Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa dovresti sapere sull’ipertermia?

L’ipertermia si riferisce a un gruppo di condizioni legate al calore caratterizzate da una temperatura corporea anormalmente elevata – in altre parole, l’opposto dell’ipotermia.

La condizione si verifica quando il sistema di regolazione del calore corporeo viene sopraffatto da fattori esterni, causando l’aumento della temperatura interna della persona.

L’ipertermia è considerata separata dalle condizioni in cui le fonti interne del corpo, come l’infezione, i problemi di regolazione del calore e le reazioni avverse ai farmaci o le overdose causano una temperatura corporea elevata.

Nell’uomo, la temperatura corporea interna varia da 95,9 ° F a 99,5 ° F durante il giorno, o da 35,5 ° C a 37,5 ° C. Al contrario, le persone con un certo livello di ipertermia hanno una temperatura corporea superiore a 38 ° C.

Fatti veloci sull’ipertermia:

  • Una temperatura corporea superiore a 104 ° F (40 ° C) è definita come grave ipertermia.
  • L’esaurimento da calore è uno degli stadi più gravi dell’ipertermia.
  • Qualsiasi attività che implichi esercizio in ambienti caldi e umidi aumenta il rischio di questa condizione.

Quali sono i sintomi?

esausto corridore maschio

I sintomi dell’ipertermia dipendono dallo stadio che ha raggiunto o da quanto il corpo è surriscaldato. I sintomi di surriscaldamento possono svilupparsi molto rapidamente o nel corso di ore o giorni.

Mentre il corpo tenta di raffreddarsi con la sudorazione, il sudore porta con sé acqua e sali cruciali chiamati elettroliti, provocando la disidratazione.

Una leggera disidratazione tende a causare sintomi minori, come mal di testa e crampi muscolari.

Una grave disidratazione, tuttavia, può privare il corpo della sua capacità di raffreddarsi. Senza trattamento, ciò può comportare temperature corporee pericolosamente alte e condizioni potenzialmente letali, tra cui insufficienza d’organo e morte.

I tipi di ipertermia e i loro sintomi associati includono:

Calore alla fatica e crampi

Questo stadio di ipertermia provoca:

  • sudorazione eccessiva
  • esaurimento
  • pelle arrossata o rossa
  • crampi muscolari, spasmo e dolore
  • mal di testa o lieve sensazione di testa vuota
  • nausea

Caldo esaurimento

L’esaurimento da calore, se non trattato, può causare un colpo di calore, che è una condizione pericolosa per la vita.

I sintomi dell’esaurimento da calore includono:

  • pelle fredda, pallida, bagnata
  • sudorazione estrema o pesante
  • impulso veloce ma debole
  • nausea, vomito e diarrea
  • mal di testa
  • crampi muscolari
  • esaurimento
  • debolezza
  • sete intensa
  • vertigini
  • minzione meno frequente e urine scure
  • difficoltà a prestare attenzione o concentrazione
  • lieve gonfiore dei piedi e delle caviglie o delle dita e delle mani
  • svenimento o perdita di coscienza

Colpo di calore

Senza trattamento, il colpo di calore può portare a complicazioni pericolose, specialmente nei bambini piccoli, quelli il cui sistema immunitario è compromesso e le persone di età superiore ai 65 anni.

L’ipertermia è anche più probabile che causi complicazioni nelle persone con condizioni di calore, cuore e pressione sanguigna.

Con il colpo di calore la temperatura corporea è superiore a 103 ° F a 104 ° F, a seconda della normale temperatura corporea normale di una persona.

La temperatura e molti altri primi segni di colpo di calore sono gli stessi di quelli dell’esaurimento da calore. I sintomi del colpo di calore includono:

  • impulso veloce, forte o polso molto debole
  • respirazione veloce e profonda
  • sudorazione ridotta
  • pelle calda, rossa, bagnata o secca
  • nausea
  • mal di testa
  • vertigini
  • confusione
  • disorientamento
  • visione offuscata
  • irritabilità o sbalzi d’umore
  • mancanza di coordinamento
  • svenire o perdere conoscenza

I sintomi del colpo di calore grave includono:

  • sequestro
  • insufficienza d’organo
  • coma
  • Morte

Un’altra condizione che può verificarsi con un grave colpo di calore è conosciuta come rabdomiolisi. Questo è quando una proteina rilasciata da cellule muscolari scheletriche danneggiate provoca danni ai reni.

Quali sono i trattamenti?

giovane donna sorseggiando acqua di fronte a un ventilatore

Una persona dovrebbe interrompere immediatamente ciò che sta facendo e spostarsi in un luogo fresco e ombreggiato con un buon flusso d’aria se sospetta l’ipertermia.

Le persone dovrebbero rivolgersi al medico se i crampi termici durano più di un’ora dopo che si sono riposati in un luogo fresco.

L’attenzione medica dovrebbe anche essere cercata per i sintomi generali che non migliorano entro 30 minuti dal riposo e dalla cura.

Ulteriori suggerimenti per il trattamento di ipertermia da lieve a moderata includono:

  • sorseggiando acqua fresca o una bevanda elettrolitica
  • allentare o rimuovere gli indumenti in eccesso
  • sdraiarsi e cercare di rilassarsi
  • fare un bel bagno o una doccia
  • ponendo un panno fresco e umido sulla fronte
  • facendo scorrere i polsi sotto l’acqua fredda per 60 secondi
  • non riprendere l’attività fino a quando i sintomi non sono scomparsi
  • mettere impacchi di ghiaccio o comprime sotto le braccia e l’inguine
  • usando una ventola per rinfrescare la pelle

Se si sospetta un colpo di calore o i sintomi persistono, il 911 deve essere chiamato immediatamente o l’individuo deve essere portato al pronto soccorso.

Un’altra persona dovrà aiutare se l’individuo con il colpo di calore è incosciente o molto disorientato.

Le linee guida per il trattamento del colpo di calore includono:

  • trasferirsi in un’area fresca, ombreggiata e ben ventilata
  • stabilire
  • allentare o rimuovere gli indumenti in eccesso
  • chiamare il 911 o cercare assistenza medica
  • non mangiare o bere nulla a meno che non sia pienamente cosciente
  • fare una bella doccia o un bagno
  • usando panni freschi e umidi sulla pelle

Una volta in ospedale, i medici possono somministrare liquidi per via endovenosa contenenti elettroliti ed eventualmente liquidi refrigerati.

Gli individui saranno monitorati attentamente fino a quando i sintomi non si risolvono e la loro temperatura corporea ritorna a un livello sicuro, che può richiedere diverse ore.

Ulteriori farmaci e trattamenti d’emergenza possono essere necessari per i casi gravi o complicati di ictus da calore, inclusi casi di insufficienza d’organo, convulsioni o altre condizioni mediche.

Casi gravi di ipertermia richiedono spesso diversi giorni di ospedalizzazione e monitoraggio fino a quando una persona non è completamente guarita.

Che cosa causa l’ipertermia?

L’ipertermia si verifica quando il corpo non riesce più a rilasciare abbastanza calore per mantenere una temperatura normale.

Il corpo ha diversi meccanismi di coping per sbarazzarsi del calore corporeo in eccesso, respirando in gran parte, sudando e aumentando il flusso sanguigno sulla superficie della pelle.

Ma quando l’ambiente esterno è più caldo dell’interno del corpo, l’aria esterna è troppo calda o umida per accettare passivamente il calore dalla pelle ed evaporare il sudore, rendendo difficile per il corpo liberare il suo calore.

Con il progredire del surriscaldamento, sempre più umidità ed elettroliti vengono persi dal corpo, abbassando la pressione sanguigna e limitando la sudorazione.

Fattori di rischio

L’ipertermia si verifica spesso durante lo sforzo fisico o l’esercizio fisico in un ambiente caldo o umido.

Durante l’attività fisica, la pressione sanguigna aumenta per fornire più ossigeno ai tessuti di lavoro, aumentando la temperatura corporea e la quantità di lavoro che il corpo deve fare per mantenere una temperatura stabile.

Quando combinato con altri fattori, come il caldo che solleva anche la temperatura corporea e riduce la sua capacità di rilasciare calore, non sorprende che l’esercizio fisico possa aumentare la probabilità di surriscaldamento.

Anche se meno comune, l’ipertermia può anche verificarsi mentre qualcuno si riposa, soprattutto durante le ondate di calore estreme. Quelli su determinati farmaci, diete e con alcune condizioni mediche possono anche essere affetti da ipertermia, anche quando sono a riposo.

Oltre a una persona che ha meno di 16 anni o ha più di 65 anni, i fattori di rischio per l’ipertermia comprendono:

  • condizioni immunitarie
  • condizioni cardiache
  • pressione sanguigna o condizioni di circolazione
  • condizioni polmonari, renali e del fegato
  • disidratazione, in particolare la disidratazione cronica
  • condizioni metaboliche
  • diabete
  • ghiandole sudoripare o condizioni di sudorazione
  • obesità
  • assunzione eccessiva di alcol
  • fumo
  • essere sottopeso
  • gastroenterite
  • farmaci diuretici, di solito per la pressione alta o condizioni, come il glaucoma e l’edema
  • farmaci per il sistema nervoso centrale, compresi antistaminici, antipsicotici e beta-bloccanti
  • una dieta a basso contenuto di sodio o una dieta a basso contenuto di sale
  • uso di droghe illecite, in particolare marijuana sintetica

Attività che comportano il maggior rischio di ipertermia

Le attività comuni che aumentano il rischio di ipertermia comprendono:

maratoneti visti dalla vita in giù

  • calcio
  • calcio
  • Rugby
  • cricket
  • maratona o corsa a lunga distanza
  • usando saune e vasche idromassaggio
  • escursioni a piedi
  • bike

Diversi lavori o tipi di lavoro aumentano anche il rischio di ipertermia. Le occupazioni o il lavoro comuni associati ad un aumentato rischio di ipertermia comprendono:

  • il militare
  • costruzione
  • produzione
  • emergenza, compresi i vigili del fuoco, la polizia e le squadre mediche 911
  • agricoltura
  • silvicoltura
  • geometri
  • ambientalisti e biologi sul campo
  • personale del parco e funzionari della fauna selvatica

Queste occupazioni comportano un rischio perché espongono le persone a calore estremo o coinvolgono attrezzature protettive, come attrezzature antincendio che limitano severamente il flusso d’aria e la capacità del corpo di raffreddarsi.

Like this post? Please share to your friends: