Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Dieci fatti sul perché scoreggiamo

Flatulenza e flatulenza sono termini medici per ciò che è comunemente noto come peti. Mentre le persone non tendono a parlare apertamente di scoreggia, è qualcosa che tutti fanno.

Infatti, secondo alcune ricerche, la persona media passa il gas circa 12-25 volte al giorno. In questo articolo, scopri perché le persone producono gas e scopri altri fatti affascinanti.

Perché scoreggiamo?

Uomo che tiene lo stomaco a causa della flatulenza

Il corpo produce gas intestinale come parte del processo di digestione. Una volta che questo gas è all’interno del corpo, deve essere rilasciato in qualche modo. Di solito viene espulso attraverso l’ano come flatulenza o fuori dalla bocca come un rutto.

Alcuni gas intestinali provengono dall’aria che la gente deglutisce quando mangia, masticando gomme, bevendo con una cannuccia o fumando.

Ossigeno, azoto e anidride carbonica sono i principali gas esterni presenti all’interno del corpo. Costituiscono quella che viene chiamata aria esogena.

Il gas intestinale viene prodotto nel corpo quando i batteri nel colon rompono il cibo. Questo è chiamato gas endogeno.

Il gas endogeno è costituito principalmente da idrogeno e, per alcune persone, metano. Può anche contenere piccole quantità di altri gas, come l’idrogeno solforato, che fa sentire male le scorelle.

Tuttavia, i cattivi odori si applicano solo a circa l’1% del gas che le persone espellono, la maggior parte delle quali è quasi priva di odore.

I carboidrati non digeriti sono una causa comune di gas, poiché lo stomaco e l’intestino tenue non possono distruggere questi alimenti. Invece, questi carboidrati si spostano nell’intestino crasso, dove i batteri iniziano a romperli, rilasciando gas intestinale nel processo.

I carboidrati non digeriti includono:

  • Zuccheri: come fruttosio, raffinosio e sorbitolo, che contengono frutta e dolcificanti artificiali.
  • Fibra solubile: si trova in fagioli secchi, noci e frutta.
  • Fibra insolubile: trovata nelle verdure di radice e nella crusca di frumento, tra gli altri alimenti.
  • Amidi: come mais, frumento e patate

Secondo la International Foundation for Functional Gastrointestinal Disorders (IFFGD), gli alimenti che fanno scoreggiare una persona non avranno necessariamente lo stesso effetto su qualcun altro.

Tuttavia, alcuni alimenti sono noti per creare alti livelli di gas intestinale, tra cui:

  • Alimenti ricchi di raffinosio: gli umani non hanno l’enzima necessario per digerire il raffinosio, uno zucchero complesso. Quando i batteri intestinali cercano di processarlo, rilasciano molto gas. Il raffinosio è abbondante in fagioli, cereali integrali, asparagi, broccoli, cavoletti di Bruxelles e cavoli.
  • Alimenti e bevande ad alto tenore di zolfo: sebbene gli alimenti ad alto tenore di zolfo siano una parte essenziale di una dieta salutare, consumarne molti può portare a scoregge più frequenti e pungenti. Questi alimenti includono aglio, cipolle e verdure crocifere, come cavolfiori e broccoli. Alcune bevande, tra cui vino e birra, sono anche ad alto contenuto di zolfo.
  • Alimenti a base di alcoli zuccherini: gli alcoli zuccherini forniscono dolcezza senza le calorie dello zucchero normale, quindi sono spesso presenti in alimenti trasformati “senza zucchero”. Il corpo non li digerisce completamente, quindi possono causare gas.

Sebbene tutti scoreggia, le persone con determinate condizioni possono avere più problemi con il gas intestinale rispetto ad altri. Queste condizioni includono:

  • Intolleranza al lattosio: circa il 70% degli adulti a livello mondiale non ne ha abbastanza dell’enzima che li aiuta a digerire latte e prodotti lattiero-caseari. Per le persone con intolleranza al lattosio, mangiare latticini può causare disagio significativo, gas, gonfiore e diarrea.
  • Celiachia: ci sono più di 200 sintomi di celiachia, inclusi gonfiore doloroso e gas. Le persone celiache non sono in grado di digerire il glutine.
  • Sindrome dell’intestino irritabile: noto anche come IBS, questa è una condizione cronica che colpisce il 10-15 per cento degli americani. I sintomi includono dolore addominale, diarrea, stitichezza e gas.

Gli individui che pensano di avere una di queste condizioni dovrebbero consultare un medico per una diagnosi confermata.

Alcune diete possono aiutare le persone con problemi gastrointestinali a ridurre i loro sintomi. Uno di questi è noto come dieta low-FODMAP.

Seguendo una dieta a basso FODMAP, una persona consumerà meno alimenti che sono fermentabili o che contengono oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi e polioli.

Gli studi hanno rilevato che il 50-86% delle persone con IBS che hanno seguito questa dieta ha avuto una riduzione dei sintomi.

Altri fatti su flatulenza

Donna con flatulenza che tiene il culo

Anche se le farting non sono in genere un antipasto di conversazione, c’è molto da imparare a riguardo. I fatti sulla flatulenza includono:

  1. La persona media produce 0,6-1,8 litri di gas intestinale ogni giorno.
  2. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente (EPA) stima che la produzione di metano dal bestiame (essenzialmente le scoregge di mucca) rappresenti circa il 36% dell’inquinamento da metano generato dall’attività umana.
  3. La ricerca non ha rilevato alcuna differenza significativa tra l’ammontare che le persone più giovani e anziane scoreggiano. Allo stesso modo, non c’è nessuna differenza notevole tra i sessi.
  4. Gli individui sani passano il gas tra 12 e 25 volte al giorno. Tuttavia, non è raro che le persone scoreggiano più di questo, a seconda della loro scelta di alimenti.
  5. Solo l’1 per cento dei gas espulsi nelle scoregge ha un cattivo odore. Questi includono gas maleodoranti come l’idrogeno solforato.
  6. Oltre il 99 percento del gas che passa è costituito solo da azoto, ossigeno, anidride carbonica, idrogeno e metano.
  7. Le persone passano più gas quando dormono.
  8. La parola “scoreggia” deriva dalla parola inglese “feortan”, che significa “rompere il vento”.
  9. In ammollo i fagioli in acqua durante la notte possono ridurre la loro tendenza a innescare scoreggia.
  10. I sociologi che intervistarono gli studenti universitari riguardo ai loro sentimenti riguardo al peti scoprirono che le donne eterosessuali erano più propense a preoccuparsi che le persone che le sentivano scoreggia lo trovassero disgustoso, mentre gli uomini eterosessuali erano più inclini a pensare che fosse divertente.

Porta via

Anche se i peti sono naturali come mangiare o respirare, possono comunque causare imbarazzo. Anche le persone il cui livello di gas intestinale si trova nel range normale possono cercare di limitare la quantità di gas che passano.

Fortunatamente, gli studi hanno rilevato che adeguare la dieta di una persona può causare meno scoregge.

Gli enzimi commerciali over-the-counter, come Beano, possono anche ridurre la produzione di gas intestinale da parte dell’organismo. Tuttavia, questi prodotti non sono solitamente adatti per l’uso a lungo termine.

Per un approccio più naturale, una persona può mangiare più piccoli pasti più frequentemente e bere tè alla menta per alleviare il gonfiore e flatulenza.

Like this post? Please share to your friends: