Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Disturbi da tic: cause, tipi e diagnosi

I tic sono movimenti irregolari, incontrollabili, indesiderati e ripetitivi dei muscoli che possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo.

I movimenti degli arti e di altre parti del corpo sono noti come tic motori. I suoni ripetitivi involontari, come grunting, sniffing o throat clearing, sono chiamati tic vocali.

I disturbi da tic iniziano di solito durante l’infanzia, presentandosi per la prima volta a circa 5 anni di età. In generale, sono più comuni tra i maschi rispetto alle femmine.

Molti casi di tic sono temporanei e risolvono entro un anno. Tuttavia, alcune persone che soffrono di tic sviluppano un disturbo cronico. I tic cronici colpiscono circa 1 su 100.

Tipi di disturbi da tic

I disturbi da tic possono essere classificati come motori, vocali o sindrome di Tourette, che è una combinazione di entrambi.

I tic motori e vocali possono essere di breve durata (transitori) o cronici. Il Tourette è considerato un tic cronico.

Disturbo da tic transitorio

madre e figlio insieme

Secondo l’American Academy of Child and Adolescent Psychiatry, il tic disturbo transitorio o tic provvisorio colpisce fino al 10% dei bambini durante i primi anni di scuola.

I bambini con disturbo tic transitorio presenteranno uno o più tic per almeno 1 mese, ma per meno di 12 mesi consecutivi. L’inizio dei tic deve essere stato prima che l’individuo compisse 18 anni.

I tic motori sono più comunemente osservati nei casi di tic transitoria rispetto ai tic vocali. I tic possono variare nel tipo e gravità nel tempo.

Alcune ricerche suggeriscono che i tic sono più comuni tra i bambini con difficoltà di apprendimento e sono visti di più nelle aule di educazione speciale. Anche i bambini all’interno dello spettro autistico hanno più probabilità di avere tic.

Disturbo da tic motorio o vocale cronico

I tic che compaiono prima dei 18 anni e durano per 1 anno o più possono essere classificati come un disturbo tic cronico. Questi tic possono essere sia motori che vocali, ma non entrambi.

Il tic cronico è meno comune del disturbo da tic transitorio, con meno dell’1 per cento dei bambini affetti.

Se il bambino è più giovane all’inizio di un disturbo cronico motorio o tic vocale, ha una maggiore possibilità di guarigione, con il tic che di solito scompare entro 6 anni. Le persone che continuano ad avere sintomi oltre i 18 anni hanno meno probabilità di vedere i loro sintomi risolti.

sindrome di Tourette

La sindrome di Tourette (TS) è un disturbo neurologico complesso. È caratterizzato da più tic – sia motori che vocali. È il disturbo da tic più grave e meno comune.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) riportano che il numero esatto di persone con TS è sconosciuto. La ricerca del CDC suggerisce che la metà di tutti i bambini con la condizione non sono diagnosticati. Attualmente, lo 0,3 per cento dei bambini dai 6 ai 17 anni negli Stati Uniti è stato diagnosticato con TS.

I sintomi di TS variano nel tempo con la loro gravità. Per molte persone, i sintomi migliorano con l’età.

La TS è spesso accompagnata da altre condizioni, come il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC).

Sintomi

Il sintomo che definisce i disturbi da tic è la presenza di uno o più tic. Questi tic possono essere classificati come:

  • Tic motori: includono tic, come movimenti della testa e delle spalle, lampeggio, strappi, colpi, schiocchi di dita o toccare cose o altre persone. I tic motori tendono ad apparire prima dei tic vocali, sebbene non sia sempre così.
  • Tic vocali: si tratta di suoni, come tosse, schiarimento della gola o grugniti o parole o frasi ripetute.

I tic possono anche essere suddivisi nelle seguenti categorie:

  • Tic semplici: si tratta di tic improvvisi e fugaci che utilizzano pochi gruppi muscolari. Gli esempi includono spasmi del naso, guizzi degli occhi o schiarirsi la gola.
  • Tics complessi: comportano movimenti coordinati che utilizzano diversi gruppi muscolari. Gli esempi includono saltare o fare un passo in un certo modo, gesticolare o ripetere parole o frasi.

I tic sono di solito preceduti da uno stimolo fastidioso, come un prurito o prurito. Mentre è possibile evitare di eseguire il tic, questo richiede un grande sforzo e spesso causa tensione e stress. Il sollievo da queste sensazioni viene sperimentato eseguendo il tic.

bambino nelle braccia di sua madre

I sintomi dei disturbi da tic possono:

  • peggiorare con le emozioni, come ansia, eccitazione, rabbia e stanchezza
  • peggiorare durante i periodi di malattia
  • peggiorare con temperature estreme
  • si verificano durante il sonno
  • variare nel tempo
  • varia in tipo e gravità
  • migliorare nel tempo

Cause e fattori di rischio

La causa esatta dei disturbi da tic è sconosciuta. Nell’ambito delle ricerche di Tourette, recenti studi hanno identificato alcune mutazioni geniche specifiche che possono avere un ruolo. Anche la chimica del cervello sembra essere importante, specialmente il glutammato di sostanze chimiche del cervello, la serotonina e la dopamina.

I tic che hanno una causa diretta rientrano in una diversa categoria di diagnosi. Questi includono tics a causa di:

  • Lesioni alla testa
  • ictus
  • infezioni
  • veleni
  • chirurgia
  • altre lesioni

Inoltre, i tic possono essere associati a disturbi medici più gravi, come la malattia di Huntington o la malattia di Creutzfeldt-Jakob.

I fattori di rischio per i disturbi da tic includono:

  • Genetica: i tic tendono a correre nelle famiglie, quindi potrebbe esserci una base genetica per questi disturbi.
  • Sesso: gli uomini hanno maggiori probabilità di essere colpiti da disturbi da tic rispetto alle donne.

complicazioni

Le condizioni associate ai disturbi da tic, specialmente nei bambini con TS, includono:

  • ansia
  • ADHD
  • depressione
  • disturbo dello spettro autistico
  • difficoltà di apprendimento
  • OCD
  • difficoltà linguistiche e linguistiche
  • difficoltà a dormire

Altre complicazioni associate a disturbi da tic sono legate all’effetto dei tic sull’autostima e sull’immagine di sé.

Alcune ricerche hanno scoperto che i bambini con TS o qualsiasi disturbo tic cronico sperimentano una qualità della vita inferiore e una minore autostima rispetto a quelli senza una di queste condizioni.

Inoltre, la Tourette Association of America afferma che le persone con TS spesso incontrano difficoltà nel funzionamento sociale a causa dei loro tic e delle condizioni associate, come l’ADHD o l’ansia.

Diagnosi

I disturbi da tic sono diagnosticati sulla base di segni e sintomi. Il bambino deve avere meno di 18 anni all’inizio dei sintomi per un disturbo da tic da diagnosticare. Inoltre, i sintomi non devono essere causati da altre condizioni mediche o farmaci.

I criteri utilizzati per diagnosticare il disturbo transitorio da tic includono la presenza di uno o più tic, che si verificano per meno di 12 mesi consecutivi.

Sono diagnosticati disturbi cronici motori o tic vocali se uno o più tic si sono verificati quasi quotidianamente per 12 mesi o più. Le persone con un disturbo tic cronico che non è TS, sperimenteranno tic motori o tic vocali, ma non entrambi.

La TS si basa sulla presenza di tic motori e vocali, che si verificano quasi ogni giorno per 12 mesi o più. La maggior parte dei bambini ha meno di 11 anni quando viene diagnosticata. Altre preoccupazioni comportamentali sono spesso presenti.

Per escludere altre cause di tic, un medico può suggerire:

  • analisi del sangue
  • Scansioni MRI o altre immagini

Trattamento e coping

Il trattamento dipende dal tipo di disturbo da tic e dalla sua gravità. In molti casi, i tic si risolvono da soli senza trattamento.

Tic severi che interferiscono con la vita quotidiana possono essere trattati con terapie, farmaci o stimolazione cerebrale profonda.

Terapie per disturbi da tic

uomo che parla a un terapeuta

Alcune terapie sono disponibili per aiutare le persone a controllare i tic e ridurre il loro verificarsi, tra cui:

  • Prevenzione dell’esposizione e della risposta (ERP): un tipo di terapia comportamentale cognitiva che aiuta le persone ad abituarsi alle sollecitazioni scomode che precedono un tic, con l’obiettivo di prevenire il tic.
  • Terapia inversione dell’abitudine: un trattamento che insegna alle persone con disturbi da tic a usare i movimenti per competere con i tic, quindi il tic non può accadere.

medicazione

I farmaci possono essere usati a fianco delle terapie o da soli. I farmaci in genere riducono la frequenza dei tic, ma non eliminano completamente i sintomi. I farmaci disponibili includono:

  • farmaci anti-sequestro
  • Iniezioni di Botox
  • rilassanti muscolari
  • farmaci che interagiscono con la dopamina

Altri farmaci possono aiutare i sintomi associati a disturbi da tic. Ad esempio, gli antidepressivi possono essere prescritti per i sintomi di ansia e DOC.

Stimolazione cerebrale profonda

La stimolazione cerebrale profonda (DBS) è un’opzione per le persone con TS i cui tic non rispondono ad altri trattamenti e incidono sulla qualità della vita di qualcuno.

La DBS prevede l’impianto di un dispositivo a batteria nel cervello. Alcune aree del cervello che controllano il movimento sono stimolate con impulsi elettrici allo scopo di ridurre i tic.

Coping e suggerimenti di auto-aiuto

Alcuni cambiamenti dello stile di vita possono aiutare a ridurre la frequenza dei tic. Loro includono:

  • evitando lo stress e l’ansia
  • dormire abbastanza

Può essere utile per:

  • Unirsi a un gruppo di supporto per le persone con TS e altri disturbi da tic
  • contattare amici e altri per aiuto e supporto
  • ricorda che i tic tendono a migliorare o a scomparire con l’età

I genitori di bambini con tic potrebbero voler:

  • informare gli insegnanti, i caregivers e altri che conoscono il bambino, sulla condizione
  • contribuire ad aumentare l’autostima del bambino incoraggiando interessi e amicizie
  • ignora le volte in cui si verifica un tic ed evita di indicarlo al bambino
Like this post? Please share to your friends: