Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Gli adolescenti hanno tanta attività fisica quanto i sessantenni, gli spettacoli di studio

La mancanza di attività fisica è un fattore di rischio per molte condizioni gravi. Il fatto che né gli adulti né i ragazzi esercitino il più possibile, forse non è molto sorprendente. Ma una nuova ricerca mostra che la situazione potrebbe essere molto più preoccupante di quanto si credesse in precedenza.

ragazze adolescenti che si esercitano

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano agli adulti di impegnarsi in almeno 2,5 ore di attività fisica a settimana.

Il CDC riporta anche che solo 1 su 5 adulti riceve questa attività fisica. Le persone che non ottengono l’esercizio di cui hanno bisogno hanno più probabilità di morire prematuramente o sviluppare una serie di malattie gravi come malattie cardiache, ictus, diabete di tipo 2, depressione e alcune forme di cancro.

Non solo gli adulti non ricevono abbastanza esercizio, ma gli adolescenti fanno ancora peggio. Meno di 3 studenti su 10 delle scuole superiori hanno un minimo di 60 minuti di attività fisica giornaliera, che è il livello di esercizio raccomandato sia dal CDC che dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista, suggerisce che la situazione potrebbe essere ancora più cupa di quanto si pensasse; i livelli di attività fisica tra gli adolescenti sono sorprendentemente bassi, lo studio rileva.

Studio dell’attività fisica in più gruppi di età

Il team di ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, MD, si è proposto di esaminare i livelli di attività fisica in diverse fasce d’età. Inoltre, la ricerca ha esaminato i diversi momenti della giornata e i corrispondenti livelli di attività, nonché le differenze nei modelli di esercizio in base al genere.

L’autore senior dello studio era Vadim Zipunnikov, un assistente professore del dipartimento di biostatistica della scuola Bloomberg.

Il Prof. Zipunnikov e colleghi hanno esaminato un totale di 12.529 partecipanti, accedendo ai dati disponibili dal National Health and Nutrition Examination Surveys effettuati nel 2003-2004 e nel 2005-2006.

I partecipanti hanno indossato continuamente dispositivi di localizzazione per 7 giorni consecutivi, togliendoli solo quando andavano a letto o facevano la doccia.

Questi dispositivi monitoravano per quanto tempo i partecipanti erano sedentari e per quanto tempo si impegnavano in attività fisica leggera o moderata-vigorosa.

Gli scienziati hanno suddiviso i partecipanti in cinque gruppi in base all’età: bambini (di età compresa tra 6 e 11 anni), adolescenti (12-19 anni), giovani adulti (di età compresa tra 20 e 29 anni), adulti di mezza età (da 31 a 59 anni), e gli anziani (di età compresa tra 60 e 84 anni).

In termini di genere, il 49% dei partecipanti era di sesso maschile e il 51% era di sesso femminile.

Adolescenti con maggiori probabilità di essere fisicamente inattivi, come sedentari come anziani

Nel complesso, i maschi tendevano a essere più fisicamente attivi rispetto alle femmine, in particolare eccellendo in attività ad alta intensità.

Dopo la mezza età, tuttavia, i livelli di attività fisica nei maschi sono diminuiti rispetto alle femmine. Nel gruppo di età superiore ai 60 anni, i maschi erano considerevolmente meno attivi fisicamente, più sedentari e impegnati in un’attività fisica meno intensa della luce rispetto alle femmine.

I ricercatori hanno riscontrato un picco nei livelli di attività fisica in un solo gruppo di età: gli adulti di 20 anni qualcosa. Le persone in questo gruppo tendevano ad essere più attive al mattino presto.

Sorprendentemente, lo studio ha rilevato che gli adolescenti erano a più alto rischio di essere fisicamente inattivi, e nella tarda adolescenza, questo gruppo avrebbe avuto probabilmente meno esercizio degli anziani.

Lo studio è particolarmente significativo dato l’alto tasso di obesità infantile negli Stati Uniti. Il CDC riferisce che circa 12,7 milioni di bambini e adolescenti statunitensi sono obesi.

“I livelli di attività alla fine dell’adolescenza erano allarmanti e, all’età di 19 anni, erano paragonabili a quelli di 60 anni. Per i bambini in età scolare, la finestra principale per l’attività era il pomeriggio tra le 2 e le 6 di sera. è come modifichiamo gli orari giornalieri, ad esempio nelle scuole, per essere più propensi ad aumentare l’attività fisica? “

Prof. Vadim Zipunnikov

Inoltre, lo studio ha confermato che i bambini e gli adolescenti non soddisfano le linee guida dell’OMS per l’attività fisica.

“L’obiettivo delle campagne volte ad aumentare l’attività fisica si è concentrato sull’aumento dell’attività fisica ad alta intensità”, spiega il Prof. Zipunnikov. “Il nostro studio suggerisce che questi sforzi dovrebbero prendere in considerazione l’ora del giorno e anche concentrarsi sull’aumento dell’attività fisica a bassa intensità e sulla riduzione dell’inattività”.

Scopri come un’attività fisica bassa può aumentare il rischio di cancro alla vescica e ai reni.

Like this post? Please share to your friends: