Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa sono le beta-lattamasi a spettro esteso (ESBL)?

Le beta-lattamasi a spettro esteso, o ESBL, sono enzimi prodotti da alcuni tipi di batteri. Questi enzimi possono abbattere gli ingredienti attivi in ​​molti comuni antibiotici, rendendoli inefficaci.

Esistono almeno 200 diversi tipi di enzimi ESBL. I ricercatori hanno ancora molto da imparare su di loro, in parte perché le infezioni che coinvolgono ESBL sono state scoperte solo di recente.

Il primo caso segnalato di infezione che coinvolge ESBL si è verificato in Grecia negli anni ’60. Gli Stati Uniti riportarono il primo caso nel 1988.

trigger

E-coli

Finora, gli ESBL sono stati segnalati solo in infezioni batteriche Gram-negative. I batteri gram-negativi appariranno rosa durante la colorazione in preparazione all’esame microscopico.

I batteri hanno strumenti integrati per ingannare il sistema immunitario e disabilitare i farmaci. Possono anche sviluppare resistenza alla droga attraverso la mutazione casuale e trasmettere mutazioni utili alla generazione successiva.

Diverse specie di batteri sono in grado di produrre ESBL. I ricercatori non sono ancora sicuri di cosa scateni i batteri a produrre gli enzimi resistenti ai farmaci, ma si sospetta un uso improprio o eccessivo di antibiotici.

È importante sapere che all’interno di ogni famiglia e gruppo di batteri ci sono in genere centinaia di specie diverse, solo alcune delle quali possono produrre ESBL.

I gruppi batterici noti per la produzione di ESBL includono:

Trasmissione

persona che lava le mani in un lavandino

Chiunque abbia contatti con una superficie, un oggetto, un animale o un’altra persona infettata o che sia stata esposta ai batteri produttori di ESBL può diffondere l’infezione.

La maggior parte delle infezioni da ESBL, tuttavia, si sviluppa in contesti sanitari e comporta l’esposizione a materiale fecale infetto.

Secondo uno studio del 2015, la maggior parte delle persone infette da batteri produttori di ESBL era stata ospedalizzata in media tra gli 11 ei 64 giorni prima di sviluppare l’infezione.

Mentre tradizionalmente è associato a individui, ospedali e case di cura immuni compromessi, l’infezione sta diventando più frequente e diffusa.

Secondo i Centri americani per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), i batteri produttori di EBSL sono considerati una seria minaccia negli Stati Uniti.

È importante adottare ulteriori precauzioni, incluso il lavaggio delle mani aumentato, ogni volta che si verifica l’esposizione o si sospetta.

Molti batteri possono vivere sulla superficie della pelle per diversi giorni e persino essere trasmessi attraverso il respiro di una persona. Alcune persone che non sviluppano un’infezione o mostrano sintomi possono agire da portatori, diffondendo i batteri infettivi senza saperlo.

Condizioni e sintomi associati

Le infezioni batteriche che coinvolgono ESBL sono noti per causare diverse condizioni di salute associate. Complicazioni e sintomi comuni che accompagnano le infezioni batteriche includono:

Diarrea

La maggior parte dei batteri che producono ESBL sono chiamati, una famiglia di batteri che normalmente vive nel tratto gastrointestinale senza causare infezioni.

Per questo motivo, molte infezioni correlate a ESBL irritano il rivestimento gastrointestinale. Quando il corpo ha un’infezione, il sistema immunitario incoraggia anche l’aumento del metabolismo e la rimozione dei rifiuti, causando la diarrea.

I sintomi più comuni di diarrea includono:

  • avere tre o più feci molli in un giorno
  • sgabello insanguinato
  • gas e gonfiore
  • febbre
  • crampi allo stomaco
  • perdita di appetito

Infezioni della pelle

Infezioni batteriche nelle ferite possono far diventare la pelle rossa e gonfia. Il fluido potrebbe anche fuoriuscire dal sito della ferita.

Diverse infezioni batteriche interne possono anche causare sintomi dermatologici, tra cui protuberanze rosse e rialzate.

Polmonite

La polmonite si verifica quando i batteri infettano i polmoni e il tratto respiratorio. I sintomi comuni di polmonite includono:

  • tosse, spesso con catarro o mucosa densa
  • respirazione difficoltosa
  • stanchezza o esaurimento inspiegabile
  • mancanza di respiro
  • febbre e brividi
  • sudorazione e agitazione
  • nausea e vomito
  • diarrea
  • bassa temperatura corporea

Infezioni del tratto urinario

Infezioni del tratto urinario (UTI) si verificano quando le proliferazioni batteriche si sviluppano nel tratto urinario. I sintomi comuni delle UTI includono:

  • maggiore necessità di urinare
  • sensazione di bruciore durante la minzione
  • prurito, sensazione di bruciore nella regione genitale

Sepsi

La sepsi si verifica quando un’infezione provoca una reazione esagerata del sistema immunitario, rilasciando sostanze chimiche nel flusso sanguigno che scatenano una risposta infiammatoria dell’intero corpo. La sepsi è pericolosa per la vita e può portare a insufficienza d’organo e morte.

I sintomi comuni di sepsi includono:

  • febbre e brividi
  • nausea e vomito
  • sentirsi disorientato e confuso
  • respirazione difficoltosa

Trattamento e prospettiva

Poiché i batteri produttori di ESBL sono resistenti agli antibiotici comuni, il trattamento prevede l’uso di farmaci meno comuni, che a volte possono essere meno efficaci.

Inoltre, molti batteri produttori di ESBL hanno strumenti aggiuntivi per disabilitare altri tipi di antibiotici. Se una persona ha avuto l’infezione a lungo termine o quando i farmaci sono abusati, i batteri possono evolversi e sviluppare l’immunità nei loro confronti.

La prima linea di trattamento per le persone che sono state confermate come avere l’infezione è di solito una classe di farmaci chiamati carbapenemi. Il processo di trattamento può comportare un certo grado di tentativi ed errori.

Potrebbero essere necessari diversi cicli di trattamento e diversi farmaci per risolvere completamente l’infezione di una persona.

I farmaci comunemente usati per trattare le infezioni coinvolte da ESBL includono:

  • carbapenemi (imipenem, meropenem e doripenem)
  • cephamycins (cefoxitin e cefotetan)
  • fosfomycin
  • nitrofurantoina
  • inibitori della beta-lattamasi (acido clavulanico, tazobactam o sulbactam)
  • non beta-lattamasi
  • colistina, se tutti gli altri farmaci hanno fallito

Secondo il CDC, i carbapenem resistenti sono una minaccia in via di sviluppo molto seria.

Le infezioni resistenti al carbapenem sono immuni a quasi ogni forma di antibiotico disponibile e sono responsabili di 9000 infezioni all’anno e 600 decessi. Quasi la metà delle persone che hanno sviluppato l’infezione nel loro sangue è morto.

In alcune situazioni, specialmente se una persona ha un sistema immunitario indebolito, può essere necessario il ricovero e l’isolamento. La maggior parte delle infezioni richiede diverse settimane o mesi per essere trattata.

Prevenzione

infermiera che indossa i guanti

Le persone con condizioni a lungo termine e le persone ricoverate sono le più a rischio di sviluppare infezioni coinvolte da ESBL. Ulteriori precauzioni, come l’aumento del lavaggio delle mani, devono essere sempre utilizzate in ambito sanitario.

I suggerimenti generali per prevenire le infezioni batteriche coinvolte da ESBL includono:

  • evitare lo stretto contatto con persone o animali con infezioni batteriche
  • indossare guanti in ambito sanitario o in prossimità di individui infetti
  • evitando di toccare il viso e la bocca
  • Indossare abiti a maniche lunghe quando ci sono individui infetti
  • lavarsi le mani prima e dopo l’esposizione a persone infette
  • lavare tutti gli indumenti e le coperte che potrebbero essere stati esposti a persone infette in acqua calda
  • superfici disinfettanti, soprattutto nei bagni e nelle cucine
  • infissi disinfettanti, come maniglie e rubinetti
  • prendendo antibiotici esattamente come indicato
  • dire ad un medico se gli antibiotici non migliorano i sintomi di un’infezione
  • parlare con un medico e prendere precauzioni igieniche extra se sono necessari diversi cicli di antibiotici entro un breve lasso di tempo
  • se viene confermata un’infezione da ESBL, evitando di esporla ad altri o trovandosi in luoghi pubblici, specialmente aree affollate
Like this post? Please share to your friends: