Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Dermatite da contatto: trigger e trattamento

La maggior parte delle persone sperimenta il prurito sgradevole della dermatite da contatto almeno una volta nella vita.

Mentre la maggior parte delle persone non sperimenta una grave reazione allergica, gli effetti della dermatite da contatto possono essere spiacevoli fino a quando non si placano.

Quando la pelle di una persona viene a contatto con una sostanza irritante, possono sviluppare prurito o bruciore. Questa reazione è nota come dermatite da contatto.

Tipi di dermatite da contatto

dermatite da contatto da Urushiol

Mentre la dermatite da contatto può sembrare come si sviluppa dal nulla, ci sono diversi tipi comuni:

La dermatite da contatto irritante è il tipo più comune di dermatite da contatto. Succede quando la pelle tocca una sostanza irritante, ha un eccessivo attrito o entra in contatto con il calore.

La dermatite allergica da contatto è causata da una reazione allergica o da un sistema immunitario che reagisce in modo eccessivo a una sostanza o sostanza chimica. L’orticaria da contatto, nota anche come orticaria, è un tipo meno comune di dermatite allergica da contatto che si verifica immediatamente dopo l’esposizione ad un allergene.

La dermatite da contatto professionale si verifica in alcune professioni in cui i lavoratori possono entrare in ripetute e frequenti esposizioni a sostanze irritanti o allergeni, come gomma, lattice o sostanze chimiche. Queste persone includono operatori sanitari, parrucchieri e server di cibo tra molti altri.

La dermatite del fotocontatto si verifica dopo che una persona entra in contatto con un irritante o un allergene e l’area di contatto successivamente riceve un’esposizione solare che provoca una reazione.

In tutti questi casi, un’eruzione pruriginosa o bruciante compare immediatamente o entro pochi giorni. È importante che le persone trattino l’eruzione cutanea e sappiano cosa l’ha scatenata per evitare la dermatite da contatto in futuro.

Sintomi di dermatite da contatto

In quasi tutti i casi di dermatite da contatto, si svilupperà un’eruzione dopo l’esposizione ad un allergene o irritante. Nella maggior parte dei casi di dermatite da contatto, l’eruzione cutanea sarà rossa, pruriginosa e potrebbe provocare pungiglione. Se l’esposizione ad un irritante o ad un allergene continua, la pelle può diventare scura e coriacea.

Inoltre, alcuni tipi di dermatite da contatto hanno i seguenti sintomi:

  • vesciche
  • pelle secca, screpolata e traballante
  • eruzione cutanea
  • rossore
  • sensazione di bruciore
  • dolore o prurito
  • gonfiore

Per distinguere tra i tipi di dermatite da contatto, una persona dovrebbe prestare attenzione a quando iniziano i sintomi.

Quando la dermatite da contatto si sviluppa a causa di una reazione irritante, i sintomi possono manifestarsi immediatamente dopo il contatto con la sostanza irritante. Le ulcere possono anche svilupparsi nei casi più gravi, il che consente alla persona di identificare l’irritante scatenante.

Nei casi di dermatite fotocontatta, l’eruzione cutanea appare solo quando una persona è esposta alla luce solare.

Trigger comuni

I trigger variano da persona a persona e in base al tipo di dermatite da contatto. È importante sapere cosa scatena una reazione per evitare il contatto con la sostanza in futuro.

I seguenti sono alcuni dei trigger più comuni per i diversi tipi di dermatite da contatto.

I trigger di reazione allergica includono:

 Image credit: Nunyabb, 2006 </ br>“></p> <ul> <li>gomma da cancellare</li> <li>edera velenosa, quercia velenosa e sommacco velenoso</li> <li></li> <li>farmaci applicati alla pelle</li> <li></li> <li>fragranze in sapone</li> <li></li> <li>l’agente abbronzante trovato in prodotti in pelle</li> <li></li> <li>crema per la pelle</li> <li></li> <li>deodorante</li> <li></li> <li>schiuma da barba</li> <li></li> <li>latice</li> <li></li> <li>gioielli in nichel o oro</li> <li></li> <li>agrumi</li> <li></li> <li>cosmetici</li> <li></li> <li>profumo</li> <li></li> <li>tinta per capelli</li> <li></li> </ul> <p align=Nella maggior parte dei casi, le reazioni allergiche non si verificano al primo contatto con la sostanza. Al primo contatto, la persona tende ad acquisire una sensibilità per l’irritante. Solo con una seconda esposizione la persona svilupperà un’eruzione cutanea o altri sintomi.

I fattori scatenanti della reazione irritante includono:

  • spray al peperoncino
  • candeggiare
  • disinfettante per le mani
  • acido della batteria
  • detergente
  • cherosene
  • scarico e altri detergenti

Le reazioni irritanti non sono limitate a sostanze tossiche o più corrosive.

In alcuni casi, l’esposizione frequente alla stessa sostanza provoca reazioni. Ad esempio, le persone che lavano frequentemente le mani possono sviluppare una risposta irritante al sapone che usano.

I trigger di reazione del fotocontatto possono includere:

  • schiuma da barba
  • unguento per la pelle
  • alcuni oli
  • alcuni farmaci

Le reazioni del fotocontatto si verificano meno spesso delle reazioni allergiche o irritanti.

Perché la reazione si verifichi, una persona deve essere esposta prima alla sostanza e poi al sole. Un individuo che usa una crema prima di coricarsi non può mai sapere di essere fotosensibile al prodotto perché viene assorbito molto prima del contatto con il sole.

Trattamento

saponi

Nella maggior parte dei casi, l’eruzione cutanea e altre reazioni scompaiono dopo che l’esposizione alla sostanza è terminata.

L’eruzione potrebbe richiedere del tempo per guarire e andarsene completamente. Ad esempio, un’eruzione da edera velenosa spesso indugia perché gli oli dalla pianta sono penetrati nella pelle. Una volta che l’olio è andato, l’eruzione si risolve.

È meglio che una persona eviti il ​​contatto con sostanze identificate come causa di dermatite da contatto.

Se il contatto è fatto, è una buona idea pulire l’area con un po ‘di acqua e sapone neutro per prevenire potenzialmente un rash in via di sviluppo.

La maggior parte delle opzioni di trattamento prevede rimedi casalinghi. Loro includono:

  • applicare pomate anti-prurito alla pelle infetta
  • prendendo un bagno di farina d’avena (o simile)
  • prendendo farmaci antistaminici
  • evitando di graffiare l’area infetta per aiutare a prevenire le infezioni

In casi estremi, una persona potrebbe aver bisogno di vedere un dermatologo, un allergologo o un altro operatore sanitario. Possono prescrivere pomate, creme o farmaci da prescrizione per il trattamento della dermatite da contatto.

Prevenzione

Nella maggior parte dei casi, la prevenzione è tanto semplice quanto evitare la sostanza o l’oggetto che ha causato la dermatite da contatto in primo luogo. Ad esempio, una persona che sviluppa un’eruzione cutanea dopo essere entrata in contatto con l’edera velenosa dovrebbe cercare di evitare la pianta.

Tuttavia, una persona potrebbe non sapere cosa ha causato la reazione. Se la causa esatta è sconosciuta, una persona potrebbe voler registrare le cose con cui entra in contatto per determinare quale potrebbe essere la causa della reazione.

Spesso, una persona non può considerare che un cambiamento nei prodotti per la cura della pelle possa essere la fonte dell’irritazione.

Un allergologo può essere in grado di identificare l’allergene o l’irritante da un elenco di sostanze con cui la persona è venuta in contatto nelle precedenti 24-48 ore.

In altri casi, l’allergologo può utilizzare test cutanei per determinare la causa di una reazione.

Like this post? Please share to your friends: