Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa devi sapere sull’aumento del seno

Mastoplastica additiva, o mastoplastica additiva, o è una procedura chirurgica che mira ad aumentare le dimensioni, la forma o la pienezza del seno.

Il chirurgo inserisce protesi mammarie composite siliconiche, saline o alternative sotto i muscoli del torace o del tessuto mammario. Gli impianti durano in media dai 7 ai 12 anni.

L’American Society of Plastic Surgeons (ASPS) nota che nel 2015 ci sono state 279.143 procedure di aumento del seno negli Stati Uniti.

Questo era inferiore del 2% rispetto all’anno precedente, ma del 31% in più rispetto al 2000.

Perché optare per l’aumento del seno?

[misurazione per chirurgia del seno]

L’aumento del seno è fatto per:

  • Ingrandisci i seni che sono naturalmente piccoli
  • Ripristina le dimensioni e la forma del seno dopo la gravidanza, la perdita di peso o l’allattamento
  • Ripristina la simmetria quando i seni sono asimmetrici
  • Ripristina il seno o il seno dopo l’intervento

La chirurgia plastica comprende la chirurgia ricostruttiva e la chirurgia estetica.

La chirurgia ricostruttiva del seno può essere eseguita come parte del trattamento per il cancro al seno. La chirurgia estetica del seno è fatta per scopi estetici. L’aumento del seno è normalmente un intervento di chirurgia estetica.

Nel 2007, uno studio condotto da ricercatori dell’Università della Florida ha scoperto che l’ingrandimento del seno attraverso la chirurgia estetica aumenta l’autostima delle donne e le loro sensazioni sulla loro sessualità. I risultati sono stati riportati in.

Cosa sono le protesi mammarie?

Una protesi mammaria è una protesi medica posizionata all’interno del seno per aumentare, ricostruire o creare la forma fisica del seno.

[protesi mammaria]

Esistono tre tipi principali di protesi mammarie:

Gli impianti salini sono riempiti con una soluzione salina sterile, come l’acqua salata. La soluzione è contenuta in un guscio di silicone elastomerico. Questi impianti possono essere riempiti con diverse quantità di soluzione salina. Ciò influenza la sensazione, la fermezza e la forma del seno.

Se una protesi salina perde, la soluzione sarà assorbita ed espulsa dal corpo in modo naturale.

Gli impianti riempiti di gel di silicone consistono in un guscio esterno in silicone riempito con un gel di silicone. Se un impianto riempito di silicone perde, il gel rimarrà nel guscio o sfuggirà nella tasca della protesi mammaria. Un impianto con perdite di silicone può o non può collassare.

I pazienti che scelgono questo tipo di impianto dovrebbero effettuare controlli più regolari con il proprio medico rispetto a quelli su impianti con soluzione salina. Una risonanza magnetica o ecografia può controllare le condizioni degli impianti.

Gli impianti compositi alternativi possono essere riempiti con corde di polipropilene, olio di soia o altro materiale.

Cosa aspettarsi

L’aumento del seno è un tipo di chirurgia, quindi i pazienti devono pensare attentamente prima di optare per la procedura.

[le protesi mammarie sono inserite]

Prima dell’intervento chirurgico, il chirurgo dovrebbe aiutare il paziente a scegliere la dimensione dell’impianto necessario. Questo può essere fatto inserendo protesi di diverse dimensioni in un reggiseno, per vedere come si sentono.

Normalmente viene utilizzato un anestetico generale, in modo che il paziente dorma durante l’intervento. A volte viene utilizzato anestetico locale e il paziente è sveglio.

Opzioni di incisione

Il chirurgo e il paziente devono discutere le opzioni di incisione.

Sono possibili le seguenti opzioni:

  • Incisione inframmammaria, eseguita nella piega sotto il seno
  • Incisione transaxillare, sotto l’ascella
  • Incisione periareolare, intorno al capezzolo

La scelta dell’incisione dipende da diversi fattori, tra cui la quantità di allargamento, l’anatomia del paziente, il tipo di impianto e la preferenza del chirurgo-paziente.

Inserimento e posizionamento dell’impianto

La protesi mammaria viene inserita in una tasca.

Esistono due tipi di posizionamento:

Un posizionamento sottomuscolare va sotto il muscolo pettorale. Il recupero potrebbe richiedere più tempo e potrebbe esserci più dolore dopo l’operazione.

Una posizione submammaria o subglandolare va dietro al tessuto mammario, sopra il muscolo pettorale.

Chiusura delle incisioni

Il chirurgo chiude le incisioni con suture a strati, o punti, nel tessuto mammario. Punti, adesivi per la pelle e nastro chirurgico chiudono la pelle e la tengono chiusa.

All’inizio, le linee di incisione saranno visibili, ma queste svaniranno col tempo.

Valutare i risultati

La chirurgia lascerà qualche gonfiore, ma questo dovrebbe risolversi entro due settimane. Anche le linee di incisione svaniranno. Dopo questo, il paziente sarà in grado di decidere se la procedura ha soddisfatto le sue aspettative.

Recupero

Man mano che l’anestetico svanisce, al paziente verranno somministrati antidolorifici per alleviare il dolore.

Dopo un’anestesia generale, il paziente non sarà in grado di guidare. Dovrebbero fare in modo che un amico li porti a casa.

Le suture assorbibili o solubili di solito scompaiono entro 6 settimane.

Se il paziente ha punti di sutura che non si sciolgono o se i tubi di drenaggio sono posizionati vicino al seno, sarà necessario un appuntamento di follow-up per rimuoverli.

L’equipe medica dovrebbe fornire le seguenti informazioni:

  • Come prendersi cura del seno dopo la procedura
  • Come usare i farmaci prescritti
  • Quando partecipare a una visita di controllo
  • Quando chiamare il medico

Il paziente deve rivolgersi immediatamente a un medico se sperimenta:

  • qualsiasi segno di infezione, come febbre o calore e arrossamento nell’area del seno
  • dolori al petto, battiti cardiaci insoliti o mancanza di respiro

Il paziente non deve impegnarsi in attività fisiche faticose per circa 6 settimane.

Il medico può consigliare alcuni esercizi post-operatori, come flettere e muovere le braccia, per alleviare il dolore e il disagio, e anche quale tipo di reggiseno indossare.

Rischi e complicazioni

Ogni procedura chirurgica ha dei rischi.

Tra i pazienti sottoposti a ricostruzione mammaria, il 46% delle donne con protesi in gel di silicone e il 21% di quelle con impianti salini ha avuto almeno una operazione aggiuntiva entro 3 anni.

L’otto per cento delle donne con protesi saline e il 25 per cento di quelle con protesi al silicone ha subito un intervento chirurgico per rimuovere i dispositivi.

Quasi il 50% di coloro che hanno un aumento del seno cosmetico sperimentano una sorta di complicazione, ad esempio dolore, indurimento, infezione o la necessità di un ulteriore intervento chirurgico.

Alcuni dei rischi e complicazioni associate all’aumento del seno sono:

[chirurgia del seno]

  • Seno doloroso
  • Infezione
  • La sensazione nel seno, i capezzoli o entrambi possono cambiare temporaneamente
  • Rotture o perdite dell’impianto
  • emorragia
  • Accumulo di liquidi

La contrattura capsulare si riferisce a un indurimento dell’area intorno all’impianto. Può distorcere la forma dell’impianto e può causare dolore.

Le cicatrici possono diventare rosse, spesse e dolorose. A volte richiedono un ulteriore intervento chirurgico.

Impianti e cancro al seno

La FDA (Food and Drug Administration) statunitense sta studiando rapporti secondo cui le donne con protesi mammarie riempite con gas salino e silicone hanno un rischio più elevato di sviluppare linfoma anaplastico a grandi cellule.

In Australia, dicono la FDA, ci sono stati 46 casi confermati di questo raro tipo di cancro e 3 decessi. I dati suggeriscono che il rischio di sviluppare questo tipo di cancro varia da 1 su 1.000 a 1 su 10.000 donne con protesi mammarie. Secondo il governo australiano, sono stati segnalati 23 casi tra il 2011 e il 2016.

Posso ancora allattare al seno con impianti

Ci sono stati timori che l’aumento del seno possa influenzare la capacità di una donna di allattare.

L’Institute of Medicine (IOM) afferma che le donne che hanno avuto protesi mammarie hanno una probabilità tre volte maggiore rispetto alle altre donne di avere una fornitura di latte inadeguata per l’allattamento.

Per quanto riguarda la sicurezza del latte materno, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) non hanno aggiornato le informazioni pubblicate nel 2009 affermando che “non ci sono prove sufficienti per giustificare la classificazione delle protesi al silicone come controindicazione all’allattamento al seno”.

Tuttavia, alcuni bambini nati e allattati da donne che avevano impianti sono stati trovati ad avere livelli più elevati di tossine nel sangue rispetto ai fratelli nati prima degli impianti.

Altri problemi

Vi è una certa preoccupazione che le tossine possano portare a sintomi neurologici nelle donne, portando forse a problemi di pensiero e memoria.

La pelle del seno sopra l’impianto può incresparsi o incresparsi, specialmente nelle donne molto magre o che improvvisamente perdono molto peso.

Se una donna sceglie di rimuovere gli impianti, i suoi seni possono sembrare meno attraenti rispetto a prima dell’intervento. Se gli impianti si rompono, la chirurgia di rimozione può significare una perdita di tessuto mammario.

La chirurgia per l’aumento del seno può essere costosa. L’ASPS nota che nel 2015 il costo medio era di $ 3,822 e il costo per la rimozione dell’impianto era di $ 2,380. Le donne i cui impianti si logorano dovranno anche considerare il costo della sostituzione.

Scegliere un chirurgo

È importante scegliere un chirurgo autorizzato e riconosciuto da una competente associazione professionale di chirurgia plastica.

I chirurghi negli Stati Uniti dovrebbero appartenere a un’associazione professionale.

I pazienti devono controllare che un medico:

  • Ha la certificazione con l’American Board of Cosmetic Surgery (ABCS) o l’American Society of Plastic Surgeons (ASPS)
  • Ha esperienza e formazione professionale nel tipo di chirurgia di cui hanno bisogno
  • Funziona solo in strutture mediche accreditate
  • Conforme a un rigido codice etico
  • Aderisce ai requisiti di educazione medica, compresi gli standard e le innovazioni nella sicurezza dei pazienti

L’ASPS sottolinea che man mano che aumenta la consapevolezza di altre opzioni, meno donne possono optare per l’aumento del seno. Tra il 2000 e il 2015, ad esempio, il numero di lifting del seno è aumentato dell’89%, da 52.836 a 99.614.

Like this post? Please share to your friends: