Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa significa test del sangue SGOT?

Il test SGOT è un esame del sangue. Aiuta a determinare quanto bene funzioni il fegato misurando i livelli di aspartato aminotransferasi nel sangue. Troppo di questo enzima può indicare un problema, come il danno al fegato.

L’aspartato aminotransferasi (AST) è un enzima presente principalmente nel fegato e nel cuore. In misura minore, è presente anche in altre parti del corpo, compresi i reni e i muscoli. Questo enzima è anche chiamato transaminasi glutammico-ossalacetica (SGOT) sierica.

La maggior parte delle persone ha bassi livelli di questo enzima. Tuttavia, quando le cellule del fegato sono danneggiate o danneggiate, espellono l’AST extra nel sangue.

Dati rapidi sui test SGOT:

  • L’enzima noto come SGOT contribuisce al funzionamento delle cellule del fegato. Aiuta anche il cuore e i reni, in misura minore.
  • SGOT aiuta anche il cuore e i reni, in misura minore.
  • Bassi livelli di SGOT nel sangue sono relativamente comuni e non preoccupanti.

Gamme di SGOT sane

Quando i risultati del test sono in, gli intervalli SGOT di una persona possono essere classificati come normali, alti o bassi. Questi intervalli variano a seconda del sesso di una persona. Le gamme normali differiscono anche tra i laboratori.

Tuttavia, i medici tendono ad accettare i seguenti intervalli come normali:

  • Maschi: da 10 a 40 unità per litro (U / L)
  • Femmine: da 9 a 32 U / L

Cosa significano i risultati?

Medico in ufficio con paziente spiegando i risultati dei test SGOT mentre si punta al modello di fegato.

Il medico può verificare contemporaneamente i livelli di un altro enzima epatico. Questo enzima è chiamato alanina aminotransferasi (ALT). Se entrambi i livelli ALT e SGOT sono alti, potrebbe indicare che una persona ha una delle seguenti condizioni:

  • danni epatici estesi da tossine come alcol o antidolorifici da banco
  • epatite acuta
  • malattia della cistifellea
  • cancro
  • nelle donne in gravidanza, nella preeclampsia o nella sindrome HELLP, che è definita dalle sue caratteristiche: emolisi, aumento degli enzimi epatici e basso numero di piastrine.

Livelli elevati di SGOT senza alti livelli di ALT possono indicare i seguenti problemi:

  • pancreatite
  • danni al cuore, probabilmente da un attacco di cuore
  • malattie renali
  • lesioni muscolari

Se i risultati del test mostrano livelli elevati di SGOT, il fegato o un altro organo che produce l’enzima possono essere danneggiati a causa di malattia o lesioni.

Perché viene eseguito il test SGOT?

I medici utilizzano principalmente il test SGOT per verificare e valutare i problemi al fegato. La proteina SGOT è principalmente prodotta nel fegato. Quando il fegato è danneggiato o malato, SGOT può fuoriuscire dal fegato nel sangue. Quando ciò accade, i livelli nel sangue saranno più alti del normale.

Se una persona ha problemi cardiaci o renali, i livelli di SGOT possono essere particolarmente alti. Per escludere questi problemi, i medici ordinano spesso un controllo del secondo enzima epatico, ALT, allo stesso tempo. Se entrambi i livelli sono alti, indica un problema con il fegato di una persona. Se solo i livelli SGOT sono alti, questo potrebbe indicare un problema con un altro organo o sistema.

I medici ordinano comunemente il test se sospettano che una persona abbia una delle seguenti condizioni:

  • epatite
  • cirrosi
  • danno al fegato causato dall’alcolismo
  • danno al fegato causato da droghe

Come viene eseguito il test SGOT?

Campione di sangue ematico SGOT etichettato dal tecnico di laboratorio.

Il test SGOT è molto semplice e una persona può aspettarsi che sia come qualsiasi altro esame del sangue. Un tecnico posizionerà la persona su una sedia e legherà una fascia elastica attorno al braccio.

Il tecnico esaminerà quindi il braccio per una vena adatta. Dopo aver trovato la vena, puliranno il sito con un batuffolo di alcol.

Il tecnico inserirà quindi un piccolo ago nella vena e attirerà il sangue. L’estrazione non richiederà molto tempo, solo un paio di minuti.

Quando una fiala si è riempita di sangue, il tecnico rimuoverà l’ago e istruirà la persona a tenere una garza contro il sito dell’inserzione. Il tecnico rimuoverà l’elastico e fisserà la garza con del nastro medico.

Preparazione

Poiché il test SGOT è semplice, non è necessaria alcuna preparazione speciale. Tuttavia, una persona può adottare misure per garantire che il test vada liscio.

Evitare farmaci da banco, compresi antidolorifici come l’ibuprofene o il paracetamolo, per 2 giorni prima del test SGOT. Se il test viene eseguito senza preavviso, una persona dovrebbe informare il proprio medico che ha assunto di recente farmaci da banco.

Rimanere idratato prima di qualsiasi analisi del sangue. Bere molta acqua il giorno del test può rendere più facile il prelievo di sangue.

Indossare una camicia ampia o a maniche corte, per consentire un più facile accesso alle vene nel gomito.

rischi

Come con qualsiasi analisi del sangue, pochissimi rischi sono associati al test SGOT. Loro includono:

  • sanguinamento nel sito del prelievo di sangue
  • lividi minori
  • sentirsi svenire

Una persona ha meno probabilità di svenire se è ben idratata. Sanguinamento e lividi sul sito sono normalmente molto minori e tendono a risolversi da soli.

Test di follow-up

Un medico spesso ordina test che coincidono con il test SGOT o lo seguono. Questo per aiutare a garantire una corretta diagnosi e determinare il miglior corso di trattamento. Questi test possono includere:

  • Conta piastrinica: bassi livelli piastrinici possono indicare una malattia epatica o, durante la gravidanza, la sindrome di HELLP.
  • Pannello di coagulazione: misura il funzionamento delle proteine ​​legate alla coagulazione prodotte dal fegato.
  • Pannello metabolico completo: valuta l’efficacia dei reni e del fegato e mostra i livelli di elettroliti.
  • Test della bilirubina: controlla i livelli di un sottoprodotto creato quando il fegato scompone i globuli rossi.
  • Test del glucosio: quando il fegato non funziona bene, i livelli di glucosio possono essere bassi.

Un medico può dare un’occhiata più da vicino al fegato di una persona con un’ecografia. L’estensione dei test di follow-up dipenderà dai risultati di una persona.

Like this post? Please share to your friends: