Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

HIV – Vaginosi batterica legata a una maggiore trasmissione da femmina a maschio

Le donne con vaginosi batterica sono molto più propense a trasmettere l’HIV ai maschi rispetto ad altre donne, ricercatori dell’Università della California, San Francisco, riportate in PLoS Medicine. Il rischio è tre volte maggiore, hanno aggiunto gli autori.

La vaginosi batterica (BV), nota anche come bacteriosi vaginale, è una condizione in cui il normale equilibrio della vagina dei microrganismi presenti nella flora vaginale è cambiato, così che i batteri “buoni” sono ridotti e i batteri nocivi aumentano. Circa il 50% di tutte le donne con vaginosi batterica sono asintomatiche – non hanno sintomi.

Se compaiono sintomi BV, possono includere perdite vaginali acquose e sottili, lo scarico può diventare grigio o bianco e può avere un forte odore (di pesce). Meno comunemente, alcune donne possono avvertire una sensazione di bruciore quando urina e prurito intorno alla vagina.

La vaginosi batterica aumenta il rischio di contrarre infezioni sessualmente trasmissibili

Le donne con vaginosi batterica sono più sensibili all’acquisizione di infezioni sessualmente trasmesse (IST), compreso l’HIV e hanno un rischio più elevato di parto pretermine. Le donne sieropositive con vaginosi batterica hanno potenzialmente livelli di HIV più elevati e la loro cervice e la vagina possono liberarsi di quantità maggiori del virus.

L’autore principale, Craig R. Cohen, MD, MPH, professore di ostetricia, ginecologia e scienze della riproduzione presso UCSF ha scritto:

“Ricerche precedenti hanno dimostrato che la vaginosi batterica può aumentare il rischio delle donne di contrarre l’HIV fino al sessanta per cento, ma il nostro studio è il primo a dimostrare che anche il rischio di trasmissione dell’HIV è elevato.

I nostri risultati indicano la necessità di ulteriori ricerche per migliorare la diagnosi e il trattamento della vaginosi batterica, che è estremamente comune nell’Africa subsahariana, la regione del globo con il più alto carico di HIV “.
Hanno esaminato il legame tra vaginosi batterica e rischio di trasmissione dell’HIV da femmina a maschio. Lo studio prospettivo ha coinvolto 2.236 donne sieropositive e i loro partner maschi non infetti provenienti da sette paesi africani.

Dopo che gli scienziati hanno adattato i risultati per variabili, come comportamento sessuale, fattori socio-demografici, circoncisione maschile, infezioni a trasmissione sessuale, livelli di gravidanza e HIV nel sangue delle donne HIV-positive, hanno scoperto che la vaginosi batterica era legata a un rischio di trasmissione dell’HIV da femmina a maschio.

Cohen ha spiegato:

“Abbiamo analizzato l’aumento dell’HIV nel tratto genitale, ma ciò non è stato sufficiente a spiegare l’aumento del rischio di trasmissione dell’HIV da femmina a maschio, ma è anche possibile che la vaginosi batterica causi infiammazione e questo potrebbe essere un fattore. non capisco davvero la relazione tra flora vaginale e infiammazione.

Pensiamo che sia probabile che la condivisione del microbiota del tratto genitale tra donne e uomini possa essere implicata come causa del rischio di trasmissione. L’interrelazione della condivisione della flora rimane scarsamente compresa ed è una strada importante per la ricerca futura “.
Cohen ha concluso che sono necessari ulteriori studi per ottenere una migliore comprensione del ruolo della flora vaginale. Tuttavia, lo sviluppo di più trattamenti per la vaginosi batterica, come farmaci e probiotici migliorati, rappresenterebbe un notevole passo avanti verso il miglioramento della salute delle donne in generale, ma sarebbe anche utile per aiutare a ridurre il numero di infezioni da HIV e il rischio di trasmissione.

Scritto da Petra Rattue

Like this post? Please share to your friends: