Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Gli amanti delle nocciole si rallegrano: il tuo snack preferito protegge il tuo cuore

I dadi sono stati uno snack popolare per tutto il tempo che siamo stati sul pianeta. Mentre la scienza continua a studiare i numerosi benefici del consumo di frutta secca, le loro meravigliose capacità di protezione del cuore stanno diventando più chiare.

Piccolo mucchio di noci

Anche se piccole, le noci racchiudono un forte stimolo nutrizionale; contengono acidi grassi insaturi, fibre, proteine, vitamina E, folati e diversi minerali, come potassio, zinco e magnesio.

Le noci hanno anche altre sostanze chimiche bioattive, come fenoli e fitosteroli.

Potrebbero essere minuscoli e beige, ma le noci sono chimicamente complesse e, fortunatamente per noi, deliziose.

Numerosi studi hanno dimostrato che una dieta contenente noci potrebbe proteggerci dalla morte per malattia cardiovascolare (CVD).

Esattamente come i dadi guardano i nostri cuori è in discussione, ma ci sono alcune teorie: alcuni credono che potrebbe essere perché migliorano i livelli di lipidi nel sangue e riducono il rischio di aumento di peso, e altri pensano che sia dovuto ai loro effetti anti-infiammatori.

Tuttavia essi gestiscono questa impresa, è abbastanza consolidato che mangiare noci riduce la morte per malattie cardiache. Ma pochissimi scienziati hanno esaminato la relazione tra specifici tipi di malattie cardiache e consumo di noci.

Quali sfaccettature di CVD sono particolarmente sensibili alla spada del nostro nocciolo?

Sezionare un mangiatore di noci

Un gruppo di appassionati di noci del Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia, ha recentemente deciso di rompere il guscio di questa delicata questione e di esaminare il nocciolo all’interno. Le loro scoperte sono pubblicate questa settimana sul giornale.

Quando indaga su come un determinato cibo influisce sull’umano medio, hai bisogno di una grande quantità di dati prima di poter trarre conclusioni.

In questo caso, il team ha avuto accesso ai dati di 61.000 svedesi di età compresa tra i 45 e i 83 anni che avevano compilato questionari sulla frequenza degli alimenti. Ciascuno è stato rintracciato per 17 anni o fino alla loro morte.

Dai dati a loro disposizione, gli scienziati hanno intravisto le vite interiori del tuo innamorato medio.

Secondo i questionari, rispetto a persone che non mangiavano mai noci, quelli che tendevano a condurre stili di vita più salutari: erano meno propensi a fumare tabacco o bere alcolici, erano più magri e fisicamente più attivi e mangiavano più frutta e verdura.

Inoltre, la brigata di dado aveva meno probabilità di avere una storia di ipertensione e più probabilmente di essere molto istruita.

Qui sta la difficoltà nel ricercare gli impatti del cibo su una popolazione: cosa protegge i cuori degli amanti delle noci: lo stile di vita attivo, la riduzione dell’alcool o l’occasionale anacardio? Il fisico snello e l’amore per le verdure vengono prima dell’abitudine nut, o dopo?

Benefici sostanziosi di noci

Nel complesso, quando l’età e il sesso sono stati presi in considerazione, mangiare frutta secca è stato associato a un ridotto rischio di infarto, fibrillazione atriale (A-fib), insufficienza cardiaca e aneurisma dell’aorta addominale.

Ma quando altre variabili sono state prese in considerazione – tra cui fattori di stile di vita, dieta, storia familiare e diabete – molti di questi legami sono scomparsi in un soffio di fumo statistico. Tuttavia, anche una volta livellato il campo analitico, alcuni benefici a base di cuore sono rimasti.

Dopo aver controllato per una miriade di altri fattori, le persone che includevano noci nella loro dieta avevano ancora un rischio significativamente più basso di A-fib, che è un battito cardiaco anormalmente veloce e irregolare.

Mangiare una manciata di noci una o tre volte alla settimana ha ridotto il rischio di A-fib solo del 3 percento, ma mangiare noci tre o più volte ogni settimana ha ridotto il rischio del 18 percento.

Una relazione significativa tra mangiare noci e insufficienza cardiaca è stata trovata anche dopo il controllo delle variabili di stile di vita, ma era meno coerente.

Hanno dimostrato che mangiare una quantità moderata di noci era legato a una riduzione del 20% del rischio di insufficienza cardiaca. Stranamente, quelli che hanno mangiato più di una quantità moderata di noci non hanno beneficiato della protezione.

Un intervento semplice ed efficace?

Come con qualsiasi studio come questo, è osservativo e non può, quindi, dimostrare causa ed effetto: il vecchio scenario di gallina e uova.

In questo caso, tuttavia, i ricercatori hanno avuto accesso a un set di dati di dimensioni eroiche, dando ai loro risultati molto più peso. Ma, come notano, non si può mai sapere se sono i dadi o altri comportamenti correlati che stanno facendo la differenza.

Gli autori dello studio scrivono:

“Il consumo di dado o i fattori associati a questo comportamento nutrizionale possono giocare un ruolo nel ridurre il rischio di [A-fib] e possibilmente di insufficienza cardiaca.”

Questi ultimi risultati aggiungono alla crescente evidenza che c’è qualcosa di matto che i nostri cuori apprezzano. Gli autori dello studio ritengono che potrebbero essere un modo facile e conveniente per migliorare la salute generale a tutti i livelli.

“Poiché solo una piccola parte di questa popolazione aveva un consumo moderato (circa il 5 percento) o alto (meno del 2 percento) di noci”, dicono, “anche un piccolo aumento nel consumo di noci potrebbe avere un grande potenziale per portare a una riduzione dell’incidenza di [A-fib] e insufficienza cardiaca in questa popolazione. “

Quindi, che tu sia pazzo di macadamia o ambivalente riguardo alle mandorle, puoi anche avere qualche manciata di noci ogni settimana; il tuo cuore probabilmente ti ringrazierà per questo.

Like this post? Please share to your friends: