Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

G-Spot Scientifically Identified

Uno studio pubblicato su The Journal of Sexual Medicine verifica l’esistenza anatomica del G-Spot. Fino ad ora, non è mai stato determinato se il G-Spot esista davvero, anche se le donne hanno segnalato per secoli l’ingorgo della parte superiore della vagina durante l’eccitamento sessuale.

Dopo aver sezionato la parete vaginale anteriore su un cadavere di 83 anni, Adam Ostrzenski, M.D., Ph.D., dell’Istituto di ginecologia di St. Petersburg, FL, è stato in grado di confermare che il punto G esiste.

Ostrzenski ha trovato una struttura del sacco ben delineata situata sulla membrana perineale posteriore (dorsale), 16,5 mm dalla parte superiore del meato uretrale, creando un angolo di 35 gradi con il bordo laterale (laterale) dell’uretra.

Ha anche scoperto che il punto G ha 3 regioni distinte, con dimensioni di lunghezza (L) di 8,1 mm x larghezza (W) 3,6 mm a 1,5 mm x altezza (H) 0,4 mm. Dopo che Ostrzenski ha rimosso l’intera struttura con i tessuti marginali adiacenti, ha scoperto che il punto G si allungava da 8,1 a 33 m. Conclude:

“Questo studio ha confermato l’esistenza anatomica del punto G, che può portare a una migliore comprensione e miglioramento della funzione sessuale femminile”.
Secondo Irwin Goldstein, redattore capo di The Journal of Sexual Medicine, lo studio delle questioni di salute sessuale delle donne è vitale.

Lui dice:

“Questo caso studio in un singolo cadavere si aggiunge al crescente corpo di letteratura riguardante l’anatomia e la fisiologia sessuale delle donne”.

Qual è il punto G?

Il G-Spot, noto anche come Spot di Gräfenberg, è un’area della vagina a forma di fagiolo. Un numero significativo di donne riferisce che si tratta di una zona erogena, che può portare a un forte eccitamento sessuale quando stimolata, con conseguente orgasmo potente e eiaculazione femminile.

Il punto G si trova da 1 a 3 pollici sulla parete vaginale anteriore, tra la sua apertura e l’uretra – è un’area sensibile che potrebbe essere una parte della prostata femminile.

C’è stato disaccordo sul fatto che il G-Spot esista come una struttura separata. I sessuologi esprimono spesso la preoccupazione che le donne che non sperimentano il punto G possano considerarsi disfunzionali.

Anatomia femminile con g-spot-en

Scritto da Grace Rattue

Like this post? Please share to your friends: