Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Evocati potenziali test e risultati

I potenziali test evocati misurano il tempo necessario al cervello per rispondere alla stimolazione sensoriale, attraverso la vista, il suono o il tatto.

Utilizzato come strumento diagnostico, i potenziali test evocati possono rilevare risposte anomale alla stimolazione che possono indicare una condizione medica. Evocati potenziali test sono comunemente usati per aiutare a diagnosticare la sclerosi multipla (SM).

Questo articolo fornirà una panoramica di quali sono i test potenziali evocati, come vengono utilizzati e cosa significano.

Quali sono i potenziali test evocati?

Medico che mostra le note al paziente.

Il sistema nervoso collega il corpo attraverso una serie di cellule nervose che comunicano con segnali elettrici.

Quando il corpo riceve la stimolazione attraverso gli occhi (stimolazione visiva), le orecchie (stimolazione uditiva) o la pelle (stimolazione o tocco somatosensoriale), i segnali elettrici vengono inviati lungo i nervi del cervello.

Ad esempio, la luce che rimbalza su un oggetto stimolerebbe i recettori sensoriali nell’occhio, che invia segnali elettrici al cervello per l’elaborazione. Questo segnale richiederà più tempo per arrivare al cervello di un segnale stimolato dal contatto. Questo perché quando una persona vede qualcosa, il corpo deve prima convertire la luce in un segnale elettrico prima di inviarlo al cervello.

È anche possibile che questo tempo di segnalazione sia influenzato da una condizione medica che causa un tempo di risposta anormalmente lento.

I test potenziali evocati misurano il tempo necessario al cervello per rispondere agli stimoli sensoriali come un modo per rilevare e monitorare i problemi o le irregolarità con il funzionamento del sistema nervoso.

Come vengono utilizzati?

Evocati potenziali test sono spesso usati per confermare una diagnosi o monitorare il sistema nervoso, piuttosto che determinare la causa di un’anomalia.

Un test potenziale evocato può essere utilizzato per integrare o confermare una diagnosi di SM attraverso la dimostrazione di questa trasmissione del segnale più lenta.

La SM si verifica quando lo strato grasso (mielina) che isola le cellule nervose viene danneggiato. Quando la mielina è danneggiata, influisce sulla velocità che i segnali elettrici possono attraversare attraverso le cellule nervose.

Il test del potenziale evocato può anche essere utilizzato per:

  • valutare l’udito o la vista
  • rilevare lesioni e tumori
  • rilevare danni ai nervi, come nel caso del nervo ottico
  • valutare l’attività cerebrale in pazienti coma
  • diagnosticare e monitorare le malattie che danneggiano i nervi

Strumenti diagnostici più avanzati, come la risonanza magnetica (MRI), hanno fatto sì che i potenziali test evocati siano sempre meno diffusi, ma sono ancora considerati un valido strumento medico.

Cosa aspettarsi

I test potenziali evocati utilizzano elettrodi posizionati sul cuoio capelluto per registrare i segnali elettrici inviati al cervello. I tre principali tipi di test sono:

Scansione elettrica del cervello.

  1. Test visuale di evocazione visiva (VER), in cui l’occhio è esposto a schemi a scacchi oa lampi di luce.
  2. Test di risposta evocativa uditiva (BAER) del tronco cerebrale, in cui l’orecchio è esposto a suoni o toni di clic. Il tempo di risposta del segnale può determinare se vi è un danno alla via uditiva all’interno del cervello o al nervo acustico che collega l’orecchio al cervello.
  3. Test di risposta evocati somatosensoriali (SSER), in cui una scarica elettrica a bassa intensità viene somministrata in una certa posizione sul corpo e il tempo di risposta del segnale viene registrato nel cervello. È usato nella regione del sistema nervoso che potrebbe essere danneggiato. Ad esempio, potrebbe essere utilizzato per rilevare una lesione del midollo spinale.

I test potenziali evocati hanno un’intensità molto bassa e comportano un rischio minimo per la persona oltre il minor disagio durante il test.

In circostanze estremamente rare, è possibile che un test di risposta visivamente evocato causi un attacco.

Alcuni fattori, come gravi disturbi visivi o uditivi o spasmi muscolari, possono anche influenzare l’accuratezza del test.

I risultati potrebbero mostrare un tempo di trasmissione del segnale anormalmente lungo, che potrebbe indicare un danno alla via nervosa. Ciò può verificarsi indipendentemente dal fatto che la persona stia vivendo qualche sintomo relativo all’area di potenziale danno.

In genere, l’imaging di follow-up viene utilizzato per indagare il problema in modo più dettagliato, come la risonanza magnetica o una tomografia computerizzata (CT).

Like this post? Please share to your friends: