Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Esiste la prova della malattia della Guerra del Golfo

Le scansioni hanno mostrato la perdita di materia cerebrale in due regioni del cervello associate alla regolazione del dolore nei veterani della Guerra del Golfo, i ricercatori del Georgetown University Medical Center hanno riportato sulla rivista PLoS One.

Come informazioni di base, gli autori hanno informato che dei circa 700.000 soldati che hanno prestato servizio in Operation Desert Storm (1990-1991), quasi il 30% ha sviluppato la Gulf War Illness (Gulf War Syndrome). La malattia della Guerra del Golfo si presenta con sintomi come deficit cognitivi, disfunzione autonomica, affaticamento grave e dolore cronico diffuso che coinvolge il sistema nervoso centrale (sistema nervoso centrale).

La maggior parte dei pazienti con la malattia della Guerra del Golfo ha un malessere post-sforzo, il che significa che i loro sintomi peggiorano considerevolmente dopo lo sforzo fisico e / o mentale.

Gli scienziati di questo studio avevano deciso di determinare quale potrebbe essere la relazione causale tra l’esercizio fisico, il cervello e le alterazioni dei sintomi. Hanno reclutato 38 volontari – 28 veterani della Guerra del Golfo e 10 controlli (dieci persone abbinate che non erano veterani). I partecipanti sono stati sottoposti a due prove di stress da esercizio e due scansioni di risonanza magnetica funzionale (FMRI), una prima e una dopo i test, con lo scopo di verificare se ci fossero cambiamenti seriali nel dolore, nella funzione autonomica e nella memoria di lavoro.

* La funzione autonoma si riferisce al modo in cui funziona il sistema nervoso autonomo (ANS). ANS è la parte del sistema nervoso che agisce come un sistema di controllo e funziona in gran parte al di sotto del livello di coscienza. Colpisce la digestione, la frequenza cardiaca, la minzione (minzione), l’eccitazione sessuale, la sudorazione, la dilatazione pupillare, la salivazione e la frequenza respiratoria.

Serbatoio in Desert Storm
Quasi un terzo dei soldati inviati alla Guerra del Golfo hanno sintomi della malattia della Guerra del Golfo. Gli scienziati hanno scoperto che la malattia della Guerra del Golfo sembra avere due forme distinte, a seconda delle regioni cerebrali che si sono deteriorate. Le loro scoperte potrebbero spiegare perché i medici hanno costantemente riscontrato che non tutti i veterani della Guerra del Golfo hanno gli stessi sintomi e le stesse lamentele.

Dopo aver subito dei test di esercizio fisico, è diventato evidente che esistevano sottogruppi con sintomi diversi tra i veterani. In 18 dei veterani, i livelli di dolore sono aumentati dopo aver completato il test da sforzo. Le scansioni di fMRI hanno rivelato la perdita di materia cerebrale in regioni vicine a quelle associate alla regolazione del dolore.

Quando i veterani dovevano svolgere compiti cognitivi (pensiero, memoria, giudizio, intelligenza), le scansioni mostravano che la parte basale del ganglia era più utilizzata – probabilmente una strategia compensativa usata dal cervello che si trova comunemente tra i malati di Alzheimer come bene come quelli con altri disturbi neurodegenerativi.

Dopo l’esercizio fisico, i veterani colpiti hanno perso la capacità di usare i loro gangli della base. I ricercatori suggeriscono che ciò sia dovuto a una risposta avversa a un fattore di stress fisiologico.

Rayhan ha scritto che “un gruppo separato di 10 veterani ha avuto un’alterazione clinica molto diversa”. Il loro battito cardiaco è aumentato in modo significativo. L’atrofia (deterioramento) è stata osservata anche nel tronco cerebrale di questi dieci veterani. Il tronco cerebrale regola la frequenza cardiaca.

Alcuni pazienti con disturbi neurodegenerativi hanno mostrato un aumento dell’uso compensatorio della parte cerebrale del cervelletto durante i compiti cognitivi. Gli autori hanno riferito che in questo sottogruppo è stata osservata la stessa cosa: dopo l’esercizio, hanno perso la capacità di utilizzare questa area di compensazione.

Il dott. Baraniuk e il team non hanno riscontrato alterazioni nei sintomi indotti dall’esercizio fisico, nella struttura del cervello o nella cognizione in nessuno dei 10 non veterani (il gruppo di controllo).

Rayhan ha spiegato:

“L’uso di altre aree del cervello per compensare un’area danneggiata è visto in altri disturbi, come il morbo di Alzheimer, motivo per cui crediamo che i nostri dati dimostrino che questi veterani soffrono di disfunzione del sistema nervoso centrale”.
Solo perché questi veterani hanno sintomi e atrofia simili a quelli con disturbi neurodegenerativi non significa che progrediranno verso la malattia di Alzheimer o qualche altro disturbo, ha aggiunto Rayhan.

“I nostri risultati aiutano a spiegare e convalidare ciò che i veterani hanno da lungo tempo detto sulla loro malattia”.
Rakib Rayhan Lo scienziato, che ha espresso sorpresa per le loro scoperte, ha scritto che il loro studio segue un altro pubblicato nel marzo 2013 su PLoS ONE in cui sono state osservate anomalie nel fascio di fibre nervose che collegano le aree del cervello che trattano l’elaborazione e la percezione del dolore e della fatica.

Atrofia cerebrale trovata in Veterani della Guerra del Golfo nel 2007

Roberta White, PhD, della Boston University School of Public Health e colleghi hanno riferito nel 2007 che i veterani della Guerra del Golfo che sono tornati con più sintomi e lamentele hanno riscontrato differenze significative nelle strutture cerebrali rispetto ai loro compagni di rientro. Il dott. White ha presentato le sue scoperte all’American Academy of Neurology’s 59th Annual Meeting a Boston (2007).

I ricercatori hanno reclutato 36 veterani della Guerra del Golfo del 1990-1991 (la prima guerra del Golfo). Più di cinque di loro avevano sintomi multipli, tra cui difficoltà di concentrazione, nausea, eruzioni cutanee, cefalea, dimenticanza, stanchezza e dolori articolari. Il resto aveva meno di cinque sintomi.

Il Dr. White ha spiegato che due regioni del cervello coinvolte nel pensiero e nella memoria erano considerevolmente più piccole in quelle con più di cinque sintomi: la corteccia complessiva era del 5% più piccola e il giro cingolato anteriore rostrale era del 6% più piccolo. Questi partecipanti avevano punteggi peggiori nel test di apprendimento e di memoria, rispetto a quelli con meno di cinque sintomi.

Il Dr. White ha dichiarato: “Non conosciamo la causa di queste differenze nei volumi cerebrali dei veterani, ma l’ipotesi è che siano correlati all’esposizione a sostanze pericolose durante la prima guerra del Golfo.Molte truppe sono state esposte a sostanze pericolose come i pesticidi e altri studi hanno dimostrato che l’esposizione a queste sostanze influisce sul sistema nervoso centrale “.

Qual è la malattia della guerra del Golfo?

La Guerra del Golfo, conosciuta anche come Sindrome della Guerra del Golfo, è un disturbo multi-sintomatico a lungo termine che colpisce circa un terzo del personale militare e dei lavoratori civili che sono stati inviati alla prima Guerra del Golfo.

Diversi sintomi e reclami sono stati associati alla malattia della guerra del Golfo, tra cui:

  • Diarrea
  • eruzioni cutanee
  • problemi cognitivi
  • dolore fisico
  • fatica

Dal 1995 al 2005, diversi studi hanno riportato il peggioramento delle condizioni dei veterani di combattimento rispetto ai veterani non schierati. Un numero significativo di veterani di guerra iniziato a soffrire di nuove malattie croniche, malattie croniche affaticamento sindrome simil-, PTSD (disturbo post traumatico da stress), maggiore persistenza di eventi negativi per la salute, la compromissione funzionale – ci sono stati anche più ripetuto visite cliniche e ricoveri.

Quali sono le cause della malattia della Guerra del Golfo?

Nessuno lo sa davvero. Inizialmente, alcuni operatori sanitari, personale militare e altri “esperti” si chiedevano se la Sindrome della Guerra del Golfo esistesse davvero. Tuttavia, ci sono stati così tanti risultati di studio che la comunità medica ora accetta che sia reale. Le malattie mediche legate alla sindrome della guerra del Golfo sono oggi riconosciute dal Dipartimento della Difesa e dal Dipartimento per gli affari dei veterani. Quest’ultimo studio è probabilmente la migliore prova fisica dell’esistenza della malattia della Guerra del Golfo.

Operazione Desert Storm 22
Prima di essere estromessi dalle forze della coalizione, i pozzi petroliferi del Kuwait sono stati dati alle fiamme dalle forze irachene. Sono state fatte segnalazioni che una o una combinazione di quanto segue potrebbe aver contribuito alla Sindrome della Guerra del Golfo:

  • Forma del fumo che brucia i pozzi di petrolio
  • Uranio impoverito
  • Gas Sarin
  • vaccinazioni
  • Combattere lo stress
  • Bromuro di piridostigmina – antitossina per agenti nervini
  • Pesticidi organofosfati

Scritto da Christian Nordqvist

Like this post? Please share to your friends: