Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Due bicchieri al giorno potrebbero essere troppi per gli uomini

Un nuovo studio ha scoperto che gli uomini che hanno bevuto alcol nella tarda adolescenza sono più suscettibili allo sviluppo di malattie del fegato più avanti nella vita. Altrettanto preoccupante, sembra che le attuali linee guida sulla sicurezza rivolte agli uomini possano essere troppo lassiste.

bicchiere di whisky

I ricercatori che lavorano presso il Centro per le Malattie Digestive della Divisione di Epatologia, con sede presso il Karolinska University Hospital di Stoccolma, in Svezia, ora hanno condotto uno studio retrospettivo su larga scala per studiare come il consumo di alcol durante l’adolescenza potrebbe influenzare la salute di una persona nel corso della vita .

Analizzando i dati, i ricercatori hanno anche notato alcuni preoccupanti collegamenti tra il consumo di alcol negli uomini e gli esiti negativi per la salute.

Ora ci si preoccupa che le attuali linee guida internazionali sul bere in sicurezza possano essere troppo permissive e ottimistiche.

“Il nostro studio”, spiega portare investigatore Hannes Hagström, “hanno dimostrato che quanto si beve nelle vostre tarda adolescenza in grado di predire il rischio di sviluppare cirrosi [una forma di malattia del fegato] più tardi nella vita.”

Il consumo di alcol in generale è noto per essere un importante fattore di rischio per la malattia del fegato, così come le malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.

Attualmente, negli Stati Uniti, il limite consigliato per l’uso di alcol non è più di due bicchieri al giorno per gli uomini e una bevanda al giorno per le donne, dove “un drink” contiene circa 0,6 once, o 14 grammi, di alcool puro.

Ma secondo il nuovo studio, queste raccomandazioni potrebbero dover essere modificate, poiché l’alcol sembra influenzare la salute degli uomini più fortemente di quanto si credesse in precedenza. Hagström nota anche che ciò che “una sicurezza negli uomini” potrebbe non essere chiaro.

Le scoperte dei ricercatori sono state pubblicate nel.

Bere adolescente legato a malattie del fegato

Lo studio di Hagström e del gruppo è stato retrospettivo, incentrato principalmente sul legame tra il consumo di alcol in tarda adolescenza e gli esiti di salute – in particolare il rischio di malattie del fegato – nell’età adulta.

Hanno analizzato i dati provenienti da uno studio sulla popolazione nazionale condotto tra il 1969 e il 1970, prendendo in considerazione tutti gli uomini svedesi reclutati per il servizio militare, che all’epoca era obbligatorio.

Lo studio ha raccolto i dati di oltre 49.000 uomini di età compresa tra i 18 ei 20 anni. Le loro informazioni personali erano anche abbinate ai documenti presentati al Registro nazionale dei pazienti e al Registro delle cause di morte in Svezia.

Ciò ha permesso ai ricercatori di rintracciare tutti i partecipanti a cui era stata diagnosticata una grave malattia del fegato entro la fine del 2009.

Hagström e la squadra anche regolati i loro risultati per modificatori rilevanti, come indice di massa corporea (BMI), abitudine al fumo, l’uso di stupefacenti, e la salute cognitiva e cardiovascolare.

È stato scoperto che i giovani uomini che sembravano aver assecondato il consumo di alcool nella tarda adolescenza avevano un elevato rischio di sviluppare gravi patologie epatiche in età avanzata.

Hanno scoperto che, in un periodo di follow-up di 39 anni, un totale di 383 uomini aveva sviluppato una delle seguenti condizioni:

  • cirrosi, che è caratterizzata da un progressivo deterioramento del fegato, che porta a alterata circolazione del sangue in questo organo
  • malattia epatica scompensata, che può insorgere come complicanza della cirrosi e può includere carcinoma epatocellulare, ascite (o eccesso di accumulo di liquido nella cavità addominale), varici esofagee, sindrome epatorenale (deterioramento della funzionalità renale) ed encefalopatia epatica (il deterioramento di funzione cerebrale associata a grave malattia del fegato)
  • insufficienza epatica

Alcuni di questi uomini sono anche morti a causa di una grave malattia del fegato.

Più sono le bevande, maggiore è il rischio

Secondo i ricercatori, il rischio di sviluppare malattie del fegato dipendeva dalla quantità di alcol che gli uomini avevano consumato. Quindi, due bicchieri al giorno – o circa 20 grammi, nei calcoli del team – erano associati a un più alto rischio di malattia epatica. Altre bevande erano legate a un rischio ancora più evidente.

Inoltre, prima di regolare i risultati per potenziali fattori di modifica, gli scienziati hanno riscontrato un alto rischio di esiti negativi per la salute anche per un consumo di alcol basso, di circa 6 grammi al giorno.

Tuttavia, va notato che lo studio ha indagato solo questi rischi negli uomini e non parla di alcuna conseguenza sulla salute delle donne. Gli autori avvertono che ulteriori ricerche devono essere condotte a tale riguardo.

Tuttavia, gli autori sottolineano che le loro scoperte dovrebbero incoraggiare gli uomini a rivedere le loro abitudini alimentari e fare del loro meglio per ridurre il consumo di alcol il prima possibile, poiché questa è sempre la migliore politica di prevenzione.

“Se questi risultati portano ad abbassare i livelli di cut-off per un consumo” sicuro “di alcol negli uomini, e se gli uomini aderiscono alle raccomandazioni, potremmo vedere una ridotta incidenza di malattia epatica alcolica in futuro.”

Hannes Hagström

Like this post? Please share to your friends: