Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa dovresti sapere sulle allergie ai capelli

Quando qualcuno ha un’allergia alla tinture per capelli, è più probabile che sia allergico a una delle sostanze chimiche nella tintura piuttosto che all’intero prodotto. La causa più comune di queste reazioni allergiche è la para-fenilendiammina, detta anche PPD.

Il PPD si trova nella maggior parte delle tinture per capelli prodotte commercialmente. Il PPD viene solitamente miscelato con perossido nella tintura per alterare il colore dei capelli. Ciò che accade prima che questa reazione sia completamente completa rende anche la PPD più probabile che interagisca con la pelle e causi una reazione allergica.

PPD può essere trovato in tinture per capelli commerciali sotto molti nomi alternativi. Questi includono nomi come PPDA, 1,4-benzendiammina e base di fenilendiammina.

Un’altra sostanza chimica comune trovata nella tinture per capelli è la para-toluenediamina (PTD), che può essere tollerata meglio della PPD ma può ancora causare una reazione allergica in molte persone.

Fatti veloci sull’allergia alla tintura dei capelli:

  • Il sintomo più comune di allergia alla tintura dei capelli è la dermatite da contatto.
  • Una rapida reazione ai primi segni di un’allergia alla tintura dei capelli può fare la differenza.
  • Idratanti delicati possono aiutare ad alleviare i sintomi della pelle secca o pruriginosa.

Sintomi di allergia alla tintura dei capelli

Allergia alla tintura dei capelli

La dermatite allergica da contatto è una reazione causata dal fatto che la pelle venga toccata da qualcosa a cui è allergica. Una volta sensibilizzato, la pelle interessata diventerà solitamente infiammata e rossa se esposta all’allergene offendente.

Il cuoio capelluto, le orecchie, la barba o il collo possono diventare rossi e infiammati. Anche gli occhi possono prudere e le palpebre possono gonfiarsi mentre la reazione si sviluppa.

La maggior parte delle dermatiti da contatto causate da un’allergia ai capelli è classificata come ipersensibilità di tipo 4 e in genere occorrono ore o più perché i sintomi si manifestino dopo l’esposizione.

Gli alveari possono anche presentarsi dopo l’applicazione di una tinta per capelli. I sintomi di questi sono macchie rosse, sollevate e pruriginose sul corpo. Qualcuno potrebbe avere difficoltà a deglutire e problemi respiratori, come respiro sibilante e starnuti.

Shock anafilattico

È anche possibile, ma molto meno comune, che qualcuno possa avere una reazione allergica immediata, anafilattica o ipersensibilità di tipo 1 alla tinta per capelli, portando a shock anafilattico.

I sintomi possono comprendere alveari, gonfiore del viso e delle vie respiratorie, mancanza di respiro e un calo della pressione sanguigna con una frequenza cardiaca accelerata e probabilmente perdita di coscienza. Lo shock anafilattico può essere fatale e chiunque soffra di questi sintomi necessita di cure mediche immediate.

Diagnosi

Una delle difficoltà nell’identificare una reazione alla PPD è che i sintomi in genere non si manifestano fino a dopo il secondo utilizzo del prodotto.

Il corpo diventa allergicamente sensibilizzato a una sostanza che invade la prima volta che viene utilizzato. Una volta applicata una seconda volta, le reazioni inizieranno a comparire. Le reazioni possono anche peggiorare con più applicazioni del prodotto.

Intolleranza alla tinture per capelli

una donna con eczema sul collo

È anche possibile che le persone che non sono allergiche alla tintura per capelli reagiscano durante l’uso, causando dermatite da contatto non allergica o altri sintomi.

Alcuni tipi di pelle sono più sensibili alle sostanze chimiche, inclusa la PPD. Questo tipo di reazione può essere più comune quando qualcuno cambia marca con diverse formulazioni di colorante.

La maggior parte delle persone scoprirà che la pelle potrebbe diventare secca, allungata o rotta. Il cuoio capelluto può stringere o sentire come se stesse bruciando.

I sintomi di irritazione compaiono solitamente entro 48 ore. Allo stesso tempo, molte persone con intolleranza ai capelli possono avere una reazione quasi immediata al PPD o ad altri componenti della tintura per capelli.

Trattamento per l’allergia alla tintura dei capelli

Se si presentano sintomi di allergia ai capelli, i capelli devono essere lavati immediatamente. Il colorante in eccesso può essere rimosso attraverso più lavaggi delicati con un sapone delicato e abbondante risciacquo con acqua pulita.

Perossido di idrogeno

Può anche aiutare a sciacquare i capelli con una soluzione di perossido di idrogeno al 2% dopo aver lavato l’eccesso. Questo aiuta a ossidare completamente il PPD e renderlo non reattivo. Questo passaggio ha risultati misti e dovrebbe essere evitato se peggiora i sintomi.

Creme ed emollienti

Creme con alcool o altre sostanze chimiche possono irritare la pelle. Creme naturali o semplici impacchi umidi di olio d’oliva e lime possono aiutare.

Creme steroidee possono essere utilizzate per ridurre l’infiammazione con gonfiore e irritazione in caso di reazioni allergiche più forti.

Alcune creme steroidee da banco possono funzionare abbastanza bene da gestire i sintomi se sono meno gravi. Tuttavia, reazioni allergiche più gravi possono richiedere una crema steroidea con prescrizione o eventualmente una terapia steroidea orale.

Quanto durano i sintomi?

I sintomi di ipersensibilità alla tinture per capelli possono durare da pochi giorni a una settimana o più, a seconda della gravità della reazione.

Alternative sintetiche e naturali alla PPD

Molte alternative ai coloranti per capelli contenenti PPD sono sul mercato, anche se le opzioni di colore potrebbero essere più limitate.

Sono sostanze chimiche correlate alla PPD, come l’idrossietil-p-fenilendiammina solfato (HPPS), o non contengono affatto PPD, e funzionano penetrando in profondità nei capelli e macchiandoli. Alcuni di questi coloranti alternativi sono disponibili solo in intervalli di colore limitati, quindi potrebbero non funzionare per tutti.

alcanna

L’henné è un’altra opzione per le persone che cercano di evitare il PPD irritante. L’henné vero è fatto di materia vegetale schiacciata.

L’hennè varia solitamente da un colore da arancio a rosso-marrone, a seconda degli altri ingredienti in esso contenuti e da come viene preparato prima di essere applicato.

L’hennè è considerato più allergico, anche se c’è ancora la possibilità di reagire. Un cerotto dovrebbe essere usato per qualsiasi tintura contenente henna se qualcuno vuole essere sicuro.

È anche cruciale essere certi che l’henné sia ​​in realtà un vero henné. Molte aziende aggiungono la PPD oi suoi derivati ​​alle tinture per capelli contenenti l’henné e la commercializzano come l’henné. Questi possono ancora causare una reazione correlata al PPD.

Coloranti semi-permanenti e contenenti piombo

Alcune persone possono tollerare tinture semi-permanenti o tinture per capelli a base di piombo, anche se queste opzioni potrebbero non essere giuste per tutti. Un dermatologo può aiutare a determinare eventuali sostanze chimiche che possono essere giuste per ogni individuo che testano.

Evitare una reazione

Evitare una reazione alle tinture per capelli è facile se si seguono alcuni passaggi. Alcuni o tutti questi metodi possono essere utilizzati per testare le reazioni o evitarle

Precauzioni generali

Utilizzo di guanti per l'allergia alla tintura dei capelli

Le istruzioni per ogni particolare colorante devono essere seguite attentamente per aiutare a prevenire eventuali reazioni causate da un uso scorretto.

È importante non lasciare la tintura per capelli più a lungo di quanto raccomandato. Mentre la maggior parte delle sostanze chimiche nella tinture per capelli sono considerate sicure da usare, lasciare le sostanze chimiche sul cuoio capelluto per troppo tempo può essere irritante per la maggior parte delle persone.

I guanti devono essere indossati ogni volta che si maneggia o si applica la tintura per capelli.

In genere, per la tintura permanente, i capelli e il cuoio capelluto devono essere lavati accuratamente dopo aver completato l’applicazione. Scarso lavaggio e risciacquo lasciano macchie di colore sui capelli e sul cuoio capelluto. Ciò potrebbe causare irritazione se il colorante non necessario viene lasciato reagire sul cuoio capelluto più a lungo del necessario. Possono essere necessari ulteriori lavaggi e risciacqui per accertarsi che tutta la tintura in eccesso venga lavata via dai capelli e dal cuoio capelluto.

Patch test

I patch test sono eseguiti da un medico e comportano l’inserimento di piccole quantità precise di sostanze allergeniche in camere su una piccola porzione della pelle, solitamente la parte superiore della schiena, per verificare eventuali reazioni allergiche.

Con i coloranti ossidanti per capelli, una persona può eseguire un test a domicilio in modo simile, usando la miscela di tintura per capelli. Uno dei posti più semplici da testare è proprio dietro l’orecchio. Seguire le istruzioni del colorante su cosa fare dopo aver applicato la tintura è il modo migliore per garantire un test adeguato.

Qualsiasi irritazione, reazione o sensazione di malessere è un segno che il resto del cuoio capelluto di una persona avrà una reazione negativa al prodotto. Il prodotto dovrebbe essere evitato a favore di un altro tipo di colorante.

Cliniche per allergie

Se il patch test domestico o la tintura dei capelli diventano una necessità regolare, molte persone scelgono di andare in una clinica per le allergie. Le cliniche per le allergie possono eseguire il proprio patch test per determinare quali sostanze chimiche sono intolleranti o allergiche a una persona. L’elenco di possibili sostanze irritanti può quindi essere controllato rispetto agli ingredienti delle tinture per capelli per trovare il migliore per il loro uso.

Porta via

Eventuali sostanze chimiche potenzialmente irritanti dovrebbero essere evitate. Una persona dovrebbe essere testata per assicurarsi che non siano allergici a una sostanza chimica o chimica nella tinture per capelli per prevenire una reazione. Evitare l’uso ulteriore del prodotto è la chiave per prevenire il ripetersi di una reazione allergica.

Like this post? Please share to your friends: