule del sangue.

L’operatore sanitario inserisce un ago piccolo in un osso grande. L’ago prende un campione del midollo osseo. Quindi, il campione di tessuto viene inviato a un laboratorio per l’analisi.

Di seguito sono riportate le risposte alle domande più frequenti su una biopsia del midollo osseo.

Cos’è il midollo osseo?

Un medico sta dimostrando una biopsia del midollo osseo con un bacino pelvico.

Il midollo osseo è il tessuto molle che si trova all’interno delle ossa più grandi. Il midollo osseo produce molte cellule del sangue del corpo, compresi globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.

Le cellule staminali all’interno del midollo osseo producono varie cellule del sangue. Ci sono due tipi principali di cellule staminali nel midollo osseo chiamate cellule mieloidi e linfoidi.

Le cellule mieloidi creano globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Le cellule staminali linfoidi producono un tipo specifico di globuli bianchi responsabili dell’immunità.

Il sangue è composto da diversi componenti e svolge un ruolo importante nel mantenimento della salute. Il midollo osseo rende questi componenti. I globuli rossi svolgono un ruolo vitale trasportando l’ossigeno in tutto il corpo. I globuli bianchi, di cui esistono diversi tipi, sono importanti per aiutare il corpo a combattere le infezioni. Le piastrine aiutano a fermare il sanguinamento aiutando il sangue a coagularsi.

Perché una biopsia del midollo osseo?

Gli operatori sanitari ordinano biopsie di midollo osseo quando ci sono segni o sintomi che qualcosa non va nella produzione di cellule del sangue.

Le biopsie del midollo osseo vengono anche utilizzate per i pazienti con tumori ematopoietici per vedere come funziona il loro trattamento. Possono essere usati per controllare i progressi della chemioterapia.

Ci sono molti sintomi e condizioni mediche che possono essere diagnosticati o valutati usando una biopsia del midollo osseo. Alcune di queste malattie e condizioni includono:

  • Anemia – non avendo abbastanza globuli rossi
  • Sanguinamento o coagulazione anomali
  • Tumori di sangue e midollo osseo, come leucemia, linfoma o mieloma multiplo
  • Tumori che si sono diffusi al midollo osseo

Cosa aspettarsi

La procedura può essere eseguita in uno studio medico, in un ospedale o in una clinica. La stessa biopsia richiede circa 10 minuti e il tempo totale trascorso è di circa 30-45 minuti.

Prima della procedura

Prima della biopsia del midollo osseo, un operatore sanitario porrà delle domande per garantire le cure più sicure. Preparare un elenco di domande e anamnesi può aiutare ad accelerare il processo.

Un medico è in discussione con un paziente.

L’operatore sanitario chiederà farmaci o trattamenti a base di erbe che possono aumentare il sanguinamento. Le biopsie del midollo osseo comportano il rischio di sanguinamento.

I comuni antidolorifici come l’aspirina, l’ibuprofene e il naprossene possono anche aumentare il sanguinamento. Gli anticoagulanti o anticoagulanti come eparina e warfarin sono anche noti per aumentare il rischio di sanguinamento.

L’operatore sanitario fornirà le istruzioni su come continuare a prendere i farmaci o fermarli prima della procedura.

Le allergie sono una preoccupazione importante con una biopsia. L’operatore sanitario chiederà allergie, in particolare agli anestetici e al lattice, che si trovano nei guanti chirurgici.

Gli anestetici possono essere utilizzati durante la procedura, quindi i pazienti devono chiedere a un amico o a un familiare di portarli a casa.

Durante la procedura

Come viene eseguita una biopsia del midollo osseo varia dal medico. Generalmente, il processo richiede due passaggi:

  1. Aspirazione: il medico rimuove il liquido dal midollo osseo
  2. Biopsia: il fornitore rimuove un piccolo pezzo di tessuto osseo e del midollo osseo

Una biopsia del midollo osseo viene di solito eseguita in regime ambulatoriale, ma alcuni pazienti possono eseguire la procedura mentre sono in ospedale. Una biopsia del midollo osseo viene comunemente eseguita con l’osso pelvico, ma possono essere usate altre ossa.

I passaggi di una biopsia del midollo osseo sono generalmente i seguenti:

Prima della biopsia, il paziente si trasforma in un abito. L’operatore sanitario chiederà al paziente di giacere dalla loro parte o dallo stomaco. La posizione può variare in base al sito bioptico. Il fornitore pulisce quindi l’area della biopsia con un antisettico.

Il medico applica un anestetico con un ago per intorpidire l’area della biopsia. Potrebbe esserci dolore quando l’ago viene applicato e l’anestetico viene rilasciato nell’area.

Una volta che il sito bioptico è insensibile, il medico esegue una piccola incisione nel sito di biopsia. L’aspirazione del midollo osseo viene spesso eseguita per prima. Il medico utilizzerà una siringa per prelevare un campione liquido di cellule del midollo osseo.

Dopo l’aspirazione, il medico esegue la biopsia del midollo osseo. Il processo prevede l’uso di un ago più grande rispetto a quello utilizzato durante l’aspirazione. Il medico guida l’ago nell’osso, lo fa ruotare e quindi rimuove un campione di ossa e tessuti.

Una biopsia del midollo osseo fa male?

Di solito c’è dolore durante e dopo la procedura. Il livello del dolore varia tra le persone.

Gli studi hanno identificato i modi per rendere più confortevoli le biopsie del midollo osseo. Avere un operatore sanitario esperto è importante per ridurre il dolore. Farmaci per il controllo del dolore come la lidocaina e la sedazione per via endovenosa possono anche alleviare il dolore durante la procedura.

L’ansia e la preoccupazione per la procedura spesso rendono l’esperienza più dolorosa. Le persone che sono in ansia per una biopsia del midollo osseo dovrebbero parlare con il loro medico. I medici hanno familiarità con le diverse opzioni per alleviare il dolore o l’ansia che viene fornito con una biopsia del midollo osseo.

Cosa succede dopo una biopsia del midollo osseo

I risultati potrebbero essere pronti pochi giorni dopo la biopsia, ma possono richiedere più tempo. Un patologo o un medico specializzato in sangue chiamato ematologo analizzerà i campioni. L’operatore sanitario spiegherà quindi i risultati e potrebbero esserci test di follow-up.

Due farmacisti in piedi di fronte a scaffali di medicina.

L’area della biopsia potrebbe essere dolorante e potrebbe ferire per diversi giorni. I pazienti devono seguire le istruzioni del loro fornitore su quali antidolorifici sono accettabili da usare.Alcuni antidolorifici, compresa l’aspirina, possono aumentare il rischio di sanguinamento.

Il medico darà istruzioni su come mantenere l’area asciutta e quando la fascia protettiva può essere rimossa. La benda di solito rimane accesa per 1 o 2 giorni.

Ci sono sintomi da osservare per segnalare un’infezione o una complicazione. I pazienti devono parlare con il loro fornitore di servizi sanitari se si verificano le seguenti condizioni:

  • Febbre
  • Sanguinamento o altra scarica
  • Dolore aumentato
  • Qualsiasi sintomo che suggerisce un’infezione

rischi

Le biopsie del midollo osseo sono generalmente sicure, ma c’è il rischio di complicanze. Alcuni dei problemi più comuni possono includere:

  • Lividi e dolore nel sito di biopsia
  • Sanguinamento prolungato dal sito di biopsia
  • Infezione in corrispondenza o vicino al sito di biopsia

Potrebbero esserci altri rischi a seconda delle condizioni mediche del paziente.

alternative

L’esame diretto del midollo osseo è importante per valutare alcune malattie del sangue, incluso il cancro. Il medico ottiene informazioni utili per scegliere il trattamento giusto. Nessun altro test può fornire informazioni così precise.

Nuovi strumenti come i trapani automatizzati sono in fase di sviluppo. Una sperimentazione clinica di un trapano a batteria ha scoperto che è più veloce nell’estrazione del midollo osseo, con pazienti che segnalano meno dolore.

Like this post? Please share to your friends: