Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cura per la calvizie? Le cellule staminali portano speranza

Secondo l’American Hair Loss Association, due terzi degli uomini subiranno la perdita dei capelli all’età di 35 anni. Ma anche le donne ne sono affette, costituendo il 40% di tutte le persone che soffrono di perdita di capelli. Influenzando l’immagine di sé e il benessere emotivo, la condizione è stata difficile da trattare. Ma uno studio del 2014 porta speranza – sotto forma di cellule staminali generatrici di follicoli piliferi.

I ricercatori della Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania hanno pubblicato i risultati del loro studio nel gennaio 2014, in cui descrivono il metodo con cui sono stati in grado di convertire cellule adulte in cellule staminali epiteliali (EpSC).

Anche se l’utilizzo di cellule staminali per far ricrescere i follicoli piliferi è stata una potenziale tecnica per combattere la calvizie, fino ad ora nessuno è stato in grado di produrre abbastanza di queste cellule.

Il team dice che sono i primi a raggiungere questo risultato sia negli umani che nei topi.

Guidati dal Dr. Xiaowei “George” Xu, professore associato di patologia e medicina di laboratorio e dermatologia presso l’Università della Pennsylvania, gli scienziati hanno iniziato la loro ricerca utilizzando cellule cutanee umane denominate fibroblasti dermici.

Come ha fatto la squadra a produrre le cellule?

I ricercatori hanno convertito le cellule della pelle umana in cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC) aggiungendo tre geni. Queste iPSC sono in grado di cambiare in qualsiasi tipo di cellula nel corpo, così i ricercatori le hanno convertite in cellule staminali epiteliali, che normalmente si trovano in una parte dei follicoli piliferi.

Aste per capelli

Utilizzando tecniche di altri gruppi di ricerca per convertire le iPSC in cheratinociti – un tipo di cellula principale nello strato superiore della pelle – il Dr. Xu e colleghi hanno dimostrato che potevano “forzare” le iPSC a produrre grandi quantità di EpSC controllando i tempi dei fattori di crescita le cellule hanno ricevuto.

Quando hanno impiantato queste EpSC nei topi, le cellule hanno rigenerato i tipi di cellule della pelle umana e dei follicoli piliferi, e hanno anche creato fasci di capelli riconoscibili, che secondo il team sembrano promettere la ricrescita dei capelli negli esseri umani.

In 18 giorni, il 25% delle iPSC è stato convertito in EpSC, che sono state poi purificate utilizzando le proteine ​​espresse sulla loro superficie, osserva la squadra.

Tecnica “non ancora pronta per gli umani”

Dopo aver mescolato le EpSCs di derivazione umana con cellule dermiche dei topi, il team le ha trapiantate sulla pelle dei topi e ha prodotto un’epidermide umana funzionale – gli strati più esterni della pelle.

I follicoli piliferi che sono stati prodotti da questo, osserva il team, erano strutturalmente simili ai follicoli piliferi umani.

Il Dr. Xu dice che questa “è la prima volta che qualcuno ha fatto quantità scalabili di cellule staminali epiteliali che sono in grado di generare la componente epiteliale dei follicoli piliferi”, aggiungendo che le cellule potrebbero aiutare nella cicatrizzazione delle ferite, nella cosmesi e nella rigenerazione dei capelli.

Tuttavia, queste cellule non sono ancora pronte per l’uso negli esseri umani perché la squadra ha risolto solo una parte dell’equazione. Un follicolo pilifero contiene sia cellule epiteliali che un certo tipo di cellule staminali adulte chiamate papille dermiche.

Il Dr. Xu spiega:

“Quando una persona perde i capelli, perde entrambi i tipi di cellule, abbiamo risolto uno dei problemi principali, la componente epiteliale del follicolo pilifero. Dobbiamo trovare un modo per creare anche nuove cellule papille dermiche, e nessuno ha capito che parte ancora. “

Tuttavia, aggiunge che i ricercatori sulle cellule staminali stanno iniziando a utilizzare nuove strategie utilizzando solo agenti chimici, che potrebbero portare a più soluzioni.

Alla fine del 2013, riportò uno studio che mostrava come gli scienziati riuscirono a far crescere i capelli umani dalle cellule della papilla dermica prelevate dall’interno dei follicoli piliferi donatori, suggerendo che siamo un passo avanti verso una cura per la calvizie.

Like this post? Please share to your friends: