Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa sapere sull’osteoartrite tricompartimentale

L’artrosi tricompartimentale si verifica quando tutti e tre i compartimenti del ginocchio sono affetti da sintomi di artrite.

La condizione provoca cambiamenti degenerativi nell’articolazione. A causa della sua natura diffusa, l’artrosi tricompartimentale può essere più grave di altre forme di artrosi.

In questo articolo, diamo uno sguardo approfondito all’osteoartrite tricompartimentale, inclusi i sintomi, le cause, la diagnosi e il trattamento per questa condizione dolorosa.

Cos’è l’artrosi tricompartimentale?

L'uomo tiene il ginocchio a causa dell'osteoartrite tricompartimentale

L’artrosi, o osteoartrosi, è la condizione più comune che colpisce le articolazioni. Secondo la Arthritis Foundation, l’osteoartrite colpisce circa 27 milioni di persone negli Stati Uniti.

La condizione più comunemente colpisce le ginocchia e viene anche chiamata artrite da usura, poiché si verifica a causa della cartilagine delle articolazioni che si rompe nel tempo.

Questo processo di usura e strappo è indicato come cambiamenti degenerativi e porta a sintomi che includono rigidità, dolore e versamento articolare o una maggiore quantità di liquido nell’articolazione.

Quattro ossa si incontrano al ginocchio. La tibia e la fibula si connettono da sotto l’articolazione. Il femore si connette dall’alto e la rotula o la rotula si trova proprio sopra il femore e la cartilagine di collegamento.

L’incontro di queste ossa crea i tre compartimenti nel ginocchio:

  • compartimento femoro-rotulea, dove la rotula e il femore si incontrano
  • compartimento femorotibiale mediale o l’interno del ginocchio
  • compartimento femorotibiale laterale o esterno del ginocchio

L’osteoartrosi può verificarsi in uno di questi compartimenti, ma l’artrosi tricompartimentale si verifica quando tutti e tre i compartimenti del ginocchio sono interessati.

L’artrosi tricompartimentale è spesso considerata peggiore rispetto ad altre forme di osteoartrite, poiché l’intera area del ginocchio è interessata e la perdita di cartilagine o la parete sinoviale o articolare può essere più diffusa.

Sintomi

L’osteoartrite causa la logoramento della cartilagine e della sinovia nel ginocchio, spesso portando a speroni ossei che crescono al loro posto. La cartilagine può anche diventare ruvida o danneggiarsi completamente. Questo processo peggiora nel tempo e spesso causa sintomi, tra cui:

  • dolore e infiammazione localizzati
  • versamento articolare o acqua sul ginocchio
  • condrosi, dove la cartilagine morbida o liscia si rompe
  • rigidità articolare e difficoltà a muovere l’articolazione, specialmente dopo lunghi periodi di inattività
  • speroni ossei o esostosi nel ginocchio che possono essere visti su immagini a raggi X.
  • ginocchia che si bloccano a causa di speroni ossei
  • debolezza o cedimento delle ginocchia
  • un cambiamento di andatura, tipicamente un’andatura a piedi con ginocchiate o con gambe a ciotola

I sintomi possono peggiorare dopo essere stati seduti o riposati per un lungo periodo, e il tipo di impatto degli esercizi può anche causare più dolore e gonfiore nell’articolazione.

Diagnosi

Medico che esamina il ginocchio per diagnosticare l'artrosi tricompartimentale

Per diagnosticare correttamente l’osteoartrite tricompartimentale, un medico può prima fare domande ed eseguire un esame fisico.

L’artrosi comporta dolore al ginocchio e molti altri sintomi, quindi i medici possono chiedere se la persona ha sintomi come:

  • cracking o scoppiettante nel ginocchio
  • sensazione di grattugia ogni volta che si sposta il ginocchio
  • rigidità alle ginocchia al mattino o dopo periodi di seduta o riposo
  • tenerezza e gonfiore nella zona
  • sentirsi come se le articolazioni fossero più fredde del normale

I medici utilizzeranno spesso test di imaging, come i raggi X, per confermare la diagnosi. Cercheranno eventuali segni di cartilagine che si sono consumati o crescite ossee extra dove dovrebbe essere la cartilagine. L’osteoartrite può essere più difficile da diagnosticare nelle fasi iniziali, ma più facile nelle fasi successive.

Se c’è ancora qualche dubbio, i medici possono raccomandare una scansione dei tessuti molli, utilizzando uno scanner MRI, per controllare a fondo i legamenti, la cartilagine e la sinovia.

Cause e fattori di rischio

L’osteoartrosi può verificarsi a causa della normale usura delle articolazioni, quindi chiunque può potenzialmente essere diagnosticato il disturbo. Tuttavia, alcuni fattori di rischio possono rendere più probabile la diagnosi.

  • Età. I sintomi dell’osteoartrite si sviluppano nel tempo, quindi le articolazioni di una persona anziana possono essere più usurate rispetto a quelle di un giovane, aumentando il rischio di osteoartrosi. Rimanere attivi, allungarsi o fare esercizi a basso impatto può aiutare a rallentare la normale degenerazione man mano che qualcuno invecchia.
  • Obesità. Portare un peso extra intorno può essere duro sulle articolazioni, specialmente sui fianchi e sulle ginocchia, che sono articolazioni portanti. La perdita di peso può aiutare a ridurre l’impatto sulle articolazioni e ridurre i sintomi. Uno studio recente pubblicato sulla rivista ha indicato che la perdita di solo il 10 percento del peso corporeo può ridurre i sintomi, compreso il dolore, e aumentare la funzione fisica nell’articolazione.
  • Geni. Anche i geni di una persona possono avere un ruolo. Qualcuno con un parente stretto che ha o ha avuto l’osteoartrite può avere maggiori probabilità di sperimentarlo da sé.
  • Sesso. Una recensione pubblicata sulla rivista ha rilevato che il sesso e gli ormoni potrebbero avere un ruolo nell’osteoartrosi, con le donne che hanno maggiori probabilità di soffrire di artrosi del ginocchio rispetto agli uomini, sebbene non sia chiaro perché ciò avvenga. Le donne che attraversano la menopausa possono anche avere maggiori probabilità di manifestare sintomi, portando i ricercatori a credere che ormoni, come gli estrogeni, possano svolgere un ruolo.
  • Attività stressanti L’attività fisica particolarmente impegnativa per le ginocchia può essere un fattore di rischio per maggiori danni da usura e strappi. Il lavoro manuale, il trasporto di carichi pesanti o esercizi ad alto impatto come la corsa possono essere rischi per alcune persone nel tempo.
  • Lesioni traumatiche Lesioni direttamente al ginocchio o in una zona che colpisce indirettamente il ginocchio, come il piede o la gamba, possono essere un fattore di influenza nei sintomi dell’osteoartrite più tardi nella vita.
  • Anomalie alla nascita.Alcune persone possono nascere con anomalie nelle ossa, nelle cartilagini, nei legamenti o nella sinovia che le rendono più probabili nei sintomi di osteoartrite più tardi nella vita.

Trattamento

Uomo che usa un impacco di ghiaccio sulle sue ginocchia

Attualmente non esiste una cura per l’osteoartrosi poiché la cartilagine non può essere sostituita una volta erosa.

Il trattamento ottimale per l’artrosi tricompartimentale varia in base alla gravità della condizione. Il trattamento di solito comporta la gestione dei sintomi, la prevenzione della progressione del disturbo o la chirurgia.

I seguenti trattamenti possono aiutare con i sintomi dell’osteoartrite:

  • Ghiaccio e calore. Il dolore e il gonfiore alle ginocchia possono rispondere bene a ghiaccio e impacchi di calore in diversi momenti della giornata. L’elevazione può anche ridurre il gonfiore intorno al ginocchio.
  • Antidolorifici. In molti casi gli antinfiammatori e gli antidolorifici da banco (OTC) possono ridurre il dolore e il gonfiore. Farmaci soggetti a prescrizione e inibitori della COX-2 possono aiutare se le versioni OTC non sono efficaci.
  • Iniezioni di corticosteroidi. Un medico può iniettare corticosteroidi direttamente nel ginocchio per alleviare il dolore e l’infiammazione se altri farmaci non hanno funzionato.
  • Cambiamenti nello stile di vita Una persona può ridurre lo stress sul ginocchio evitando esercizi ad alto impatto e sostituendoli con quelli a basso impatto, ad esempio il nuoto o il ciclismo. L’esercizio a basso impatto può rafforzare le aree attorno all’articolazione per ridurre l’impatto sull’articolazione stessa.
  • Dispositivi medici. L’utilizzo di dispositivi medici può aiutare a ridurre la pressione nelle articolazioni. Questi possono includere bastoncini per camminare, indossare scarpe che assorbono gli urti o solette con zeppa, o usare una manica o un tutore per stabilizzare il ginocchio.
  • Iniezione al ginocchio. Un medico può somministrare un’iniezione, una forma di ialagano, nel ginocchio per migliorare i sintomi.
  • Chirurgia. In casi ben avanzati o che non rispondono ad altri trattamenti, la chirurgia può essere raccomandata. Di solito è riservato alle persone che non possono funzionare a causa di artrosi, poiché la chirurgia al ginocchio può essere complicata.

Se un medico consiglia un intervento chirurgico per l’artrosi tricompartimentale, ciò comporta spesso una sostituzione totale del ginocchio o l’artroplastica totale del ginocchio. In questo intervento chirurgico, i medici sostituiscono l’osso danneggiato e l’articolazione con un giunto di plastica e metallo.

Possono essere necessari diversi mesi per riprendersi dall’artroplastica totale del ginocchio. Regolari sessioni di terapia fisica aiuteranno a rafforzare le gambe e consentire a una persona di camminare normalmente di nuovo.

prospettiva

L’artrosi è una condizione degenerativa cronica comune, attualmente senza una cura completa. I sintomi dell’osteoartrite tricompartimentale interessano l’intero ginocchio e possono essere più diffusi.

Gestire questi sintomi può essere d’aiuto in molti casi e il mantenimento di uno stile di vita sano può anche rallentare la progressione del disturbo. La chirurgia può aiutare a ripristinare la funzionalità del ginocchio interessato se altri interventi non funzionano.

Like this post? Please share to your friends: