Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Esame del sangue per predire il rischio di malattia coronarica approvato dalla FDA

La coronaropatia è la principale causa di morte sia negli uomini che nelle donne negli Stati Uniti. Ora, la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha approvato un nuovo test che può prevedere il rischio di una persona per la condizione, e il test è salutato come particolarmente efficace per le donne nere.

Un esame del sangue

Secondo la Food and Drug Administration (FDA), il test – chiamato PLAC Test per Lp-PLA2 – è stato autorizzato per l’uso in uomini e donne senza storia di malattie cardiache, ma gli studi hanno dimostrato che è più preciso nella previsione rischio di malattia coronarica (CHD) nelle donne.

Il test funziona misurando l’attività di Lp-PLA2 (fosfolipasi A2 associata alla lipoproteina) – un enzima che è un indicatore dell’infiammazione vascolare – in un campione di sangue. L’infiammazione vascolare è un segno di accumulo di placca nelle arterie e questo accumulo di placca può ostruire le arterie e causare CHD.

I pazienti con attività Lp-PLA2 superiore a 225 nanomoli al minuto per millilitro (nmol / min / mL) nel sangue sono considerati ad alto rischio di eventi CHD, come infarto o ictus. I pazienti con attività Lp-PLA2 inferiore a 225 nmol / min / mL sono classificati come a basso rischio per un evento di CHD.

Eventi di CHD più comuni nelle donne di colore con attività Lp-PLA2 più elevata

Per decidere se approvare il test PLAC per Lp-PLA2, la FDA ha condotto una revisione di tutti gli studi disponibili sulla tecnica.

Fatti veloci su CHD

  • CHD uccide circa 375.000 americani ogni anno
  • I fattori di rischio per CHD comprendono ipertensione, fumo, colesterolo alto e glicemia alta
  • Le donne sopra i 55 anni e gli uomini sopra i 45 anni sono maggiormente a rischio di CHD.

Ulteriori informazioni su CHD

La loro revisione ha incluso il test PLAC per lo studio di validazione delle attività Lp-PLA2, in cui il test è stato somministrato su 4.598 partecipanti di età compresa tra 45 e 92 anni che non avevano una storia di CHD. Di questi partecipanti, il 58,3% erano donne e il 41,5% erano neri.

I ricercatori dello studio hanno seguito i partecipanti per una media di 5,3 anni, durante i quali hanno registrato il verificarsi di eventi CHD tra ogni individuo.

I risultati dello studio hanno rivelato che il 7% dei partecipanti con attività Lp-PLA2 superiore a 225 nmol / min / ml ha presentato un evento coronarico, rispetto a solo il 3,3% dei partecipanti con attività Lp-PLA2 inferiore a 225 nmol / min / mL.

Analizzando i dati del team per sottogruppi, la FDA ha riscontrato che il tasso di eventi CHD era molto più alto tra le donne nere i cui livelli di attività Lp-PLA2 erano superiori a 225 nmol / min / ml, rispetto ad altri sottogruppi con attività Lp-PLA2 simile. È stato inoltre riscontrato che gli eventi di CHD sono più comuni nelle donne con livelli di attività Lp-PLA2 superiori a 225 nmol / min / mL rispetto agli uomini con tali livelli.

La FDA nota che, di conseguenza, il test è etichettato con informazioni sulle prestazioni diverse per donne nere, donne bianche, uomini neri e uomini bianchi.

Spera che il test ridurrà la mortalità e la morbilità legate alla CHD nelle donne

Le malattie cardiache sono responsabili di 1 su 4 decessi femminili negli Stati Uniti e la CHD è la forma più comune della condizione.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa il 64% delle donne che muoiono per malattia coronarica non ha precedenti sintomi della malattia. La FDA spera che il test PLAC per Lp-PLA2 aiuti la diagnosi precoce di CHD in questa popolazione.

Alberto Gutierrez, direttore dell’Ufficio di diagnostica in vitro e di salute radiologica presso il Centro per i dispositivi e la salute radiologica della FDA, afferma:

“Un test cardiaco che aiuta a prevedere meglio il futuro rischio di malattia coronarica nelle donne, e in particolare le donne di colore, può aiutare gli operatori sanitari a identificare questi pazienti prima di sperimentare un grave evento di CHD, come un attacco di cuore.

Speriamo che l’eliminazione di questo test migliorerà l’assistenza preventiva e ridurrà la mortalità e la morbilità legate alla CHD in questi pazienti “.

A gennaio, è stato riportato uno studio che dettagliava un esame del sangue che secondo i ricercatori poteva prevedere con precisione il rischio di attacco cardiaco.

Il team di ricerca – da The Scripps Research Institute in California – afferma che il test utilizza un metodo di “biopsia fluida” che identifica le cellule endoteliali nel sangue, che può essere un predittore di un attacco di cuore.

Like this post? Please share to your friends: