Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa succede dopo un morso di ragno vedova nera?

Il ragno della vedova nera è considerato il ragno più velenoso del Nord America. Poiché prosperano a temperature temperate, le vedove nere sono più comuni nelle regioni meridionali e occidentali degli Stati Uniti.

Le persone possono trovarli nei vigneti d’uva, nei bagni all’aperto o in altre aree protette dove si accumulano detriti. Queste aree sono perfette per gli spider per costruire reti e intrappolare le prede.

La vedova nera è famosa per il suo nome, dato che i ragni femminili sono noti per uccidere e mangiare i maschi qualche volta dopo l’accoppiamento. È anche noto per il suo corpo nero lucido.

Le persone possono facilmente distinguerlo dagli altri ragni perché la vedova nera ha un segno rosso a forma di clessidra sul suo corpo. Può anche avere strisce rosse o bianche o macchie sulla parte superiore del suo corpo.

Sebbene la vedova nera sia temuta per il suo morso velenoso, è meno mortale di quanto si creda comunemente. Mentre può essere dannoso, un morso di vedova nera è raramente fatale.

Le cause

Il ragno della vedova nera fa un web

I ragni delle vedove nere non sono spesso aggressivi, e più comunemente mordono le persone per autodifesa. Alcuni esperti arriverebbero addirittura a chiamare il ragno timido, in quanto preferirebbe non mordere gli umani.

“Non hanno motivo di morderci a meno che non siano minacciati”, afferma Catherine Scott, aracnologa della Simon Fraser University della British Columbia, in Canada, in un’intervista. “Poniamo una minaccia molto più grande per loro di quanto non facciano a noi.”

Il semplice contatto ravvicinato con una vedova nera non è necessariamente pericoloso. Le persone sono più a rischio di essere morsi quando stringono o pizzicano il corpo del ragno, secondo uno studio recente. Questo a volte può capitare per errore. Per esempio, accidentalmente seduto o afferrando una vedova nera quando si raggiunge qualcos’altro.

Il modo migliore per evitare il morso di una vedova nera è di evitare di toccare il ragno del tutto. Anche se i ricercatori hanno scoperto che anche le ripetute punzecchiature non bastano a provocare un morso, è una buona idea non toccare la vedova nera a mani nude.

Chiunque debba entrare in contatto con una vedova nera dovrebbe provare a lasciare il ragno da solo o usare un oggetto opaco per condurlo all’esterno.

I bambini e gli anziani sono più a rischio di morte da un morso. Questi gruppi dovrebbero evitare il più possibile di essere in contatto con le vedove nere.

Aspetto

Tutti i ragni hanno zanne vuote per iniettare il veleno nella loro preda. La maggior parte delle zanne dei ragni non sono forti o abbastanza lunghe da rompere la pelle umana. Le zanne della vedova nera sono diverse, comunque.

Se qualcuno viene morso, avranno un indizio visivo. Un morso di vedova nera apparirà distintamente con due segni di puntura rosso sul sito morso. Possono anche vedere un anello rosso attorno a un centro pallido che circonda i segni delle punture. Questo crea un aspetto simile a un bersaglio.

Le persone che vengono morse potrebbero non rendersene conto fino a circa 30-40 minuti dopo. A questo punto, avvertono dolore e rossore o gonfiore al sito del morso.

Altri morsi di ragno possono sembrare simili al morso della vedova nera, ma ci sono alcune differenze. La principale differenza è rappresentata dalle ferite visibili da puntura in cui le zanne hanno rotto la pelle.

Anche la pelle reagisce al veleno è unica. Un morso di ragno marrone recluso assomiglia a quello di una vedova nera, anche se sembra più un occhio di bue, con una vescica al centro di un anello rosso e un anello pallido intorno a quello.

Sintomi

Secondo l’American Association of Poison Control Centers, non tutti i morsi di vedova nera sono velenosi. Questo perché il ragno sceglie quando iniettare veleno e quanto, se non del tutto. La vedova nera salva il suo veleno per quando sente che la sua vita è in pericolo.

Con un morso non recidivo, le persone possono sperimentare poco o nessun sintomo. I sintomi di un morso velenoso si sviluppano circa 2 ore dopo. Questo potrebbe essere il primo segno di essere morso.

Insieme ad alcuni dolore e gonfiore al sito morso, i seguenti sono alcuni altri sintomi collegati con il morso di una vedova nera. Potrebbero apparire nelle 24 a 48 ore dopo il morso:

  • eruzione cutanea o prurito
  • forte dolore allo stomaco
  • forti crampi muscolari allo stomaco, alle spalle e alla schiena
  • intenso dolore al petto e senso di oppressione
  • gonfiore in faccia
  • nausea e vomito
  • mal di testa
  • sudorazione
  • gonfiore palpebrale
  • salivazione
  • Occhi lacrimanti
  • respirazione difficoltosa
  • difficoltà a deglutire
  • aumento della pressione sanguigna
  • convulsioni
  • intorpidimento

Fattori di rischio e complicanze

Bambini e nonni camminano insieme nei boschi

Mentre il morso di una vedova nera può essere velenoso, non è pensato per uccidere gli umani. Poiché non tutti i morsi contengono veleno, c’è una buona probabilità che le persone sperimentino poca o nessuna complicanza di salute con un morso.

Dei 1.866 morsi di vedova nera riferiti all’American Association of Poison Control Centers nel 2013, solo 14 di loro hanno provocato sintomi gravi. Nessuno ha provocato la morte.

Tuttavia, il morso di una vedova nera può causare la morte in questi gruppi di persone:

  • bambini
  • persone malate
  • le persone anziane che sono molto malate o hanno condizioni di salute preesistenti

Un morso da vedova nera può anche causare complicazioni alle donne incinte, che possono iniziare le contrazioni e iniziare la travaglio.

Risposta di emergenza

Chiama i servizi di emergenza

Se qualcuno inizia a manifestare sintomi o se nota che sono stati morsi, deve contattare immediatamente i servizi medici di emergenza. Possono anche essere in grado di chiamare un centro veleno locale.

Le seguenti informazioni possono essere utili ai medici per sapere:

  • l’età e il peso della persona che è stata morsa
  • come si sentono e se hanno o meno altri problemi di salute
  • quando la persona è stata morsa
  • dove sul corpo c’è il morso
  • il tipo di ragno che li ha morsi

Applicare il primo soccorso

Se possibile, è una buona idea applicare il primo soccorso a casa in attesa di cure mediche.Le persone dovrebbero fare i seguenti passi se hanno il materiale necessario da consegnare:

  1. Lavare il sito morso con acqua e sapone.
  2. Avvolgere il ghiaccio o un impacco di ghiaccio in un panno pulito e applicarlo al sito del morso.
  3. Se l’area non sta ottenendo il corretto flusso sanguigno, riducendo la quantità di tempo per cui il ghiaccio viene applicato.
  4. Applicare una crema antibiotica o una lozione al morso per aiutare a prevenire un’infezione.
  5. Elevare l’arto per aiutare a prevenire il gonfiore se il morso è su un braccio o una gamba, ma non sopra il cuore per minimizzare l’assorbimento del veleno.
  6. Guardare i sintomi per qualsiasi peggioramento.

Se possibile, le persone dovrebbero mettere il ragno o eventuali resti di esso in un contenitore sicuro. Questo può essere dato agli operatori sanitari per aiutarli.

Trattamento

il dottore parla al paziente

Dopo l’arrivo in ospedale, un medico o un infermiere prenderà i segni vitali, tra cui temperatura, pressione sanguigna, pulsazioni e frequenza respiratoria. In alcuni casi, il medico ordinerà un numero di test, come ad esempio:

  • Test delle urine
  • esame del sangue
  • raggi X del torace o della parte superiore del corpo
  • elettrocardiogramma (ECG)

La medicina può anche essere data per aiutare a trattare i sintomi, così come l’ossigeno o fluidi IV, se necessario.

Se qualcuno sta vivendo sintomi gravi, può essere usato un antiveleno. Questo tipo di farmaco contiene anticorpi che aiutano a trattare gli effetti del veleno. Può anche causare gravi reazioni allergiche, tuttavia, quindi potrebbe non essere sempre utilizzato.

prospettiva

I sintomi gravi miglioreranno nei prossimi giorni. I sintomi più lievi possono durare per alcune settimane. I pazienti saranno dimessi come ritiene opportuno il medico. Anche con il trattamento, c’è il rischio di morte nei bambini più piccoli, negli ammalati e nelle persone anziane.

Like this post? Please share to your friends: