Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Da tre a quattro tazze di caffè al giorno riducono il rischio di malattia

Altre buone notizie per i bevitori di caffè: una revisione degli studi esistenti ha rilevato che, in generale, il consumo moderato di caffè è legato a un rischio molto più basso di malattia cronica. Tuttavia, ci sono alcuni avvertimenti.

caffè con la faccia felice

Qui, spesso riportiamo su studi che esaminano i benefici per la salute del caffè. E, con nostra grande gioia come bevitori di caffè, la maggior parte di questi studi porta buone notizie.

Uno studio, ad esempio, ha suggerito che il caffè può ridurre drasticamente il rischio di morte precoce nelle donne con diabete, mentre un altro studio generale ha suggerito che la bevanda può ridurre le probabilità di insufficienza cardiaca o ictus.

Un altro ha riferito che il caffè potrebbe dimezzare il rischio di mortalità prematura tra quelli con HIV o epatite C. Ma quanto sono affidabili questi studi? E, se hai unito tutte le ricerche fatte sul caffè e riunito tutte le loro conclusioni, quale sarebbe il verdetto?

Una nuova ricerca esplora proprio questi aspetti. Lo studio è stato condotto dal Dr. Robin Poole, uno specialista in sanità pubblica presso l’Università di Southampton, nel Regno Unito, e i risultati sono stati pubblicati nel.

‘La più grande riduzione del rischio’ da tre a quattro tazze

Il dott. Poole e colleghi hanno esaminato 201 meta-analisi di studi osservazionali esistenti e 17 meta-analisi di studi clinici.

Nel complesso, il team ha riscontrato che il consumo moderato di caffè è “più probabile che sia benefico per la salute che per danneggiarlo”. L’assunzione moderata di caffè è solitamente considerata intorno a quattro o cinque tazze giornaliere, o l’equivalente di fino a 400 milligrammi di caffeina al giorno.

Più specificamente, i ricercatori hanno scoperto che l’assunzione di caffè era legata a una diminuzione del rischio di malattie cardiovascolari, cancro, steatosi epatica non alcolica, cirrosi e diabete.

Inoltre, la bevanda era correlata a un minor rischio di mortalità per tutte le cause, in particolare alla mortalità per malattie cardiovascolari.

“Il consumo di caffè sembra generalmente sicuro nei normali livelli di assunzione”, scrivono i ricercatori, “con stime riassuntive che indicano la maggiore riduzione del rischio per vari risultati di salute a tre o quattro bicchieri al giorno”.

In effetti, tre tazze di caffè al giorno riducevano il rischio di malattia coronarica del 19% e quello della mortalità per ictus del 30%. Un’elevata assunzione di caffè è stata collegata a una riduzione del 18% del rischio di cancro, rispetto a una bassa assunzione.

La più grande riduzione del rischio è stata osservata per la cirrosi epatica: “il consumo di caffè contro versus no” era correlato a un rischio inferiore del 39% di sviluppare questa condizione.

Tuttavia, gli autori avvertono che la maggior parte degli studi esistenti sui benefici del caffè sono “di bassa qualità”, poiché sono semplicemente osservazionali e non spiegano la causalità.

Quindi, gli autori raccomandano che “sono necessari studi clinici controllati randomizzati per capire se le associazioni osservate sono causali”.

‘Il caffè è sicuro, ma reggi il dolce’

In un editoriale di accompagnamento, Eliseo Guallar – della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, MD – commenta i risultati. “I dottori consigliano di bere caffè per prevenire le malattie? Le persone dovrebbero iniziare a bere caffè per motivi di salute?” La risposta ad entrambe le domande è “no”.

“Le prove sono così robuste e coerenti tra gli studi e gli esiti di salute, tuttavia, possiamo essere rassicurati sul fatto che bere caffè sia generalmente sicuro”, continua.

Tuttavia, le donne a rischio di fratture ossee e le donne incinte potrebbero non trarre gli stessi benefici per la salute dal caffè, ha rivelato la ricerca.

Infine, Guallar avverte che il bere il caffè è a volte collegato con abitudini meno salutari, come mangiare dolci zuccherati o altri prodotti grassi. “Il caffè è sicuro, ma tieni la torta”, scrive.

Tutto sommato, tuttavia, i benefici sembrano superare i rischi.

“Anche con questi avvertimenti, il consumo moderato di caffè sembra notevolmente sicuro, e può essere incorporato come parte di una dieta sana dalla maggior parte della popolazione adulta.”

Eliseo Guallar

Like this post? Please share to your friends: