Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Eruzione di edera velenosa: cause, trattamento e prevenzione

L’edera velenosa è una pianta nota per causare una grave infiammazione della pelle, chiamata anche dermatite da contatto. Contiene una linfa che innesca un’irritazione immediata se viene a contatto con la pelle.

Conosciuto anche come, l’edera velenosa è originaria del Nord America.

Cresce principalmente ai margini del bosco dove c’è molta luce solare. È una pianta bassa, un arbusto. Può avere bacche verdi e fiori verdi-gialli crescono in primavera.

La pianta è nota per i suoi grappoli di tre foglioline, di colore variabile dal verde chiaro al verde scuro. Ogni foglia cresce sul proprio stelo ed è collegata a una vite principale. Non ci sono spine.

L’edera velenosa non è una vera edera ma tende a scalare pali e alberi telefonici. È un membro della famiglia degli anacardi.

“Volantini tre, lascia che sia” e “Vite pelosa, nessun mio amico” sono due rime mnemoniche comuni per descrivere l’aspetto dell’edera velenosa.

Secondo l’American Academy of Dermatology (AAD), l’85% della popolazione negli Stati Uniti è allergica all’edera velenosa. Se queste persone toccano la pianta, svilupperanno un’eruzione cutanea.

Il restante 15% della popolazione non ha reazioni, ma anche quelli che non sono normalmente allergici dovrebbero prestare attenzione, poiché la possibilità di una reazione aumenta con l’età e con esposizioni ripetute.

Cosa c’è di velenoso sull’edera velenosa?

[Edera velenosa tre foglie]

La linfa di edera velenosa si trova in quasi ogni parte della pianta, comprese le foglie, i gambi e le radici. La linfa contiene un olio chiamato urushiolo, una sostanza oleosa di colore giallo pallido.

Se uno qualsiasi di questo olio estremamente appiccicoso tocca la pelle, può causare un’eruzione cutanea vescica.

Urushiol si trova anche in rovere velenoso e sommacco veleno.

Una reazione a urushiol può verificarsi quando vi è un contatto diretto da toccare oggetti contaminati, come scarpe dopo aver camminato, e dalla respirazione di fumo da bruciare edera velenosa.

Il tipo più pericoloso di esposizione è quando una persona inala il fumo mentre la pianta viene bruciata.

Sintomi

Quando una persona è esposta all’edera velenosa, un’eruzione cutanea può manifestarsi tra 12 e 72 ore dopo l’esposizione. Più sei allergico all’edera velenosa, più velocemente apparirà.

I segni di una reazione all’edera velenosa includono:

  • intenso prurito
  • pelle rossa o strisce rosse
  • protuberanze rosse, chiamate papule
  • gonfiore
  • orticaria
  • vesciche, spesso sviluppate in linee e stillicidio
  • pelle incrostata

L’eruzione non è contagiosa e non si diffonde. Se sembra che si stia diffondendo, ciò è dovuto a una reazione ritardata.

Possono essere necessarie diverse settimane per curare l’eruzione cutanea.

Quando vedere un dottore

Se un individuo sviluppa uno dei seguenti segni o sintomi, è importante rivolgersi immediatamente al medico:

  • problema respiratorio
  • difficoltà a deglutire
  • lingua gonfia
  • un’eruzione che copre il viso, i genitali o la maggior parte del corpo
  • palpebre gonfiore, al punto che gli occhi si chiudono

Una reazione allergica grave può verificarsi nelle vie nasali, nella gola e nei polmoni. Possono avere difficoltà a respirare. È necessaria assistenza medica urgente se qualcuno smette di respirare.

Se la persona ha un Epipen, un terzo può aiutarli a usarlo.

Trattamento

Un’eruzione da edera velenosa generalmente si risolve da sola entro 2 o 3 settimane. Non sono disponibili trattamenti medici specifici su prescrizione medica.

[occhi gonfi un segno di reazione di edera velenosa]

Tuttavia, il seguente potrebbe offrire qualche sollievo:

Rimuovendo i vestiti e la doccia quando vieni da fuori. Risciacquare la pelle con acqua fredda e saponata potrebbe aiutare a rimuovere il urushiol se lo si fa entro un’ora di contatto con la pianta.

Immergere in acqua fredda per facilitare la combustione e il prurito, ma non l’acqua calda o calda, in quanto ciò può peggiorare la reazione. Un bel bagno di farina d’avena può aiutare.

Le creme da calamina e cortisone da banco dovrebbero ridurre il prurito.

L’antistaminico orale, come Allegra (fexofenadine), Zyrtec o Benadryl allevia l’infiammazione e il prurito. Sono disponibili al banco.

Molti di questi farmaci possono causare sonnolenza. L’individuo non deve guidare o usare macchinari fino a quando non sa come le droghe li influenzeranno.

La difenidramina topica può ridurre il prurito, ma può anche causare una reazione infiammata, rendendo l’area dolente e rossa. Questo può accadere alcuni giorni dopo il contatto.

Se l’eruzione cutanea è particolarmente grave, con un numero elevato di vescicole, un medico può prescrivere un corticosteroide orale. I corticosteroidi iniettabili vengono spesso somministrati per prevenire ulteriori progressi della reazione. Se l’eruzione si infetta, potrebbe essere prescritto un antibiotico orale o topico.

L’assunzione di antistaminici orali prima di dormire può aiutare il paziente a dormire meglio. Il prurito può essere intenso e interrompere il sonno.

I pazienti non devono graffiare l’eruzione cutanea o scoppiare vesciche, poiché ciò può causare infezioni.

Impacchi freddi possono aiutare a lenire il prurito, ottenuto da un panno pulito imbevuto di acqua fredda.

Fattori di rischio e prevenzione

Le persone a più alto rischio di reazione da edera velenosa sono quelle che sono esposte alle piante.

Questo include quelli che fanno molti hobby all’aperto o il cui lavoro richiede loro di lavorare all’aperto

I lavori che possono esporre una persona all’edera avvelenata includono:

[Edera velenosa in crescita]

  • forestali
  • giardinieri
  • muratori
  • agricoltori
  • paesaggisti

Suggerimenti per ridurre il rischio includono:

  • imparare a identificare la pianta per evitarlo
  • indossa pantaloni lunghi, calze e guanti
  • pulendo tutti gli indumenti e le scarpe dopo essere stati all’aperto, se si fosse potuto entrare in contatto con l’edera velenosa
  • lavare immediatamente la pelle con acqua e sapone, quindi risciacquare abbondantemente
  • usando una crema per la pelle OTC contenente bentoquatam prima di andare all’aperto in un’area con edera velenosa, in quanto ciò può bloccare l’urishiolo di influenzare la pelle
  • pulendo accuratamente gli animali domestici se possono essere stati a contatto con l’edera velenosa poiché possono trasportare urushiol sulla pelle e sul pelo

Anche gli animali domestici possono essere sensibili alla tossina, quindi dovrebbero essere tenuti lontani dall’edera velenosa laddove possibile.

La reazione può svilupparsi con l’età con esposizione ripetuta, quindi anche se non sei allergico all’edera velenosa usa i guanti e cura con la manipolazione. La linfa di edera velenosa sui vestiti o sulla pelliccia del cane può trasferirsi in altri.

Like this post? Please share to your friends: