Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa devi sapere sul diabete borderline

Il termine diabete borderline si riferisce a una condizione chiamata prediabete. Il prediabete è una condizione in cui i livelli di zucchero nel sangue sono più alti del normale ma non abbastanza alti da essere classificati come diabete di tipo 2.

Il prediabete deve essere considerato un fattore di rischio per il diabete di tipo 2. Si stima che dal 10 al 23% delle persone con prediabete svilupperà il diabete di tipo 2 entro 5 anni.

I prediabetes possono essere accompagnati da altri fattori di rischio. È associato a condizioni come l’obesità, in particolare l’obesità addominale, ipertensione, livelli elevati di grassi nel sangue e bassi livelli di colesterolo “buono”.

Quando questi fattori di rischio si “ammassano” insieme in una persona, c’è un rischio più elevato non solo di diabete di tipo 2 ma anche di malattie cardiache e ictus.

Altri termini medici usati quando si parla di prediabete includono:

  • Insulino-resistenza
  • Tolleranza al glucosio alterata
  • Glucosio a digiuno alterato

Sintomi

Il prediabete non è lo stesso del diabete. Tuttavia, né il prediabete né il diabete hanno sintomi chiari. Entrambe possono passare inosservate fino a quando il prediabete non progredisce verso il diabete di tipo 2 o fino a quando non si verifica un’altra complicazione come un infarto.

Alcune persone possono manifestare sintomi poiché gli zuccheri nel sangue rimangono alti. Il passaggio dell’urina più spesso e l’aumento della sete possono essere sintomi del diabete di tipo 2 prima che sia diagnosticato e trattato.

Prediabetes non viene trovato a meno che il test non venga eseguito per questo. Il test viene eseguito quando ci sono fattori di rischio che rendono più probabile il prediabete.

Cause e fattori di rischio

I principali fattori di rischio per i prediabete sono sovrappeso o obesi, non si esercita abbastanza e si ha una storia familiare di diabete di tipo 2. Altri fattori di rischio includono:

  • Livelli di stress aumentati
  • fumo
  • Bere troppi alcolici

Soda con molti cucchiai di zucchero.

Bere un sacco di bevande ad alto contenuto di zucchero può anche aumentare il rischio. Uno studio ha rilevato che le persone che bevono regolarmente prodotti zuccherini – 1 o 2 lattine di soda al giorno, per esempio – sono a maggior rischio di diabete di tipo 2 e prediabete.

Le persone che consumano bevande zuccherate a questo livello, o più, hanno un rischio maggiore del 26% di sviluppare il diabete rispetto a chi raramente beve una lattina.

Il rischio di contrarre il diabete con troppa soda è ancora più alto per i giovani adulti o gli asiatici che stanno consumando questa quantità.

Consumare troppo zucchero aumenta anche i rischi per problemi correlati come obesità, malattie cardiache e gotta.

Il problema con le lattine di soda è che gli alti livelli di calorie che contengono non riducono l’appetito e portano le persone a mangiare meno durante i pasti. Ci sono da 15 a 18 cucchiaini di zucchero in una tipica lattina da 20 once di soda.

Gli stili di vita inattivi peggiorano anche i rischi di assumere troppe calorie.

Ci sono altri fattori di rischio in aggiunta a questi motivi per lo screening del prediabete. Includono la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) e hanno avuto livelli anormali di zucchero nel sangue in passato.

Diagnosi

In genere, il prediabete viene diagnosticato con un prelievo di sangue o con un test di tolleranza al glucosio. È possibile utilizzare il digiuno o livelli casuali di zucchero nel sangue o il medico può utilizzare un test A1C.

Il test A1C è un modo indiretto ma affidabile di misurare i livelli medi di zucchero nel sangue negli ultimi 2 o 3 mesi.

Una mano che regge un campione di sangue A1C.

A differenza dei test di zucchero nel sangue a digiuno, non è necessario smettere di mangiare cibo per il test A1C. Il campione di sangue viene prelevato da una vena del braccio presso l’ufficio del medico.

Il prediabete viene diagnosticato quando i livelli di zucchero nel sangue più elevati sono mostrati da un risultato del test A1C compreso tra il 5,7 e il 6,4%.

I livelli di zucchero nel sangue a digiuno nell’intervallo di 100-125 mg / dL (milligrammi per decilitro) indicano prediabete, così come i livelli non a digiuno di 140-199 mg / dL. Queste letture devono essere confermate in un altro giorno per confermare la diagnosi di prediabete.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) afferma che il test A1C è il modo migliore per diagnosticare il diabete completo, sebbene il test non sia disponibile in tutti i paesi del mondo. Tuttavia, il test A1C non è accurato per alcune persone, come le persone che sono anemiche.

CHI raccomanda il test A1C perché:

  • Evita il problema della variabilità giornaliera dei livelli di zucchero nel sangue – richiede il livello medio negli ultimi 2-3 mesi
  • Evita il “bisogno che la persona digiuni” o di prendere “preparazioni dietetiche”.

Essere sottoposti a test per i prediabetes è raccomandato per alcune persone dal Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti e dall’American Diabetes Association.

Chiunque sia sovrappeso a partire dai 45 anni di età deve essere sottoposto a screening se presenta uno o più dei fattori di rischio elencati di seguito. Consigliato anche per i test è chiunque abbia:

  • Alta pressione sanguigna
  • Inattività fisica
  • Livelli elevati di grassi nel sangue
  • Bassi livelli di colesterolo “buoni”
  • Storia di alti livelli di zucchero nel sangue
  • Segni di resistenza all’insulina come la sindrome dell’ovaio policistico
  • Un parente di primo grado con diabete
  • Un background etnico di afro-americano, asiatico-americano, latino-americano o ispanico-americano, nativo americano o pacifico
  • Precedentemente aveva il diabete durante la gravidanza (diabete gestazionale)
  • Precedentemente nato a un bambino che pesa più di 9 chili

Altri fattori di rischio come quelli sopra menzionati possono anche innescare uno schermo per i livelli di glucosio nel sangue.

Trattamento

Il prediabete è spesso un problema reversibile. Può essere invertito con la dieta e l’esercizio, e quindi il trattamento principale dei prediabete sta facendo cambiamenti nello stile di vita. A volte, i medici possono prendere in considerazione trattamenti farmacologici per aiutare, come la metformina.

Una donna è in possesso di un glucometro e una mela.

I cambiamenti dello stile di vita sono la chiave per prevenire la progressione verso il diabete di tipo 2. Possono ridurre le probabilità che si sviluppi il diabete di tipo 2 completo.

Esempi di cambiamenti nello stile di vita includono 150 minuti di attività a settimana e 5 a 7% di perdita di peso.

I cambiamenti alimentari possono includere la riduzione dell’assunzione di alimenti zuccherati.Le diete dovrebbero concentrarsi sui carboidrati non ricchi di fibre alte, aumentare l’assunzione di frutta e verdura e ridurre il consumo di grassi saturi e carne elaborata. Una dieta che aiuta le persone ad evitare la progressione verso il diabete di tipo 2 è anche una dieta salutare per il cuore.

Ad esempio, in uno studio noto come Diabetes Prevention Program, le persone che hanno perso il 7% del loro peso corporeo e hanno mantenuto questa perdita sono anche riusciti a:

  • Riduci il rischio di sviluppare il diabete del 58%
  • Aveva lo stesso beneficio se fossero maschi o femmine e indipendentemente dal gruppo etnico
  • I partecipanti più anziani hanno avuto maggiore beneficio dai cambiamenti dello stile di vita
  • Chi ha 60 anni o più riduce il rischio di diabete del 71%

Le persone nel gruppo di intervento sullo stile di vita avevano “un intenso supporto individuale e supporto motivazionale su dieta, esercizio e modificazione comportamentale efficaci”. Sono stati confrontati con un gruppo che non ha apportato cambiamenti nello stile di vita.

I partecipanti hanno ridotto il rischio di diabete e raggiunto la perdita di peso:

  • Mangiare meno grassi e meno calorie
  • Fare 150 minuti di esercizio ogni settimana

La dieta e l’esercizio fisico continuano ad essere importanti per le persone che sviluppano il diabete completo di tipo 2.

Monitorare il diabete borderline

Oltre a raccomandare cambiamenti nello stile di vita, i medici possono offrire consigli sul potenziale sviluppo del diabete e su come questo possa essere gestito.

La gestione medica può includere la gestione di fattori di rischio e il trattamento di altre condizioni correlate come l’obesità e le malattie cardiache.

La gestione del prediabete prevede anche un monitoraggio continuo dei fattori di rischio e un ulteriore controllo regolare dei livelli di zucchero nel sangue.

Se i cambiamenti dello stile di vita possono essere fatti con successo, i test di monitoraggio in futuro possono mostrare che la condizione è stata invertita.

Like this post? Please share to your friends: