Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

È questa la formula per invertire il diabete di tipo 2?

I risultati del primo anno di una sperimentazione clinica hanno dimostrato che quasi la metà delle persone che partecipano a un programma di gestione intensiva del peso erogato attraverso la cura primaria ha ottenuto la remissione del diabete di tipo 2 senza farmaci.

ragazzo che pesa sulle scale

Il trial, che si chiama Diabetes Remission Clinical Trial (DiRECT), si basa su precedenti lavori del co-ricercatore Prof. Roy Taylor, direttore del Magnetic Resonance Center presso l’Università di Newcastle nel Regno Unito.

Il lavoro precedente ha mostrato che un cambiamento radicale nella dieta può invertire il diabete di tipo 2.

I risultati dello studio, recentemente riportati, suggeriscono che la remissione del diabete di tipo 2 può essere ottenibile attraverso programmi di gestione del peso intensivi supportati da cure primarie di routine.

Le scoperte del team hanno rivelato che dopo 12 mesi di gestione radicale del peso, i partecipanti hanno perso in media 10 chilogrammi (22 libbre), e che il 45,6 per cento di loro è tornato ad essere non diabetico senza farmaci.

Messa a fuoco ‘mantenimento a lungo termine di perdita di peso’

Il Prof. Taylor afferma che una significativa perdita di peso riduce la quantità di grasso nel fegato e nel pancreas in modo che possano riprendere a funzionare normalmente.

“Quello che stiamo vedendo da DiRECT”, osserva, “è che perdere peso non è solo legato a una migliore gestione del diabete di tipo 2: una significativa perdita di peso potrebbe effettivamente portare a una remissione duratura”.

“I nostri risultati suggeriscono che anche se si è avuto il diabete di tipo 2 per 6 anni”, aggiunge il prof. Michael Lean, presidente della Human Nutrition presso l’Università di Glasgow nel Regno Unito, “mettere la malattia in condizioni di remissione è fattibile. “

Dice che il loro approccio differisce dal modo convenzionale di gestire il diabete di tipo 2 in quanto si concentra “sulla necessità di mantenere a lungo termine la perdita di peso attraverso la dieta e l’esercizio e incoraggiare la flessibilità per ottimizzare i risultati individuali.”

Il diabete è un problema di salute globale

Il diabete è una malattia in cui l’organismo non produce abbastanza o non può utilizzare efficacemente l’insulina, che è un ormone che aiuta le cellule ad assorbire e trasformare lo zucchero nel sangue in energia.

Nel diabete di tipo 2, le cellule del corpo non reagiscono all’insulina come dovrebbero, che è nota come resistenza all’insulina. Il pancreas – un organo che produce insulina – cerca di compensare producendo più insulina, ma alla fine non può fare abbastanza e i livelli di zucchero nel sangue aumentano.

Glicemia alta o iperglicemia danneggia molte parti del corpo e può portare a gravi problemi di salute, tra cui malattie cardiache, problemi alla vista e malattie renali.

Delle centinaia di milioni di persone in tutto il mondo che hanno il diabete, la stragrande maggioranza ha il tipo 2, che deriva in gran parte dal portare troppo peso e non essere fisicamente attivi.

Negli Stati Uniti, circa il 90-95% dei 30 milioni di persone con diabete ha il tipo 2. E mentre colpisce normalmente persone di 45 anni e più, un numero crescente di bambini e giovani adulti sta anche sviluppando il diabete di tipo 2.

Gestione intensiva del peso rispetto al solito trattamento

I risultati del primo anno di DiRECT riguardano 298 persone di età compresa tra i 20 ei 65 anni che sono state reclutate per il processo tra luglio 2014 e agosto 2016 e a chi era stato diagnosticato il diabete di tipo 2 nei precedenti 6 anni. Stavano frequentando 49 cliniche di medicina generale o di medicina generale (GP) in tutta la Scozia e una regione nel nord-est dell’Inghilterra.

Il trial ha assegnato a caso le cliniche GP per fornire uno dei due tipi di trattamento: un programma di gestione del peso radicale chiamato Contrappeso Plus o l’adesione alle attuali linee guida sulle migliori pratiche.

Ciò ha portato 149 persone a seguire il programma di gestione intensiva del peso e altre 149 persone seguendo la pratica corrente (i controlli).

Durante i primi 3-5 mesi, i partecipanti alla gestione del peso hanno assunto una formula di sostituzione della dieta totale che non ha dato loro più di 855 calorie al giorno. Successivamente, hanno gradualmente introdotto il cibo normale per 2-8 settimane.

Durante tutto il programma, hanno ricevuto supporto per il mantenimento della perdita di peso che includeva sessioni di terapia comportamentale cognitiva insieme a consigli su come essere più fisicamente attivi. Dall’inizio del programma, hanno smesso di assumere farmaci per controllare l’ipertensione e il diabete.

Il diabete si è invertito in quasi la metà dei soggetti

Alla fine del primo anno, quasi un quarto (36 su 149) persone nel programma di gestione del peso aveva perso 15 chilogrammi (33,1 sterline). La perdita di peso medio in questo gruppo era di 10 chilogrammi (22,1 libbre) rispetto a solo 1 chilogrammo (2,2 libbre) nel gruppo di controllo.

Inoltre, quasi la metà (68 su 149) delle persone che gestivano il controllo del peso aveva invertito il diabete dopo 12 mesi, rispetto a solo il 4% (6 persone) dei controlli.

Un risultato significativo del trial è stato il forte legame tra la quantità di perdita di peso e il successo nell’invertire il diabete.

Quasi tutti (9 su 10) di coloro che hanno perso 15 chilogrammi (33,1 libbre) o più sono riusciti a invertire il diabete di tipo 2, rispetto a soli tre quarti (47 su 64) di quelli che hanno perso 10 chilogrammi (22,1 libbre) o Di Più.

Il gruppo di controllo del peso ha anche migliorato altre misure di salute, tra cui miglioramenti nei livelli medi di trigliceridi, lipidi nel sangue e pressione sanguigna. Quasi la metà del gruppo era in grado di stare fuori dai farmaci per la pressione del sangue senza che la pressione del sangue aumentasse.

DiRECT segue i partecipanti per 4 anni per stabilire fino a che punto i risultati di perdita di peso e remissione persistono.

Poiché la maggior parte dei partecipanti erano britannici e bianchi, i ricercatori non sono in grado di dire se i risultati si applicano ad altri gruppi, in particolare quelli in cui il diabete di tipo 2 può svilupparsi a seguito di un minor aumento di peso, come ad esempio le persone dell’Asia meridionale.

Obiettivi raggiungibili per molte persone

Il Prof. Taylor spiega che i risultati dello studio suggeriscono che non è necessario cercare di raggiungere le enormi perdite di peso come quelle “mirate dalla chirurgia bariatrica” ​​per invertire i meccanismi che causano il diabete di tipo 2.

Gli obiettivi di perdita di peso del programma seguiti nello studio sono “realizzabili per molte persone”, dice, sottolineando che “la grande sfida è la rinuncia a lungo termine al riacquisto del peso”.

Questi risultati, insieme a quelli di altri studi, “indicano che la perdita di peso dovrebbe essere l’obiettivo primario nel trattamento del diabete di tipo 2”, osserva il professore emerito Matti Uusitupa, dell’Università della Finlandia orientale, in un editoriale di accompagnamento.

Il Prof. Uusitupa sottolinea inoltre che le prove suggeriscono che il momento migliore per iniziare a cambiare stile di vita e lavorare per ridurre il peso è quando viene diagnosticato il diabete, “perché la motivazione di un paziente è solitamente alta e può essere migliorata dagli operatori sanitari professionisti”.

“Questi risultati sono molto eccitanti e potrebbero rivoluzionare il modo in cui viene trattato il diabete di tipo 2”.

Prof. Roy Taylor

Like this post? Please share to your friends: