Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Dieci motivi per cui i crampi si verificano dopo il periodo

I crampi sono molto comuni prima e durante le mestruazioni, ma possono anche verificarsi dopo che il periodo è terminato. Questo di solito non è motivo di preoccupazione, ma può indicare una condizione di base.

In questo articolo, copriamo 10 possibili cause di crampi dopo le mestruazioni:

  1. ovulazione
  2. gravidanza
  3. gravidanza extrauterina
  4. incapacità uterina
  5. endometriosi
  6. adenomiosi
  7. Cisti ovariche
  8. fibromi uterini
  9. stenosi cervicale
  10. malattia infiammatoria pelvica (PID)

Osserviamo anche i sintomi e i modi per alleviare il dolore causato da crampi periodici.

Cosa provoca crampi dopo il tuo periodo?

Donna che tiene il suo stomaco nel dolore sul letto a causa dei crampi mestruali dopo il periodo.

I crampi che si verificano direttamente prima e durante il periodo sono causati dall’appoggio dell’utero che perde il rivestimento. Questa è chiamata dismenorrea primaria e di solito dura da 48 a 72 ore.

I crampi causati da qualcosa di diverso dalle mestruazioni sono chiamati dismenorrea secondaria. Possono verificarsi in qualsiasi momento del ciclo mestruale.

La dismenorrea secondaria può essere normale o può essere necessario diagnosticare e curare un medico o uno specialista.

Di seguito sono riportate alcune possibili cause di crampi che si verificano dopo le mestruazioni.

1. Ovulazione

Una donna può sentire crampi durante l’ovulazione – quando un’ovaia rilascia un uovo. L’ovulazione avviene intorno alla metà del ciclo mestruale. Questi crampi sono chiamati mittelschmerz.

L’ovulazione è una parte dei cicli mestruali più regolari. Una persona può o potrebbe non essere in grado di sentirlo accadere.

I crampi dell’ovulazione spesso colpiscono un lato del corpo. Potrebbero durare alcuni minuti o un paio di giorni e andranno via da soli.

2. Gravidanza

Lievi crampi uterini possono essere un segno molto precoce della gravidanza. Questi crampi sono associati all’impianto – quando un ovulo o embrione fecondato si attacca al rivestimento dell’utero.

I crampi correlati all’impianto sono lievi e temporanei e spesso accompagnano spotting rosso scuro o marrone, noto come sanguinamento da impianto. Questo sanguinamento si verifica intorno al tempo che il prossimo periodo sarebbe dovuto.

Altri sintomi della gravidanza possono verificarsi durante questo periodo, come pesantezza del seno, aumento della minzione e cambiamenti di umore.

Il modo migliore per testare la gravidanza è fare un test a casa o in uno studio medico.

3. gravidanza ectopica

Una gravidanza extrauterina si verifica quando l’ovulo fecondato si attacca fuori dall’utero.

Le gravidanze ectopiche iniziano come gravidanze regolari, ma una donna potrebbe presto sperimentare forti crampi e dolore nell’utero.

Altri sintomi possono includere:

  • sanguinamento anomalo
  • dolore pelvico acuto, spesso grave
  • dolore alla spalla
  • nausea

La pressione coinvolta in una gravidanza extrauterina può causare la rottura della tuba di Falloppio. Ciò può causare gravi emorragie che possono portare a svenimenti, shock o sensazione di stordimento. Una rottura della tuba di Falloppio richiede cure mediche di emergenza.

Le gravidanze ectopiche non sono comuni, si verificano in circa il 2 per cento delle gravidanze.

4. incapacità uterina

In alcuni casi, una quantità di sangue rimarrà nell’utero al termine del periodo. Quando ciò accade, l’utero si contrae per rimuovere il sangue in eccesso.

Queste contrazioni possono causare crampi e possono anche causare macchie marrone o nere quando il vecchio sangue viene espulso.

I sintomi di solito scompaiono entro pochi giorni dal momento in cui il corpo si libera del sangue rimasto.

5. Endometriosi

Medico femminile che parla con paziente femminile in ospedale.

L’endometriosi è una condizione che causa la crescita del tessuto uterino all’esterno dell’utero. L’endometriosi può essere gestita, ma attualmente non esiste una cura.

Il dolore associato può verificarsi da 1 a 2 settimane prima delle mestruazioni. Il dolore può essere insolitamente intenso 1 o 2 giorni prima dell’inizio del ciclo.

Altri sintomi di endometriosi includono:

  • periodi pesanti
  • ovulazione dolorosa
  • dolore all’addome o alla schiena
  • dolore durante o dopo il sesso

Dolore pelvico costante o crampi addominali che peggiorano durante le mestruazioni dovrebbero essere discussi con un medico.

6. Adenomiosi

L’adenomiosi causa la crescita del tessuto endometriale nei muscoli dell’utero, piuttosto che nel rivestimento uterino.

Questo rende le pareti uterine più spesse, il che può portare a sanguinamento mestruale particolarmente intenso e crampi prolungati.

L’adenomiosi è trattata con farmaci. In alcuni casi estremi può essere necessaria un’isterectomia.

7. Cisti ovariche

Le cisti che si formano nelle ovaie possono causare crampi e sanguinamento dopo che il periodo è terminato.

La maggior parte delle cisti si risolve da sola, ma se sono particolarmente grandi possono causare altri sintomi.

Le cisti ovariche possono rendere l’addome e il bacino gonfiati o pesanti. Ci possono anche essere alcuni spotting o sanguinamento prima o dopo il loro periodo.

Le cisti ovariche sono generalmente trattate con farmaci o interventi chirurgici.

8. Fibroidi uterini

I fibromi sono crescite benigne e non cancerose che possono formare ovunque nell’utero. I sintomi differiscono in base alla posizione, alle dimensioni e al numero di fibromi nell’utero.

I fibromi uterini possono causare sintomi come:

  • sanguinamento irregolare
  • Mestruazioni particolarmente pesanti
  • ciclo mestruale di lunga durata
  • pressione o dolore nella pelvi
  • difficoltà a urinare o minzione frequente
  • stipsi

In alcuni casi, i fibromi uterini possono causare infertilità. Sono spesso trattati con farmaci, interventi chirurgici o una combinazione dei due.

9. Stenosi cervicale

Alcune donne hanno un’apertura più piccola nella loro cervice. Questo è chiamato stenosi cervicale, e può rallentare il flusso mestruale, che può causare una pressione dolorosa nell’utero.

La stenosi cervicale può essere trattata con farmaci o interventi chirurgici. In alternativa, un dispositivo intrauterino (IUD) può alleviare i sintomi.

10. Malattia infiammatoria pelvica (PID)

Il dolore nell’utero o nella vagina, accompagnato da perdite maleodoranti può essere un segno di un’infezione vaginale o uterina.Questo può causare PID se i batteri si spostano in altre aree del sistema riproduttivo.

I sintomi possono non essere evidenti all’inizio e possono iniziare con un improvviso e persistente dolore simile a crampi nell’addome. La PID può diventare pericolosa per la vita se non trattata correttamente.

Altri sintomi di PID includono:

  • perdite vaginali pesanti o anormali
  • sanguinamento mestruale anormale
  • stanchezza generale
  • sintomi simil-influenzali, come febbre o brividi
  • dolore, disagio o sanguinamento durante il rapporto sessuale
  • minzione difficile o dolorosa

La PID è spesso curabile con antibiotici. Qualsiasi partner sessuale dovrebbe essere testato per le infezioni trasmesse sessualmente.

Come si sentono i crampi?

La donna con mal di testa sottolinea dolore al lavoro, pizzicando il ponte del naso.

La maggior parte dei crampi uterini si sentirà simile, indipendentemente da quando si verificano.

Quando i crampi seguono le mestruazioni, può essere avvertito nell’addome inferiore e nella parte bassa della schiena, sebbene possa diffondersi sui fianchi e sulle cosce.

La forza di questi crampi varia da persona a persona, ma possono essere più gravi dei tipici crampi mestruali.

Molte persone sperimentano sintomi che accompagnano i loro crampi, tra cui:

  • nausea
  • gonfiore
  • stipsi
  • diarrea
  • mal di testa
  • vertigini

Ogni donna sperimenta i crampi mestruali in modo diverso. Alcuni possono avere forti crampi durante tutto il loro periodo, mentre altri notano solo un leggero disagio prima delle mestruazioni.

Trattamento

I crampi che seguono le mestruazioni sono trattati allo stesso modo della maggior parte dei crampi uterini.

La gravità dei crampi può essere ridotta utilizzando i seguenti metodi:

  • prendendo antidolorifici o antinfiammatori
  • posizionare una piastra elettrica o una bottiglia di acqua calda sull’addome
  • massaggiando leggermente l’area
  • Aumentare l’assunzione di acqua
  • mangiare una dieta ricca di cibi integrali, come frutta e verdura
  • riducendo i livelli di stress
  • ridurre l’assunzione di tabacco e alcol, o evitarlo del tutto
  • fare esercizi leggeri, come andare in bicicletta o camminare

Scelte di stile di vita salutari e routine di auto-cura possono causare crampi di periodo meno gravi.

prospettiva

I crampi che seguono un periodo spesso non sono motivo di preoccupazione.

In alcuni casi, i crampi possono essere un segno di gravidanza o una condizione di base, quindi potrebbe essere importante prendere nota di come e quando appaiono. Il trattamento dipenderà dalla causa sottostante.

Se i crampi sono gravi, non migliorare o apparire con altri sintomi, consultare un medico per la diagnosi e le cure mediche.

Like this post? Please share to your friends: