Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Frattura di fibula: sintomi, trattamento e recupero

La fibula e la tibia sono le due ossa lunghe della parte inferiore della gamba. La fibula, o osso di vitello, è un piccolo osso situato all’esterno della gamba. La tibia, o shinbone, è l’osso portatore di pesi e si trova all’interno della parte inferiore della gamba.

La fibula e la tibia si uniscono alle articolazioni del ginocchio e della caviglia. Le due ossa aiutano a stabilizzare e sostenere i muscoli della caviglia e della parte inferiore della gamba.

Una frattura del perone viene utilizzata per descrivere una frattura nell’osso del perone. Un impatto forte, come l’atterraggio dopo un salto in alto o qualsiasi impatto sull’aspetto esterno della gamba, può causare una frattura. Anche il rotolamento o la distorsione di una caviglia mette sotto stress l’osso del perone, che può portare a una frattura.

Tipi di frattura del perone

Le fratture della fibula possono verificarsi in qualsiasi punto dell’osso e possono variare in gravità e tipo. I tipi di frattura del perone includono quanto segue:

ossa delle gambe

  • Le fratture laterali del malleolo si verificano quando la fibula si frattura alla caviglia
  • Le fratture della testa fibrosa si verificano all’estremità superiore del perone al ginocchio
  • Le fratture da avulsione si verificano quando un piccolo pezzo di osso attaccato a un tendine o un legamento viene estratto dalla parte principale dell’osso
  • Le fratture da stress descrivono una situazione in cui il perone è danneggiato a causa di uno stress ripetitivo, come la corsa o l’escursionismo
  • Le fratture dell’albero fibroso si verificano nella parte mediana della fibula dopo una lesione come un colpo diretto alla zona

Una frattura del perone può essere dovuta a molte lesioni diverse. È comunemente associato a una caviglia arrotolata, ma può anche essere dovuto a un atterraggio imbarazzante, una caduta o un colpo diretto alla parte inferiore della gamba o alla caviglia esterna.

Le fratture della fibula sono comuni negli sport, specialmente quelli che implicano il correre, il salto o rapidi cambi di direzione come il calcio, il basket e il calcio.

Sintomi

Il dolore, il gonfiore e la tenerezza sono alcuni dei più comuni segni e sintomi di una fibula fratturata. Altri segni e sintomi includono:

  • Incapacità di sostenere il peso sulla gamba ferita
  • Sanguinamento e lividi alla gamba
  • Deformità visibile
  • Intorpidimento e freddezza al piede
  • Tenero al tatto

Diagnosi

Le persone che si sono infortunate alla gamba e hanno riscontrato uno dei sintomi dovrebbero consultare un medico per una diagnosi. I seguenti passaggi si verificano durante il processo di diagnosi:

  • Esame fisico: sarà condotto un esame approfondito e il medico cercherà eventuali deformità evidenti
  • Raggi X: questi sono usati per vedere la frattura e vedere se un osso è stato spostato
  • Risonanza magnetica (MRI): questo tipo di test fornisce una scansione più dettagliata e può generare immagini dettagliate delle ossa interne e dei tessuti molli

Scansioni di ossa, tomografia computerizzata (CT) e altri test possono essere ordinati per fare una diagnosi più precisa e giudicare la gravità della frattura del perone.

Trattamento

Il trattamento per una frattura del perone può variare e dipende molto dalla gravità della rottura. Una frattura è classificata come aperta o chiusa.

Frattura aperta (frattura composta)

fibula fratturata

In una frattura aperta, l’osso sporge attraverso la pelle e può essere visto o una ferita profonda espone l’osso attraverso la pelle.

Le fratture esposte sono spesso il risultato di un trauma ad alta energia o di un colpo diretto, come una caduta o una collisione con un veicolo a motore. Questo tipo di frattura può anche verificarsi indirettamente, ad esempio con un tipo di lesione di torsione ad alta energia.

La forza richiesta per causare questi tipi di fratture significa che i pazienti riceveranno spesso lesioni aggiuntive. Alcune lesioni potrebbero essere potenzialmente pericolose per la vita.

Secondo l’American Academy of Orthopaedic Surgeons, vi è un tasso di trauma associato tra il 40 e il 70% in altre parti del corpo.

I medici tratteranno immediatamente le fratture con fibula aperta e cercheranno eventuali altre lesioni. Gli antibiotici saranno somministrati per prevenire l’infezione. Se necessario, verrà somministrato anche un colpo di tetano.

La ferita verrà pulita accuratamente, esaminata, stabilizzata e quindi coperta in modo che possa guarire. Potrebbe essere necessaria una riduzione aperta e una fissazione interna con piastra e viti per stabilizzare la frattura. Se le ossa non si uniscono, potrebbe essere necessario un innesto osseo per promuovere la guarigione.

Frattura chiusa (frattura semplice)

In una frattura chiusa, l’osso è rotto, ma la pelle rimane intatta

L’obiettivo del trattamento delle fratture chiuse è quello di rimettere l’osso in posizione, controllare il dolore, dare il tempo di frattura per guarire, prevenire le complicazioni e ripristinare la normale funzione. Il trattamento inizia con l’elevazione della gamba. Il ghiaccio è usato per alleviare il dolore e ridurre il gonfiore.

Se non è necessario un intervento chirurgico, le stampelle vengono utilizzate per la mobilità e si consiglia un tutore, un getto o uno scarpone durante la guarigione. Una volta che l’area è guarita, le persone possono allungare e rafforzare le articolazioni indebolite con l’aiuto di un fisioterapista.

Esistono due tipi principali di intervento chirurgico se un paziente li richiede:

  • La riduzione chiusa comporta il riallineamento dell’osso nella sua posizione originale senza la necessità di praticare un’incisione nel sito della frattura
  • La riduzione aperta e la fissazione interna riallinea l’osso fratturato alla sua posizione originale usando hardware come piastre, viti e aste

La caviglia verrà posizionata in uno stivaletto o in una frattura fino al completamento del processo di guarigione.

Riabilitazione e terapia fisica

Dopo essere stato in un cast o una stecca per diverse settimane, molte persone scoprono che la loro gamba è debole e le loro articolazioni rigide. La maggior parte dei pazienti richiederà una riabilitazione fisica per assicurarsi che la gamba riacquisti piena forza e flessibilità.

Fisioterapia

Un fisioterapista valuterà ciascuna persona individualmente per determinare il miglior piano di trattamento. Il terapeuta può prendere diverse misurazioni per giudicare le condizioni dell’individuo. Le misure includono:

  • Gamma di movimento
  • Forza
  • Valutazione del tessuto cicatriziale chirurgico
  • Come il paziente cammina e porta il peso
  • Dolore

La terapia fisica di solito inizia con esercizi di rafforzamento della caviglia e di mobilità. Una volta che il paziente è abbastanza forte da mettere il peso sulla zona lesa, sono comuni esercizi a piedi e a step. L’equilibrio è una parte vitale del recupero della capacità di camminare senza assistenza. Gli esercizi con la tavola oscillante sono un ottimo modo per lavorare in equilibrio.

Molte persone ricevono degli esercizi che possono fare a casa per aiutare ulteriormente il processo di guarigione.

Recupero a lungo termine

Un corretto trattamento e riabilitazione sotto la supervisione di un medico aumenta le possibilità che la persona riacquisti piena forza e movimento. Per prevenire le fratture del perone in futuro, le persone che partecipano a sport ad alto rischio dovrebbero indossare l’attrezzatura di sicurezza appropriata.

Le persone possono ridurre il rischio di fratture:

  • Indossare scarpe appropriate
  • Seguire una dieta ricca di cibi ricchi di calcio come latte, yogurt e formaggio per aiutare a costruire la forza ossea
  • Fare esercizi con pesi per aiutare a rafforzare le ossa

Possibili complicazioni

Le fibule fratturate generalmente guariscono senza ulteriori problemi, ma sono possibili le seguenti complicanze:

  • Artrite degenerativa o traumatica
  • Deformità anomala o invalidità permanente della caviglia
  • Dolore a lungo termine
  • Danno permanente al nervo e ai vasi sanguigni attorno all’articolazione della caviglia
  • Accumulo di pressione anormale all’interno dei muscoli attorno alla caviglia
  • Gonfiore cronico delle estremità

La maggior parte delle fratture del perone non presenta complicanze gravi. Entro poche settimane o diversi mesi, la maggior parte dei pazienti si riprende completamente e può continuare le normali attività.

Like this post? Please share to your friends: