Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa non dovresti mangiare per IBS?

La sindrome dell’intestino irritabile o IBS è una condizione medica in cui una persona avverte sintomi addominali frequenti, come diarrea, stitichezza o entrambi.

Mentre i medici non sanno quale sia la causa esatta della condizione, sanno che è un disturbo che influenza il modo in cui il cervello e l’intestino interagiscono.

Quando una persona ha IBS, può notare che determinati alimenti sembrano innescare o peggiorare la loro condizione.

Quali sono gli alimenti che innescano l’IBS?

Sebbene questi alimenti possano essere diversi per ogni persona, i medici hanno identificato alcuni comuni cibi “trigger” che tendono a causare sintomi digestivi rispetto ad altri.

Se una persona spera di controllare meglio l’IBS, potrebbe voler eliminare alcuni o tutti questi alimenti, quindi reintrodurli, uno alla volta, per identificare quelli che potrebbero peggiorare i loro sintomi.

Alimenti da evitare

Vari prodotti lattiero-caseari da evitare nella dieta IBS, compresi formaggi, latte, panna e burro.

Molti medici raccomandano quella che viene chiamata una dieta FODMAP bassa per evitare di innescare i sintomi IBS. FODMAP è un acronimo che sta per fermentabili, oligo-, di-, e monosaccaridi e polioli.

Questi nomi rappresentano diversi carboidrati noti per peggiorare i sintomi dell’IBS provocando gas, mal di stomaco e peggiorano anche la stitichezza. Se una persona ha l’IBS, potrebbe voler parlare con il proprio medico o lavorare con un dietologo per determinare se una dieta a basso FODMAP potrebbe giovarli e migliorare i sintomi.

Di seguito sono elencati 16 alimenti da evitare con una dieta a basso FODMAP:

  • mele
  • dolcificanti artificiali come sorbitolo, maltitolo o xilitolo
  • stufato di fagioli
  • broccoli
  • cavolo
  • bevande gassate
  • cavolfiore
  • Ceci
  • insalata di cavolo
  • lattosio in latticini, come latte, gelato, panna acida e ricotta
  • Lenticchie
  • pere
  • crauti
  • semi di soia
  • anguria
  • pizza e altri cibi fritti

Questi sono esempi degli alimenti più comuni noti per causare disturbi allo stomaco quando una persona ha IBS. Una persona potrebbe voler tenere un diario alimentare e dei sintomi.

In un diario, possono scrivere tutti i cibi che mangiano e se hanno dei sintomi dopo averli mangiati. Guardando indietro nel corso di diversi giorni di diario alimentare, una persona potrebbe essere in grado di identificare i cibi trigger che peggiorano i loro sintomi.

Swap per alimenti trigger

Mirtillo e muesli cereale topping ciotola di yogurt.

Avere IBS non significa che una persona non possa mangiare verdure o frutta. Tuttavia, possono cucinare cibi a basso contenuto di FODMAP e cercare di ordinarli quando sono fuori.

Esempi di alcuni swap da effettuare quando una persona ha IBS possono includere:

  • Scegli frutta a basso contenuto di FODMAP, tra cui banane, mirtilli, melone, uva, arance, kiwi e fragole.
  • Mangi le verdure, specialmente le carote, le melanzane, i fagioli verdi, gli spinaci, la zucca e le patate dolci.
  • Aumentare l’assunzione di calcio mangiando yogurt invece di altri alimenti contenenti lattosio. I batteri naturali presenti nello yogurt possono aiutare ad abbattere le cause del disagio di IBS per alcune persone.
  • Sostituire il burro nelle ricette per l’olio d’oliva. Una persona può sostituire in genere circa tre quarti del burro in una ricetta per l’olio d’oliva. Ad esempio, se una ricetta richiede metà del burro (4 cucchiai), una persona può usare 3 cucchiai di olio d’oliva e 1 cucchiaio di burro.
  • Sostituire il latte di mucca per le opzioni senza lattosio, come riso, soia, mandorle o latte d’avena.
  • Limitare o evitare i dolcificanti artificiali, come il sorbitolo, il maltitolo e lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, poiché questi possono interrompere il microbioma intestinale e peggiorare i sintomi dell’IBS. Sostituire con sciroppo d’acero (senza HFC) o stevia, che è considerato FODMAP basso.

Mentre una persona potrebbe non essere in grado di eliminare tutto il cibo trigger in una ricetta, utilizzando la quantità minima possibile può aiutare a ridurre i sintomi.

Evitare cibi grilletti nei ristoranti

Persona che mangia fuori al ristorante che ordina dal menu.

Andare in un ristorante può essere un’esperienza stressante per una persona con IBS. Vogliono divertirsi e cenare o pranzare, ma potrebbero aver paura dei grilletti nascosti aggiunti ai piatti.

Oltre a leggere attentamente il menu per evitare ingredienti noti a peggiorare i sintomi dell’IBS, una persona potrebbe dover fare più domande o richiedere sostituzioni per avere un’esperienza più piacevole.

Alcuni suggerimenti per l’ordinazione nei ristoranti includono:

  • Chiedere un menu senza lattosio o senza glutine: i prodotti contenenti glutine possono essere un fattore scatenante per alcune persone con IBS. Guardando solo un menu senza glutine, una persona ha maggiori probabilità di trovare alimenti che possano mangiare tranquillamente.
  • Chiedendo la “base” delle zuppe: questo determina se la crema, che contiene lattosio, è stata aggiunta. Ordinare minestre a base di brodo può aiutare a ridurre il disagio.
  • Chiedendo cosa è stato usato per preparare le verdure: controllare gli ingredienti in un mix di verdure ed evitare di mangiare verdure note per peggiorare l’IBS.
  • Chiedendo se ci sono ingredienti aggiunti: questo succede con gli hamburger, che possono includere ingredienti problematici, come briciole di pane o cipolle, che possono entrambi peggiorare i sintomi dell’IBS.
  • Ordinare cibi grigliati invece di cibi fritti: la ridotta quantità di grassi da grigliata a fritta può aiutare a ridurre il disagio allo stomaco.

Alcune persone possono scegliere di portare il condimento per l’insalata da casa in un piccolo contenitore da viaggio, per evitare potenziali additivi per condimento o condimento per l’insalata. Ad esempio, un condimento balsamico senza glutine può essere delizioso con pollo o bistecca alla griglia e verdure a basso contenuto di FODMAP.

Una persona potrebbe anche dover cercare il menu di un ristorante prima di andare lì. Se ci sono poco o nessun cibo che potrebbero mangiare comodamente, potrebbe essere necessario suggerire una struttura alternativa più adatta.

Porta via

Secondo un articolo in, circa il 10-15% delle persone nel mondo industrializzato con un disturbo gastrointestinale soffre di IBS. Mentre la dieta non è l’unico fattore scatenante, può giocare un ruolo nei sintomi di una persona.

Identificando i fattori scatenanti del cibo ed evitando cibi noti per peggiorare l’IBS, una persona può godersi una serata senza timore di dover correre in bagno o provare fastidi allo stomaco per tutta la notte.

Like this post? Please share to your friends: