Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Grasso bruno: che cos’è e può aiutare a ridurre l’obesità?

Il tessuto adiposo bruno, o grasso bruno, è uno dei due tipi di grasso che hanno gli umani e altri mammiferi. La sua funzione principale è quella di trasformare il cibo in calore corporeo. A volte è chiamato grasso “buono”.

I neonati e i mammiferi in letargo hanno alti livelli di grasso bruno. L’altro tipo di grasso è grasso bianco o giallo.

Molto rimane sconosciuto sul grasso bruno. Gli scienziati stanno appena iniziando a capire cosa fa il grasso bruno. Se riescono a scoprire come il grasso bianco si converte in grasso bruno, potrebbe portare a un trattamento per l’obesità.

Marrone contro grasso bianco

[cellule di grasso]

Gli adipociti bianchi o le cellule grasse bianche hanno una singola goccia lipidica, ma gli adipociti marroni contengono molte piccole goccioline lipidiche e un numero elevato di mitocondri contenenti ferro. È questo alto contenuto di ferro che conferisce al grasso bruno il suo colore da rosso scuro a marrone chiaro.

Il grasso bruno ha più capillari del grasso bianco, a causa del suo maggiore consumo di ossigeno. Il grasso bruno ha anche molti nervi non mielinizzati, fornendo stimolazione simpatica alle cellule adipose.

Un lipide è un altro nome per il grasso. I lipidi sono sostanze che si dissolvono nell’alcol ma non nell’acqua, come il grasso. Olio e cera sono anche lipidi. I lipidi contengono ossigeno, idrogeno e carbonio. Hanno un contenuto di ossigeno inferiore rispetto ai carboidrati.

Il grasso che si accumula attorno alla vita e alle cosce di una persona è di tipo bianco. Il grasso bruno si accumula principalmente intorno al collo.

Solo recentemente le funzioni del grasso bruno hanno iniziato a diventare chiare. Le principali differenze tra i due sembrano essere le seguenti:

Il tessuto adiposo bianco (WAT), o grasso bianco è il risultato della conservazione delle calorie in eccesso. Quando consumiamo troppe calorie, il corpo le converte in una riserva di energia sotto forma di grasso bianco.

La distribuzione di WAT influenza il rischio metabolico. Grandi quantità di grasso bianco intorno all’area addominale sono associate a un più alto rischio di malattia metabolica, mentre il grasso nei fianchi e nelle cosce non lo è.

Il tessuto adiposo bruno (BAT) o il grasso bruno genera calore bruciando calorie. Quando fa freddo, le riserve lipidiche del grasso bruno sono esaurite e il suo colore diventa più scuro.

Umani e mammiferi con livelli più elevati di grasso bruno richiedono più tempo per iniziare a tremare dal freddo, rispetto a quelli con livelli più bassi. I neonati non rabbrividiscono al freddo, perché i loro livelli di tessuto adiposo bruno sono più alti che negli uomini più anziani.

Esperimenti hanno dimostrato che aggiungere più grasso bruno ai topi aumenta la velocità con cui bruciano energia, riducono la quantità di grasso sui loro corpi e li proteggono dall’obesità indotta dalla dieta.

I neonati hanno una percentuale maggiore di grasso bruno rispetto agli adulti e questo gradualmente diminuisce con l’età.

Il grasso bruno può essere rilevato negli adulti utilizzando una tomografia a emissione di positroni (PET). Questo è più facile da rilevare quando una persona è stata esposta a temperature fredde. La maggior parte del grasso bruno si trova nel collo inferiore di un adulto e nella zona sopra la clavicola.

Una persona in sovrappeso ha proporzionalmente meno grasso bruno di una persona che non è sovrappeso. Il grasso bruno può svolgere un ruolo chiave nel mantenere le persone a riposo.

Grasso marrone nei neonati

Negli esseri umani neonati, circa il 5% del peso corporeo è costituito da grasso bruno. Tende ad essere situato nella metà superiore della colonna vertebrale e verso le spalle.

[i bambini piccoli hanno più grasso bruno]

Il tessuto adiposo bruno aiuta a produrre calore. Viene attivato per farlo quando un organismo o un corpo ha bisogno di calore extra. Questo può accadere quando una persona inizia ad avere la febbre o quando un animale si risveglia dal letargo. Questa generazione di calore, chiamata anche termogenesi, è anche innescata dall’alimentazione.

La funzione del grasso bruno nei neonati è di proteggerli dall’ipotermia, che è un calo della temperatura corporea interna. L’ipotermia è un problema serio per i neonati prematuri e una delle principali cause di morte.

Gli umani più anziani hanno una superficie più ampia, più muscoli, un’area superficiale proporzionale più bassa della testa, la capacità di rabbrividire e la capacità di muoversi dalle zone fredde. I neonati non hanno questo. Alti livelli di grasso bruno nei neonati forniscono un modo alternativo di regolare il calore.

Una soluzione per l’obesità?

Con l’obesità attualmente ad alti livelli, gli esperti sono alla ricerca di modi in cui le persone possono perdere peso, riducendo l’assunzione di cibo o bruciando più energia.

Un modo per bruciare energia è attraverso l’esercizio, ma il BAT contribuisce anche al consumo di energia. Dissolvendo l’energia come calore, potrebbe essere in grado di contrastare l’aumento di peso.

Gli esperti dicono che non sanno ancora come gli umani potrebbero aumentare il loro contenuto di grasso bruno, ma alcuni pensano che se riescono a scoprire come trasformare più grasso bianco in grasso bruno, questo potrebbe aiutare le persone a perdere peso o prevenire un ulteriore aumento di peso.

Tuttavia, se questo è possibile o utile rimane sconosciuto.

Uno studio condotto da scienziati dell’università di Sherbrooke, in Canada, ha rilevato che i volontari con livelli di grasso bruno più alti hanno iniziato a tremare a temperature più basse rispetto a quelli con livelli più bassi.

Inoltre, quando le cellule grasse marroni erano attive, i volontari hanno bruciato 250 calorie in più, un aumento di 1,8 volte nel tasso di combustione delle calorie.

I ricercatori hanno anche scoperto che le persone magre hanno più grasso bruno rispetto agli individui obesi, ma hanno concluso che è troppo presto per trarre conclusioni sui potenziali benefici del grasso bruno.

Sono stati stabiliti numerosi percorsi che potrebbero essere utilizzati per sviluppare trattamenti per l’obesità. A dicembre 2016, i ricercatori hanno annunciato di aver trovato una via di segnalazione che può avviare il processo di trasformare le cellule di grasso bianco in cellule di grasso bruno, rendendole più probabilità di bruciare i grassi.

Tuttavia, rimangono molte sfide. Ad esempio, anche se gli scienziati riescono a capire come trasformare il grasso bianco in marrone, come può essere attivato per bruciare più energia?

Un’altra preoccupazione è che anche se il grasso bruno può essere aumentato per aumentare il consumo di calorie, il corpo umano può ancora compensare aumentando la fame, portando ad un apporto calorico più alto attraverso il cibo.

Questa ricerca è ancora nelle fasi iniziali e ci vorrà molto tempo prima che risultati come questi possano essere utilizzati.

Like this post? Please share to your friends: