Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Gli olii essenziali possono trattare un UTI?

Mentre le infezioni del tratto urinario sono comuni, possono essere estremamente dolorose e scomode. Gli antibiotici cureranno le infezioni nella maggior parte dei casi, ma le persone che li usano frequentemente possono scoprire che causano spiacevoli effetti collaterali, come le infezioni da lievito.

Alcuni sostenitori del petrolio sostengono che alcuni oli possono trattare o prevenire infezioni del tratto urinario (UTI). Una manciata di studi preliminari suggerisce che gli olii essenziali possono trattare le infezioni del tratto urinario in alcuni casi.

Tuttavia, la maggior parte dei medici non supporta questo metodo di trattamento, nessuna organizzazione medica importante lo consiglia.

Usa olii essenziali per trattare un UTI solo se il medico lo ha raccomandato. Chiedere immediatamente un trattamento medico se i sintomi non migliorano.

Oli essenziali per un UTI

selezione di oli essenziali

Le UTI si sviluppano quando una persona ha una proliferazione eccessiva di batteri nel tratto urinario, di solito i batteri ().

Per guarire un UTI, un olio essenziale deve uccidere questo tipo di batteri.

Una persona può usare gli oli essenziali in pochi modi. Gli oli possono essere diffusi attraverso l’aria in un diffusore o applicati direttamente sulla pelle, spesso dopo essere stati miscelati con un olio vettore. Alcuni oli non dovrebbero essere applicati direttamente sulla pelle o dovrebbero essere usati solo se diluiti.

I seguenti oli essenziali possono aiutare a combattere i batteri che causano le infezioni del tratto urinario:

1. Olio di chiodi di garofano

Gli studi preliminari sugli effetti antibatterici dell’olio di chiodo di garofano sono promettenti. Uno studio del 2016 suggerisce che l’olio di chiodi di garofano può aiutare a uccidere, in particolare quando i batteri sono diventati resistenti agli antibiotici.

2. Olio di origano

Uno studio del 2012 ha scoperto che l’olio di origano potrebbe rallentare o arrestare la crescita di altri batteri. I ceppi batterici utilizzati nello studio hanno resistito ad altri trattamenti, il che significa che l’olio di origano potrebbe anche uccidere i batteri resistenti agli antibiotici.

Uno studio del 2015 che ha confrontato l’efficacia degli oli di origano e lavanda ha rilevato che l’origano aveva proprietà antimicrobiche superiori, suggerendo che può combattere batteri come.

3. Olio di cannella

La cinnamaldeide, la sostanza chimica che conferisce alla cannella il suo sapore, può inibire la crescita di. L’olio e la spezia possono anche aiutare a prevenire il ripetersi di infezioni del tratto urinario. Oltre all’utilizzo di olio di cannella, una persona potrebbe prendere in considerazione l’aggiunta di cannella in polvere alla loro dieta.

4. Olio di lavanda

La ricerca suggerisce che la lavanda può uccidere batteri, funghi, virus e altre fonti di infezioni. Può anche agire come antiossidante.

La ricerca pubblicata nel 2015, ad esempio, ha scoperto che gli oli di lavanda e origano, separatamente e in combinazione, possono inibire la crescita di, compresi e ().

5. oli vegetali

Gli autori di uno studio del 2013 propongono che alcuni oli vegetali siano efficaci contro e altri batteri. Questi includono:

  • olio di salvia
  • olio di basilico
  • olio di rosmarino
  • olio di maggiorana
  • olio di issopo

6. Olio di eucalipto

L’olio di eucalipto può combattere una vasta gamma di batteri. Questo lo rende una buona opzione quando una persona non è sicura di quale tipo di batteri causi l’infezione.

Uno studio del 2016 ha identificato composti in olio di eucalipto che potrebbero spiegare le sue proprietà antibatteriche. I ricercatori hanno scoperto che l’eucalipto può uccidere o rallentare la crescita di,, e molti altri patogeni.

7. Olio di cumino

L’olio di cumino può aiutare a combattere e altre infezioni batteriche. Un altro studio del 2016 ha confrontato gli effetti dell’olio di cumino con quelli di oli di camomilla e cipolla. L’olio di cumino ha ucciso più batteri.

L’olio di cumino è diventato ancora più efficace se usato in combinazione con alcuni antibiotici, suggerendo che potrebbe trattarsi di un trattamento complementare.

8. Olio di coriandolo

Lo stesso studio ha scoperto che l’olio di coriandolo era il migliore in grado di uccidere una combinazione di e. L’olio di coriandolo combatte anche i batteri resistenti a più farmaci. Come l’olio di cumino, l’olio di coriandolo era più efficace se abbinato agli antibiotici.

Come usare

un gruppo di donne incinte

Il modo giusto di usare un olio essenziale dipende dal tipo e dalla concentrazione dell’olio e dalla salute dell’individuo. Consultare un medico o un esperto di oli essenziali prima di iniziare il trattamento domiciliare per un UTI.

Non bere oli essenziali. Molti sono tossici se ingeriti e possono causare gravi effetti collaterali.

Non applicare olii essenziali direttamente sulla vagina, sul pene, sull’uretra o su qualsiasi pelle esposta. Possono irritare la pelle e provocare un’intensa sensazione di bruciore.

Se applicati localmente, gli oli essenziali devono essere diluiti in un olio vettore. La solita ricetta è da 3 a 5 gocce di olio essenziale per 1 oncia di olio vettore. Gli olii portanti non sono tossici. L’olio di cocco riscaldato è una scelta popolare. Tuttavia, una persona può avere una reazione allergica agli olii portatori, specialmente quelli derivati ​​dalle noci.

Gli oli essenziali diluiti possono essere tranquillamente utilizzati in un impacco caldo sulla pelle vicino alla zona interessata. Inoltre, l’aggiunta di alcune gocce di oli diluiti al bagno può favorire il rilassamento e fornire un sollievo temporaneo dal dolore.

Chiunque sia preoccupato per gli effetti degli oli sulla pelle dovrebbe prendere in considerazione l’aromaterapia, in quanto gli oli essenziali hanno meno effetti collaterali se inalato. È preferibile utilizzare piccole quantità di oli essenziali di alta qualità diluiti in un olio vettore.

I bambini sono più vulnerabili agli effetti collaterali negativi associati agli oli essenziali. Utilizzare gli oli sui giovani solo quando si segue un consiglio del medico.

Alcuni oli essenziali sono pericolosi per le persone che sono incinte o che allattano al seno e dovrebbero discutere qualsiasi utilizzo previsto con un medico o un’ostetrica.

rischi

coppia seduta su sdraio su una spiaggia sabbiosa

I sostenitori degli olii essenziali spesso sottolineano il fatto che sono “naturali”. Tuttavia, questo non significa che siano sempre al sicuro.

I rischi associati agli oli essenziali includono:

  • Avvelenamento: gli oli essenziali possono essere tossici se consumati e quando vengono a contatto con la pelle. Ad esempio, gli oli di canfora e canfora possono essere velenosi se consumati e l’olio di canfora può essere pericoloso se applicato sulla pelle.
  • Danno alla pelle: alcuni oli essenziali possono danneggiare la pelle.Uno studio, ad esempio, ha scoperto che forti concentrazioni di olio di lavanda possono essere tossiche per le cellule della pelle.
  • Reazioni allergiche: gli oli essenziali possono scatenare reazioni allergiche, specialmente nelle persone con allergie, eczema o pelle sensibile.
  • Cambiamenti chimici al sole: molti oli derivati ​​da agrumi, cumino e il genere di erbe possono cambiare al sole, bruciare la pelle o diventare tossici. Chiunque abbia intenzione di passare il tempo al sole o nei lettini abbronzanti non dovrebbe usare questi oli.
  • Perturbazione endocrina: alcuni oli essenziali, tra cui la lavanda e gli oli dell’albero del tè, possono agire da perturbatori endocrini. Ciò significa che possono interferire con gli ormoni, potenzialmente influenzando la fertilità, l’inizio della pubertà e lo sviluppo del seno nei ragazzi e negli uomini.

Alcuni oli possono essere dannosi o addirittura mortali per gli animali domestici, in particolare i gatti. Conservare gli olii essenziali in un armadio sicuro e chiedere a un veterinario prima di utilizzarli in un diffusore.

Porta via

Alcune persone possono scoprire che l’utilizzo di oli essenziali può accelerare la guarigione da un UTI o impedire che l’infezione ritorni.

Come ogni rimedio, certe dosi possono essere sicure, ma è fondamentale parlare con un esperto e ricercare l’olio prima di usarlo.

Le persone che stanno prendendo in considerazione questo tipo di rimedio dovrebbero essere consapevoli che le infezioni del tratto urinario maltrattate possono portare alla sepsi, una pericolosa infezione del sangue. L’infezione può diffondersi ad altre aree del corpo, compresi i reni. Mentre i batteri si diffondono, l’infezione potrebbe essere più difficile da trattare.

Le persone con UTI gravi o frequenti, una storia di problemi ai reni o allergie dovrebbero usare solo trattamenti raccomandati dai medici.

Like this post? Please share to your friends: