Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Crisi Addisoniana: cause, sintomi e trattamento

La crisi addisoniana è anche nota come crisi surrenale o insufficienza surrenalica acuta. È una condizione rara e potenzialmente fatale in cui le ghiandole surrenali smettono di funzionare correttamente e non c’è abbastanza cortisolo nel corpo.

Il cortisolo è un ormone che aiuta con una varietà di funzioni corporee. Questi includono il mantenimento della glicemia, la gestione del sistema immunitario, la regolazione della pressione sanguigna, il controllo di alcuni elettroliti nel corpo e il controllo dei livelli di stress.

I livelli di cortisolo sono più alti al mattino presto e dopo i pasti e il più basso durante la notte nelle prime fasi del sonno.

Bassi livelli di cortisolo possono causare debolezza, estrema stanchezza e calo della pressione sanguigna. Il più delle volte, tuttavia, il corpo umano è in grado di bilanciare la quantità di cortisolo che produce.

Qual è la crisi Addisoniana?

Una crisi addisoniana si verifica quando le ghiandole surrenali, che si trovano nella parte superiore di ogni rene, non producono abbastanza cortisolo. Le ghiandole surrenali possono avere difficoltà a produrre cortisolo in modo efficiente quando il corpo diventa stressato a causa di determinati fattori o fattori scatenanti.

Una crisi addisoniana è un evento pericoloso e può essere fatale se una persona non riesce a mantenere i livelli di cortisolo. Nonostante sia una condizione altamente curabile, il tasso di mortalità associato a una crisi Addisoniana è di circa il 6 per cento, secondo un rapporto pubblicato nel 2006.

uomo che si sente stordito e malato

I sintomi di una crisi Addisoniana includono:

  • estrema stanchezza e debolezza
  • confusione, psicosi e linguaggio confuso
  • vertigini e sensazione di svenimento
  • nausea, vomito, perdita di appetito e mal di stomaco
  • febbre, brividi e sudorazione
  • lombalgia improvvisa o dolore alle gambe
  • pericolosamente bassa pressione sanguigna
  • battito cardiaco accelerato
  • reazioni cutanee, comprese eruzioni cutanee
  • perdita di conoscenza

Le convulsioni sono un altro possibile sintomo della crisi addisoniana. I muscoli del corpo si contraggono e si rilassano rapidamente e ripetutamente, provocando uno scuotimento incontrollato.

Cause e fattori di rischio

Le persone con una condizione chiamata malattia di Addison sono al più alto rischio di sviluppare crisi addisoniane, soprattutto se la loro condizione non è gestita bene o non è stata diagnosticata.

La malattia di Addison è una malattia endocrina in cui le ghiandole surrenali non producono abbastanza degli ormoni di cui il corpo ha bisogno, inclusi il cortisolo e l’aldosterone.

Secondo l’Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Rene (NIDDK), la malattia di Addison colpisce 110-144 persone su 1 milione di persone nei paesi sviluppati.

La NIDDK ha anche riferito che fino all’80% dei casi di Addison sono malattie autoimmuni, condizioni in cui il sistema immunitario pensa che i tessuti sani siano malati e attacca le cellule, i tessuti e gli organi.

Altri potenziali fattori scatenanti di una crisi Addisoniana sono:

  • eventi fisici traumatici, come un incidente d’auto o lesioni che portano a shock fisici
  • grave disidratazione
  • infezioni, compresi i virus dello stomaco e l’influenza
  • chirurgia, soprattutto quando coinvolge le ghiandole surrenali
  • ghiandola pituitaria non funziona correttamente
  • anestesia generale
  • gravi reazioni allergiche
  • bassi livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete
  • uso di steroidi a lungo termine o interruzione brusca di farmaci steroidei
  • complicanze della gravidanza
  • trauma emotivo

In uno studio del 2015, a 423 persone con insufficienza surrenalica è stato chiesto di riferire sui fattori che hanno innescato i loro eventi di crisi surrenale.

Un totale del 20 percento delle persone ha affermato che i trigger includevano infezioni gastrointestinali, febbre o stress emotivo. Circa il 7% dei partecipanti allo studio ha riferito di altri eventi stressanti.

Coloro che hanno avuto una crisi surrenalica precedente erano al più alto rischio per un’altra crisi. I ricercatori dello studio non hanno identificato ulteriori fattori di rischio.

Trattamento di emergenza per la crisi addisoniana

giovane medico che allaccia una linea iv

Una crisi addisoniana di solito inizia con una persona che presenta sintomi quali nausea, vomito, mal di stomaco, diarrea e perdita di appetito. Mentre la crisi peggiora, la persona sperimenterà brividi, sudorazione e febbre.

Se la condizione non viene trattata, alla fine segue una grave disidratazione che porta a sintomi di shock o convulsioni. Alcune persone possono anche sperimentare bassi livelli di zucchero nel sangue o bassa pressione sanguigna.

È importante che le persone arrivino immediatamente al pronto soccorso per una crisi addisoniana, poiché richiede cure mediche urgenti.

Un medico può fare una diagnosi iniziale eseguendo esami del sangue per controllare i livelli di cortisolo. Fare una diagnosi di crisi addisoniana non è tuttavia facile. Le persone possono spesso non essere diagnosticate per lunghi periodi e rimanere non diagnosticate fino a quando non si verifica un’emergenza.

I corticosteroidi somministrati nelle vene possono mantenere pericolosamente bassi i livelli surrenali. Altri aspetti importanti del trattamento di una crisi Addisoniana sono:

  • reidratando la persona
  • bilanciamento dei loro livelli di elettroliti
  • riportare i livelli di zucchero nel sangue e di pressione sanguigna alla normalità

Il periodo di tempo che le persone devono trascorrere in ospedale per una crisi dipende dalla gravità, dalle cause alla base e dalla salute generale dell’individuo.

Un caso di crisi Addisoniana in un reparto di pronto soccorso

riferito su un caso in cui un uomo di 20 anni è entrato nel pronto soccorso con grave debolezza e bassa pressione arteriosa che era progredita in 3 mesi.

Aveva visitato il suo medico 2 mesi prima con sintomi di febbre, mancanza di energia, stanchezza e vertigini. Il suo medico gli diagnosticò un’infezione virale e i sintomi scomparvero dopo aver trascorso diversi giorni in ospedale, essendo trattato con una soluzione salina.

Dopo essere andato al pronto soccorso per la crisi, non ha riferito di problemi di salute precedenti, ma aveva perso più di 15 sterline nei 3 mesi da quando ha iniziato a manifestare i sintomi.Ha detto, tuttavia, che la sua pelle si era scurita negli ultimi 3 anni.

I test hanno rivelato i seguenti problemi di salute:

  • anemia
  • battito cardiaco accelerato
  • bassa pressione sanguigna
  • bassi livelli di sodio
  • alto contenuto di potassio
  • bassi livelli di cortisolo

L’uomo è migliorato dopo il trattamento con infusione salina e idrocortisone, una forma medica di cortisolo.

I medici hanno determinato che la potenziale causa del suo evento di crisi addisoniana era l’ipertiroidismo, una condizione in cui la ghiandola tiroide produce troppo ormone tiroideo.

Due anni dopo, l’uomo stava bene ed era trattato con idrocortisone e fludrocortisone. Stava vivendo una vita relativamente normale e non aveva avuto un’altra crisi surrenale. Stava assumendo farmaci per l’ipertiroidismo e stava gestendo bene la condizione.

Prevenzione di una crisi

prendendo il primo piano delle mani del farmaco

Una volta che qualcuno ha avuto una crisi Addisoniana, dovrebbero continuare a sottoporsi a controlli regolari.

Le persone dovrebbero inoltre adottare le seguenti misure per aiutare a prevenire una crisi:

  • imparare a prestare attenzione ai sintomi dell’insufficienza surrenale
  • gestire le condizioni di innesco
  • assumere steroidi orali giornalieri come indicato
  • avere glucocorticoidi d’emergenza a portata di mano
  • sapere quanti farmaci extra assumere se hanno fattori di stress o si ammalano

Una persona dovrebbe somministrare un’iniezione di emergenza non appena si presentano i sintomi e non aspettare fino a quando non sono troppo deboli, malati o confusi.

Una volta fatta l’iniezione, è importante che la persona chiami immediatamente il medico. Le iniezioni di emergenza hanno lo scopo di stabilizzare i sintomi e non sostituiscono le cure mediche.

prospettiva

Una persona che ha avuto una crisi addisoniana può effettuare un recupero completo se diagnosticata correttamente e trattata rapidamente. Con un trattamento continuo e regolare, chiunque abbia insufficienza surrenalica può vivere una vita prevalentemente sana e attiva.

Una crisi addisoniana non trattata potrebbe portare a shock, coma, sequestro ed eventualmente morte. Le persone possono limitare le complicazioni e il rischio di un’altra crisi addisoniana:

  • prendendo tutti i trattamenti prescritti
  • avere sempre a portata di mano un kit di iniezione di idrocortisone
  • tenere un braccialetto o una carta identificativa per le condizioni del farmaco per situazioni di emergenza
Like this post? Please share to your friends: