Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa succede se bevi troppa acqua?

Tutte le cellule e gli organi del tuo corpo hanno bisogno di acqua per funzionare correttamente. Tuttavia, un consumo eccessivo di acqua può causare intossicazione da acqua.

Questo è stato conosciuto per essere fatale in alcuni casi.

Intossicazione da acqua

Otto bottiglie d'acqua

Conosciuto anche come avvelenamento da acqua, l’intossicazione da acqua è l’interruzione della funzione cerebrale dovuta al bere troppa acqua (1).

Bere molta acqua aumenta la quantità di acqua nel sangue.

Questa acqua può diluire gli elettroliti nel sangue, specialmente il sodio. Quando i livelli di sodio scendono al di sotto di 135 mmol / L, si parla di iponatremia.

Il sodio aiuta a bilanciare i liquidi tra l’interno e l’esterno delle cellule.

Quando i livelli di sodio diminuiscono a causa del consumo eccessivo di acqua, i liquidi si spostano dall’esterno all’interno delle cellule, causandone il rigonfiamento (2).

Quando questo accade alle cellule cerebrali, può produrre effetti pericolosi e potenzialmente pericolosi per la vita.

Bottom line: l’intossicazione da acqua deriva dal bere troppa acqua. L’acqua in eccesso diluisce i livelli di sodio nel sangue e fa sì che i liquidi si muovano all’interno delle cellule, che poi si gonfiano.

Pericoli di troppa acqua

L’intossicazione da acqua risulta dal gonfiore delle cellule.

Quando le cellule cerebrali si gonfiano, la pressione all’interno del cranio aumenta. Questa pressione provoca i primi sintomi di intossicazione da acqua, che includono:

Cinque bottiglie d'acqua

  • Mal di testa.
  • Nausea.
  • Vomito.

I casi gravi possono produrre sintomi più gravi, come ad esempio:

  • Aumento della pressione sanguigna
  • Confusione.
  • Visione doppia.
  • Sonnolenza.
  • Respirazione difficoltosa.
  • Debolezza muscolare e crampi.
  • Incapacità di identificare le informazioni sensoriali.

L’eccesso di accumulo di liquidi nel cervello è chiamato edema cerebrale, che può colpire il tronco cerebrale e causare disfunzione del sistema nervoso centrale.

Nei casi gravi, l’intossicazione da acqua può causare convulsioni, danni cerebrali, coma e persino la morte (1).

Bottom line: bere troppa acqua aumenta la pressione all’interno del cranio. Questo può causare vari sintomi e persino essere fatale nei casi più gravi.

Può essere fatale?

È molto difficile consumare troppa acqua per caso, ma ci sono stati segnalati casi di decessi dovuti a questa condizione.

Molti casi di intossicazione da acqua sono stati segnalati in soldati (3, 4).

Un rapporto riguardava 17 soldati che hanno sviluppato iponatriemia a causa del consumo eccessivo di acqua. I loro livelli di sodio nel sangue variavano da 115 a 130 mmol / L, ma il range normale è 135-145 mmol / L (4).

Un altro rapporto descriveva come tre soldati morirono a causa di iponatremia ed edema cerebrale. Queste morti sono state associate a bere 2,5-5,6 galloni (10-20 litri) di acqua in poche ore (5).

I sintomi dell’iponatriemia possono essere interpretati erroneamente come quelli della disidratazione. Un soldato, che è stato diagnosticato erroneamente come affetto da disidratazione e colpo di calore, è morto per intossicazione da acqua a seguito di ripetuta idratazione orale (3).

Intossicazione da acqua si verifica anche durante lo sport, in particolare gli sport di resistenza. L’eccessiva idratazione è comune in queste attività come mezzo per evitare la disidratazione.

Per questo motivo, l’iponatremia si verifica spesso durante i principali eventi sportivi (6, 7).

Alla maratona di Boston del 2002, il 13% dei partecipanti aveva sintomi di iponatremia. Lo 0,06% ha mostrato iponatriemia critica, con livelli di sodio inferiori a 120 mmol / L (8).

Sfortunatamente, alcuni casi di intossicazione da acqua in questi eventi sportivi hanno provocato morti.

Un caso ha coinvolto un corridore dopo una maratona. I test hanno rivelato che i suoi livelli di sodio erano inferiori a 130 mmol / L. Ha sviluppato l’idrocefalo e l’erniazione del tronco cerebrale, che ha causato la sua morte (9).

L’eccessivo consumo di acqua può verificarsi anche in pazienti psichiatrici, in particolare schizofrenici (10, 11, 12).

Uno studio su 27 schizofrenici morti giovani ha mostrato che cinque di loro sono morti a causa di intossicazione da acqua autoindotta (13).

Conclusione: l’intossicazione da acqua è più comune tra i soldati, gli atleti di sport di resistenza e i pazienti schizofrenici. Diversi casi di iponatriemia e decessi sono stati segnalati in queste popolazioni.

Quanto è troppo?

L’eccessiva idratazione e l’intossicazione dell’acqua si verificano quando bevi più acqua di quanta i reni riescano a sbarazzarsi di urina.

Acqua che versa in un bicchiere

Ma la quantità di acqua non è l’unico fattore. Conta anche il tempo che impieghi a bere l’acqua.

Hai un rischio maggiore di intossicazione da acqua se bevi molta acqua in un breve periodo di tempo. Il rischio è minore se si beve la stessa quantità per un periodo di tempo molto più lungo.

I sintomi di iponatriemia possono verificarsi da un minimo di 0,8-1 galloni (3-4 litri) di acqua in un breve lasso di tempo (14).

I tuoi reni possono eliminare circa 5,3-7,4 galloni (20-28 litri) di acqua al giorno, ma non possono sbarazzarsi di più di 27-33 once (0,8-1,0 litri) all’ora (14, 15).

Pertanto, al fine di evitare i sintomi di iponatremia, non si dovrebbero bere più di 27-33 once (0,8-1,0 litri) di acqua all’ora, in media (14).

Molti casi segnalati di intossicazione da acqua derivano dal bere grandi quantità di acqua in un breve periodo di tempo.

Ad esempio, un rapporto descrive soldati che hanno sviluppato sintomi dopo aver consumato mezzo litro di acqua (1,8 litri o più) all’ora (4).

Un altro rapporto mostra lo sviluppo di iponatremia con l’assunzione di acqua di 2,5-5,6 galloni, o 10-20 litri, in poche ore (5).

Un caso di intossicazione da acqua e iponatriemia prolungata si è verificato anche in un sano prigioniero di 22 anni dopo aver bevuto 1,5 galloni (6 litri) di acqua in 3 ore (1).

Infine, una bambina di 9 anni che ha bevuto quasi un litro (in totale 3,6 litri) di acqua in 1-2 ore ha sviluppato intossicazione da acqua (14).

Bottom line: I reni sono in grado di espellere fino a 7 litri (28 litri) di liquidi al giorno. Tuttavia, non possono eliminare più di 1 litro all’ora.Pertanto, bere più di questo non è una buona idea.

Di quanta acqua hai bisogno?

Non esiste un numero specifico per la quantità di acqua effettivamente necessaria per bere un giorno. Differisce per ogni individuo.

Per determinare quanto è necessario, considerare il peso corporeo, il livello di attività fisica e il clima.

L’Istituto di Medicina (IOM) suggerisce che l’assunzione di acqua adeguata al giorno per gli uomini è di 125 once (3,7 litri), mentre per le donne è 91 once (2,7 litri).

Tuttavia, queste raccomandazioni includono acqua da bevande e alimenti (16).

Alcune persone seguono ancora la regola 8 x 8, che consiglia di bere otto bicchieri d’acqua da 8 once al giorno. Tuttavia, questa regola è per lo più arbitraria e non basata sulla ricerca (17, 18).

Una buona regola è ascoltare il tuo corpo e bere quando hai sete. Questo dovrebbe essere sufficiente per mantenere buoni livelli di idratazione.

Tuttavia, fare affidamento sulla sete da sola potrebbe non funzionare per tutti. Gli atleti, gli adulti più anziani e le donne in gravidanza possono aver bisogno di bere un po ‘di acqua in più ogni giorno.

Like this post? Please share to your friends: