Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Frattura Trimalleolare: cosa è necessario sapere

Una frattura trimalleolare è una rottura in tre parti della caviglia. In questo infortunio, tre aree specifiche della caviglia conosciute come i malleoli si rompono nello stesso momento.

I malleoli sono parti specifiche dello stinco e del perone che aiutano a formare la caviglia:

  • malleolo laterale
  • malleolo mediale
  • malleolo posteriore

Tutti e tre sono molto importanti come posizione di ancoraggio per i legamenti che aiutano a muovere, controllare e stabilizzare il piede e la caviglia.

Poiché ci sono tre parti dell’interruzione, è considerata più instabile rispetto alle altre fratture e può essere associata ad una lesione del legamento o ad una dislocazione.

In questo articolo, guardiamo a come questa frattura può essere trattata, quanto tempo ci vuole per recuperare e quali sono i sintomi di una tale interruzione.

Trattamento e tempi di recupero

Riparazione chirurgica di una frattura trimalleolare.

Poiché una frattura trimalleolare è considerata instabile, i medici di solito raccomandano un intervento chirurgico come trattamento.

Ogni frattura dovrà essere trattata separatamente durante l’intervento.

Frattura del malleolo laterale

In primo luogo, il chirurgo riallinea i frammenti ossei, riportandoli nella loro posizione normale.

Viti e piastre metalliche, che sono attaccate alla superficie esterna dell’osso, le manterranno in posizione.

In alcuni casi, una vite o un’asta può essere inserita all’interno dell’osso per tenere insieme i frammenti ossei mentre guariscono.

Frattura del malleolo mediale

La chirurgia sui malleoli mediali può ridurre il rischio che la frattura non guarisca e consentire alla persona di iniziare a muovere la caviglia prima.

Ci sarà spesso l’implicazione dell’articolazione della caviglia, che è quando la forza spinge un osso nell’altro. Ciò potrebbe richiedere l’innesto osseo, che funge da cornice per la crescita di nuovo osso e può ridurre la possibilità che una persona sviluppi l’artrite.

I frammenti ossei possono essere riparati usando viti, piastre e tecniche di cablaggio.

Frattura del malleolo posteriore

Ci sono diverse opzioni per la chirurgia. Un’opzione prevede l’inserimento di viti che vanno dalla parte anteriore alla parte posteriore della caviglia o viceversa.

L’altra opzione consiste nel posizionare piastre e viti sul retro dello shinbone.

Trattamento non chirurgico

Mentre la chirurgia spesso ha luogo, ci sono momenti in cui la chirurgia non è appropriata. Questi includono quando la persona ha seri problemi di salute, e il rischio di un intervento chirurgico sarebbe troppo grande o se la persona non cammina.

Il trattamento immediato di solito comporta l’applicazione di una stecca per stabilizzare la caviglia fino a quando il gonfiore non cala. Una persona può quindi essere dotata di un cast corto che può essere sostituito con calchi più piccoli mentre il gonfiore continua a scendere.

La persona dovrà avere regolari raggi X per assicurare che la caviglia rimanga stabile.

Una persona potrebbe non essere in grado di mettere alcun peso sulla caviglia per circa 6 settimane. Dopo questo periodo, potrebbero essere in grado di indossare un tutore rimovibile man mano che la caviglia continua a guarire.

Recupero

Se una persona ha subito un intervento chirurgico, non sarà in grado di appesantire la caviglia per un periodo di tempo. La quantità di tempo dipenderà da diversi fattori, tra cui la stabilizzazione e la gravità del coinvolgimento congiunto.

Spesso, una persona avverte un forte gonfiore intorno alla frattura. Questo gonfiore può ritardare un ulteriore intervento chirurgico, causare vesciche sulla pelle, aumentare la possibilità di infezione e ritardare il processo di guarigione.

Una routine di terapia fisica sarà vitale per il recupero. Spesso, questo inizierà tra le 2 e le 4 settimane dopo l’intervento chirurgico e può richiedere fino a 1 anno per essere completato completamente.

Cause, sintomi, diagnosi

 Credito immagine: R.Sunset (2009, 17 settembre). </ br>“></p> <p align=Una frattura trimalleolare della caviglia può essere spesso causata da un impatto elevato, ad esempio da un incidente sportivo o automobilistico. Tuttavia, un semplice inciampo o caduta può anche causare la ferita.

Una distorsione grave può spesso sembrare la stessa di una rottura, ma ci sono sintomi comuni per una caviglia fratturata:

  • dolore immediato e severo
  • gonfiore
  • ecchimosi
  • tenero al tatto
  • incapace di mettere il peso sulla caviglia danneggiata
  • la caviglia è fuori luogo in qualche modo e sembra deformata

Una lesione alla caviglia deve essere esaminata da un medico. Dopo aver esaminato la storia medica di una persona, i sintomi e il modo in cui si è verificata la lesione, eseguiranno un esame fisico.

Se il medico sospetta che ci sia una frattura, eseguirà ulteriori test per ottenere maggiori informazioni. Loro includono:

  • Raggi X: il modo più comune per diagnosticare la frattura, una radiografia può mostrare se un osso è rotto, se c’è stato spostamento, e quanti pezzi di osso rotto ci sono.
  • Stress test: una speciale radiografia per vedere se è necessario un intervento chirurgico.
  • Scansione di tomografia computerizzata (TC): una scansione TC valuta ulteriormente la lesione. È particolarmente utile se la frattura si è estesa all’articolazione della caviglia.
  • Scansione a risonanza magnetica (MRI): questo test produce immagini ad alta risoluzione di anklebone e tessuti molli. È utile per valutare i legamenti della caviglia.

Ci sono anche alcune complicazioni associate a fratture della caviglia. Una complicazione è l’unione, che si verifica quando le ossa si muovono e guariscono fuori luogo.

La malunione è solitamente associata al trattamento non chirurgico. Può rendere instabile la caviglia e alla fine portare all’artrite.

Altre complicazioni includono:

  • infezione
  • emorragia
  • dolore
  • coaguli di sangue nella gamba
  • danno a vasi sanguigni, tendini o nervi
  • problemi con la guarigione dell’osso (unione non sindacata o ritardata)
  • artrite

Altre lesioni simili

Radiografia della frattura trimalleolare.

Le tre ossa del malleolo possono essere tutte fratturate separatamente senza che gli altri ne siano colpiti.

Ci sono anche fratture bimallulari, cioè quando due delle tre parti del malleolo si rompono. Nella maggior parte dei casi di fratture bimallulari, è il malleolo laterale e mediale che si rompono.

Esiste anche un equivalente bimallare, in cui i legamenti all’interno della caviglia sono danneggiati così come uno dei malleoli.Nella maggior parte di questi casi, il perone è rotto e i legamenti mediali sono feriti.

Sia le fratture bimallulari che l’equivalente bimallare tipicamente rendono instabile la caviglia e possono essere correlate a una dislocazione. La chirurgia è solitamente raccomandata per il trattamento di questi.

prospettiva

Una frattura trimalleolare è una lesione grave che influirà drammaticamente sulla vita della persona per i diversi mesi necessari per guarire.

La riabilitazione attraverso la terapia fisica e l’esercizio a casa è essenziale per rafforzare la caviglia. Anche dopo che la persona può camminare di nuovo, possono essere necessari ancora mesi perché i muscoli diventino abbastanza forti da permettere loro di camminare senza zoppicare.

Una persona può ripristinare la piena funzionalità alla caviglia con una corretta riabilitazione, ma spesso questo richiederà un anno o più.

Like this post? Please share to your friends: