Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Gli effetti collaterali di Statin Therapy vanno via con persistenza

Gli effetti collaterali delle statine fanno sì che le persone interrompano il trattamento, ma la maggior parte dei pazienti che torna a loro supera gli effetti collaterali e rimane a lungo termine sui loro farmaci, i ricercatori del Brigham and Women’s Hospital, Boston e l’Accademia cinese delle scienze mediche, Pechino, Cina, riportato in Annals of Internal Medicine.

Gli autori ritengono che la maggior parte degli effetti collaterali correlati alle statine siano sopportabili e probabilmente hanno altre cause. È possibile che possano essere specifici per le singole statine, piuttosto che per l’intera classe di farmaci, hanno aggiunto.

Questo è importante, perché lasciare le statine per sempre può aumentare significativamente il rischio di gravi problemi cardiaci del paziente. I pazienti ed i loro medici devono pensare attentamente prima di cambiare il loro programma di prescrizione.

In uno studio precedente, i ricercatori del Center for Healthy Aging dell’Università di Copenaghen, in Danimarca, hanno riportato sul Journal of the American College of Cardiology che circa il 75% dei pazienti con statine riporta sintomi di dolore muscolare, il che può portare a problemi con aderenza (conformità).

I ricercatori di questo recente studio hanno spiegato, come informazioni di base, che i pazienti spesso rinunciano a prendere le loro statine a causa degli effetti collaterali. Tuttavia, gli studi sul perché questo si è verificato sono stati limitati.

Il dott. Alexander Turchin e il suo team hanno deciso di determinare perché le persone hanno interrotto la terapia con statine, oltre a elencare il tipo di eventi correlati alle statine (eventi clinici o sintomi ritenuti causati da statine) nelle strutture di cura di routine.

Hanno condotto uno studio di coorte retrospettivo su 107.835 pazienti di pratiche affiliate a Brigham e Women’s Hospital e al Massachusetts General Hospital. Tutti avevano ricevuto una prescrizione statica tra il 1 ° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2008.

Il team ha raccolto dati sul perché alcuni di loro hanno interrotto la terapia con statine da una combinazione di cartelle cliniche elettroniche e analisi di note di fornitori elettronici.

Su 107.835 pazienti:

  • 57.292 hanno smesso di prendere le statine almeno temporaneamente
  • Gli effetti collaterali correlati alla statina sono stati documentati per il 17,4% (18.778) dei pazienti
  • Dei 18.778 pazienti:

    – 11.124 cessati almeno temporaneamente
    – 6.579 sono tornati a una statina entro 12 mesi
    – Il 92,2% di coloro che sono tornati a una statina erano ancora su una statina 12 mesi dopo aver subito l’effetto collaterale

  • Dei 2721 pazienti che sono tornati alla stessa statina che ha causato l’effetto collaterale, 1295 erano ancora sullo stesso farmaco 12 mesi dopo, 996 dei quali erano allo stesso dosaggio o ad un dosaggio maggiore

Gli autori hanno avvertito alcune limitazioni nel loro studio:

  • Gli effetti collaterali legati alle statine e le discontinuazioni di statine si sono verificati e sono stati valutati in pratiche affiliate a due centri medici accademici.
  • I dati secondari, che potrebbero aver portato a dati errati o mancanti, avrebbero potuto essere utilizzati
  • Gli strumenti di elaborazione in linguaggio naturale che sono stati utilizzati per compensare la bassa percentuale di ragioni per interrompere la terapia con statine documentate nei campi delle cartelle cliniche elettroniche non sono accurati al 100%

In un abstract nella rivista, i ricercatori hanno concluso:

“Gli eventi correlati alle statine sono comunemente riportati e spesso portano alla sospensione delle statine.Tuttavia, la maggior parte dei pazienti che sono stati ripresi può tollerare le statine a lungo termine.Questo suggerisce che molti degli eventi correlati alle statine possono avere altre cause, sono tollerabili o possono essere specifico per singole statine piuttosto che l’intera classe di farmaci. “
Lo studio è stato finanziato da: il programma nazionale cinese di scienze cliniche, la National Library of Medicine e la Diabetes Action Research and Education Foundation.

Statine ne vale la pena, nonostante i rischi

Ricercatori dell’Università di Harvard hanno riportato su The Lancet (numero di agosto 2012) che anche se le statine potrebbero aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 in alcune persone, i benefici superano di gran lunga i rischi.

Lo studio ha dimostrato che alcuni pazienti con specifici fattori di rischio di diabete, come glicemia alta e obesità, hanno un aumentato rischio di sviluppare il diabete durante l’assunzione di statine. Tuttavia, le considerevoli riduzioni del rischio di infarto e ictus rendono la terapia con statine utile.

Scritto da Christian Nordqvist

Like this post? Please share to your friends: