Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa devi sapere sui fanghi della cistifellea

Il fango della cistifellea è una raccolta di colesterolo, calcio, bilirubina e altri composti che si accumulano nella cistifellea. A volte è chiamato fango biliare perché si verifica quando la bile rimane nella cistifellea per troppo tempo.

La bile è un liquido giallo-verdastro che ha prodotto nel fegato e immagazzinato nella cistifellea. Aiuta il corpo a digerire i grassi.

Quando piccole particelle di bile rimangono nella cistifellea per troppo tempo, queste particelle possono accumularsi come fanghi della cistifellea.

Fatti veloci sui fanghi della cistifellea:

  • Il fango della cistifellea non causa sempre sintomi.
  • Alcuni fattori di rischio rendono più probabile la morchia della cistifellea.
  • Non è necessario trattare il fango della cistifellea se una persona non ha altri sintomi.

Cosa sono i fanghi della cistifellea?

Persona che indica la posizione della cistifellea sul loro addome.

Il fango della cistifellea è un accumulo di sostanze nella cistifellea. Non è una condizione medica da sola, ma può portare a condizioni come gallstones e pancreatite. Può anche andare via da solo.

Nella maggior parte dei casi, un medico scopre fango della cistifellea durante un’ecografia della cistifellea.

Il fango della cistifellea viene diagnosticato più frequentemente nelle persone con problemi alla cistifellea e al fegato perché le persone con questo tipo di condizioni hanno maggiori probabilità di sottoporsi a test di diagnostica per immagini.

Significato clinico dei fanghi della cistifellea

Non tutte le persone con fango della cistifellea sviluppano sintomi. Quando il fango della cistifellea è causato da un fattore di rischio, come la gravidanza, di solito scompare quando il fattore di rischio scompare.

Per gli altri, la melma della cistifellea è legata alle seguenti condizioni:

  • Pancreatite acuta: la pancreatite acuta è l’infiammazione del pancreas. Uno studio ha rilevato che il 74% delle persone con pancreatite senza una causa apparente presentava morchia di cistifellea.
  • Calcoli biliari: alcune persone che hanno fanghi della cistifellea alla fine sviluppano calcoli biliari. I calcoli biliari sono raccolte di materiale solido come il colesterolo nella cistifellea. Possono causare dolorosi “attacchi alla cistifellea”.
  • Colecistite: si tratta di gonfiore e infiammazione della cistifellea. Può causare la bile di rimanere intrappolato nella cistifellea, causando dolore, vomito e gonfiore. Molti fattori, comprese le infezioni della colecisti e dei fanghi della cistifellea, possono causare colecistite.
  • Condotti biliari ostruiti: i dotti biliari consentono alla colecisti di drenare. A volte il fango della cistifellea si accumula nei o vicino ai dotti, bloccando i dotti e causando dolore alla cistifellea. Questo può causare infezioni, calcoli biliari e altri problemi alla colecisti.

Il fango della cistifellea segue uno dei 3 diversi corsi. Potrebbe scomparire completamente e non tornare mai più; può andare via quindi ricorrere più tardi, o può persistere, di solito portando allo sviluppo di calcoli biliari.

Cause dei fanghi della cistifellea

Chirurghi che operano.

Le cause dei fanghi della cistifellea includono:

  • abuso di alcol, che è legato a problemi sia con la cistifellea che con il fegato
  • precedente storia di problemi della cistifellea, in particolare calcoli biliari o fanghi della cistifellea
  • rapida perdita di peso, in particolare di molto peso
  • chirurgia dello stomaco
  • trapianti di organi
  • ricevere solo nutrizione liquida attraverso una linea in una vena
  • alcuni farmaci
  • malattia grave, come insufficienza d’organo
  • diete molto restrittive

La gravidanza, che può stressare la cistifellea, può anche causare il fango della cistifellea. Il fango della cistifellea causato dalla gravidanza di solito si risolve quando termina la gravidanza.

Sintomi

Molte persone con fanghi della cistifellea non hanno sintomi. Anche quando i fanghi della cistifellea causano calcoli biliari, l’80% delle persone non avrà sintomi.

Alcune persone scoprono di avere la melma della cistifellea quando avvertono sintomi di una condizione correlata al fango, come la pancreatite acuta.

Quando le persone avvertono sintomi di fangosi della cistifellea, i sintomi possono includere:

  • dolore addominale
  • vomito e nausea
  • dolore nella parte superiore dell’addome, della spalla o del torace
  • sgabelli grassi o sgabelli che assomigliano a catrame o argilla

Questi sintomi possono anche essere segni di molte altre condizioni, quindi è essenziale ottenere una diagnosi accurata.

Quali sono le opzioni di trattamento?

Potrebbe non essere sempre necessario monitorare la condizione, poiché il fango della cistifellea può risolversi da solo. Altri trattamenti includono:

Farmaci e rimedi di stile di vita

Persona che mangia un'insalata con telefono, tablet e cartella sul tavolo.

In alcuni casi, può essere possibile sciogliere i calcoli biliari correlati ai fanghi della cistifellea con i farmaci.

I rimedi per lo stile di vita possono prevenire il ripetersi di fangosi della cistifellea. Queste strategie includono:

  • cercare un trattamento per l’abuso di alcool e l’astensione dall’alcol
  • mangiare una dieta povera di grassi
  • evitando il rapido aumento di peso o la perdita di peso

Trattare le condizioni mediche di base può anche aiutare con i fanghi della cistifellea poiché essere in condizioni di salute generalmente scarse può essere un fattore di rischio per questo problema.

Opzioni chirurgiche

Coloro che hanno dolore associato con la melma della cistifellea, o che hanno calcoli biliari o altri sintomi, potrebbero aver bisogno di rimuovere la cistifellea.

Le persone possono funzionare bene senza una cistifellea e le persone che sono ragionevolmente in buona salute sono buoni candidati per la rimozione della cistifellea.

La chirurgia richiede l’anestesia generale, il che significa che la persona sarà completamente addormentata durante l’operazione.

Opzioni non chirurgiche

Un’altra opzione è la colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP). ERCP è una procedura non chirurgica in cui un piccolo tubo flessibile chiamato endoscopio viene inserito attraverso la bocca e nell’intestino tenue.

Un piccolo catetere di plastica viene fatto passare attraverso l’endoscopio e nell’ampolla, che è un’apertura nell’intestino tenue. Il medico usa una macchina a raggi X per aiutare a guidare questo catetere per rimuovere i fanghi della cistifellea all’interno dei dotti biliari o rimuovere una calcolosi biliare se è intrappolato nel dotto biliare.

Con la chirurgia di rimozione della cistifellea e della cistifellea, un individuo dovrà probabilmente astenersi dal mangiare per diverse ore prima della procedura. Potrebbe anche essere necessario apportare modifiche dietetiche dopo la procedura.

Quando vedere un dottore

Le persone che hanno sintomi di problemi alla cistifellea, come il dolore addominale superiore, dovrebbero sempre consultare un medico. In molti casi, i problemi della cistifellea appaiono come “attacchi”.

Questi attacchi possono durare parecchie ore, sparire e poi tornare più tardi. Qualsiasi intenso dolore addominale senza causa evidente richiede una chiamata a un medico.

La maggior parte delle persone con fanghi della cistifellea può condurre una vita normale e sana. Molti non richiedono alcun trattamento. Ma una diagnosi accurata può escludere problemi potenzialmente pericolosi, come un’infezione del pancreas o del pancreas.

Nella maggior parte dei casi, un medico eseguirà un’ecografia per vedere la cistifellea e controllare la presenza di fango della cistifellea.

In alcuni casi, un medico può aver bisogno di rimuovere una piccola quantità di liquido dalla cistifellea. Il medico usa un ago per rimuovere un po ‘di bile che sarà analizzato al microscopio.

Porta via

Il fango della cistifellea non è una malattia; è un sintomo di qualcos’altro. Può andare via da solo, ma può anche fornire indizi per una malattia più grave, o dare origine a calcoli biliari. Lavorare con un medico qualificato può escludere potenziali cause, identificare il trattamento appropriato e aiutare le persone a condurre una vita lunga e sana.

Like this post? Please share to your friends: