Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

I 10 migliori blog per i disturbi alimentari

Se vivete con un disturbo alimentare, non siete soli. I blog scritti da altri che attraversano esperienze simili e persino operatori sanitari specializzati in disturbi dell’alimentazione sono disponibili per fornire consulenza e supporto.

giovane donna che si siede sull'erba con il suo telefono

Negli Stati Uniti, almeno 30 milioni di persone di tutte le età e di genere sono affette da un disturbo alimentare.

I disturbi alimentari sono condizioni gravi e talvolta fatali associate al comportamento alimentare di una persona. Col tempo, influenzano negativamente la salute, le emozioni e la capacità di funzionare nei compiti della vita di tutti i giorni.

I tipi più comuni di disturbi alimentari sono l’anoressia nervosa, la bulimia nervosa e i disturbi da alimentazione incontrollata. I disturbi alimentari spesso coinvolgono ossessivamente il peso, la forma del corpo e il cibo, il che porta a comportamenti e complicanze alimentari pericolosi.

Disturbi alimentari gravi e di lunga durata possono aumentare il rischio di importanti problemi medici, problemi di sviluppo e crescita, ansia e depressione, problemi sociali e di relazione, pensieri e comportamenti suicidi.

Secondo l’Associazione Nazionale di Anoressia Nervosa e Disturbi Associati, almeno una persona muore ogni 62 minuti a causa di un disturbo alimentare.

Ottenere aiuto per un disturbo alimentare può essere scoraggiante. Può essere molto utile leggere i blog sulle esperienze di altre persone e vedere che, nonostante le loro lotte e sfide, sono usciti dall’altra parte.

hanno scelto i 10 migliori blog per i disturbi alimentari.

Mangiare Disordine Speranza

Logo Eating Disorder Hope

Eating Disorder Hope mira a offrire informazioni, risorse e speranza alle persone con disturbi alimentari, ai loro amici e familiari e agli operatori sanitari. L’organizzazione è stata fondata nel 2005 con il supporto di professori e altre associazioni specializzate nell’area.

Disturbi alimentari La missione di Hope è quella di incoraggiare un apprezzamento dell’unicità e del valore, estraneo all’apparenza o alla realizzazione. In definitiva, sperano di ispirare le persone ad abbracciare la vita, a perseguire la guarigione e a porre fine ai comportamenti legati ai disturbi alimentari.

Messaggi recenti sul loro blog includono se il trattamento del disturbo alimentare funziona, un confronto tra ortoressia e anoressia, e la connessione tra atleti di sesso femminile e anoressia.

Visita il blog Eating Disorder Hope.

Walden Behavioral Care

Logo Walden Behavioral Care

L’assistenza comportamentale Walden offre trattamenti su misura, completi e convenienti per i disturbi alimentari e le condizioni comportamentali associate.

La Walden Behavioral Care ha lavorato con più di 15.000 persone di tutti i generi, età e background dal 2003 per trattare condizioni come anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata, disturbo evitante / restrittivo dell’assunzione di cibo e altri disturbi specifici dell’alimentazione o dell’alimentazione (OSFED) .

I post sul blog sui disordini alimentari di Walden includono modi per sintonizzare messaggi incentrati sul corpo, come identificare se la persona amata ha un disturbo alimentare e cinque rischi medici di bulimia nervosa.

Visita il blog di Walden Behavioral Care.

Bev Mattocks

Logo Bev Mattocks

Il blog di Bev Mattocks si concentra sull’aumentare la consapevolezza che non sono solo le ragazze a sperimentare disturbi alimentari; anche i ragazzi li prendono

Nel 2009, il figlio di Bev di 15 anni ha sviluppato l’anoressia. Il suo blog racconta la storia del recupero di suo figlio da un disturbo alimentare e offre speranza agli altri come adesso, a 24 anni, suo figlio ha recuperato e completato un master.

Gli ultimi post sul blog includono un pezzo riflettente su quando ritieni che il tuo medico non stia affrontando le tue preoccupazioni su tuo figlio, piangendo gli anni persi per un disturbo alimentare, e come l’incontro con gli altri che attraversano esperienze simili possa fare il mondo della differenza.

Visita il blog di Bev Mattocks.

Il programma Emily

Il logo del programma Emily

Il programma Emily è stato fondato nel 1993 per affrontare la consapevolezza, il trattamento e il recupero dei disturbi alimentari in modo compassionevole e personalizzato.

Indipendentemente dall’età, dal sesso, dall’orientamento sessuale e dalla posizione, il programma Emily ti aiuterà a iniziare il tuo percorso verso il recupero utilizzando un piano di trattamento personalizzato. La loro visione è quella di avere un mondo con relazioni pacifiche con l’immagine del corpo, il peso e il cibo in modo che tutti quelli con un disturbo alimentare possano riprendersi.

Il blog condivide un utile consiglio della comunità dei disordini alimentari, come il viaggio di Nicole verso il recupero da un disturbo alimentare, la diagnosi di OSFED da parte di Candice e la sua strada verso la guarigione e il tentativo di cambiare la conversazione sul cibo e sul peso.

Visita il blog del programma Emily.

Ogni donna ha un disturbo alimentare?

Ogni donna ha un logo Disturbo dell'alimentazione

Il dott. Stacey Rosenfeld è responsabile per il blog Ogni donna ha un disturbo alimentare? È specialista in disturbi alimentari certificati, psicologa clinica e psicoterapeuta di gruppo certificata.

Il dott. Rosenfeld pensa che quasi tutte le donne abbiano una forma di rapporto disordinato con il loro corpo o cibo. Mentre quella relazione disordinata potrebbe non essere necessariamente anoressia, bulimia o disturbo da alimentazione incontrollata, molte donne hanno ancora una fissazione malsana con cibo, immagine corporea o peso.

Il suo blog tratta argomenti come le cose che non hanno alcun posto nel recupero del disturbo alimentare, come affrontare l’attività fisica quando si sta riprendendo e le cose da fare dopo l’abbuffata.

Visita il fa ogni donna ha un disturbo alimentare? blog.

Fai pace con il cibo

Fai la pace con il logo del cibo

La dottoressa Nina Savelle-Rocklin è psicoanalista, autrice e oratrice specializzata in immagine corporea, peso e alimentazione disordinata. È anche la blogger dietro Make Peace with Food.

La dottoressa Nina ha sperimentato un disturbo alimentare nell’infanzia e nell’adolescenza che ha continuato negli anni del college. Usa la sua esperienza professionale e personale per aiutare gli altri a raggiungere un rapporto più felice e più sano con il cibo.

Gli ultimi post sul blog Make Peace with Food comprendono come spingere gli spacciatori di cibo a fare marcia indietro, come fermare un abbuffata in 25 secondi o meno e come amare il proprio corpo.

Visita il blog Make Peace with Food.

Segui l’intuizione

Segui il logo Intuition

Elisa Oras è una coach per il recupero dei disturbi alimentari e scrittrice del blog Follow the Intuition. È una professionista della salute naturale certificata e addestrata alla terapia intuitiva del disturbo alimentare.

Elisa si è completamente ripresa dall’ortoressia, dalla bulimia, dal sovra-esercizio e dalla dieta estrema e ha lo scopo di condividere le sue conoscenze ed esperienze con gli altri affinché anche loro possano raggiungere una guarigione piena e duratura.

Gli articoli sul blog di Elisa includono suggerimenti utili per un’alimentazione intuitiva, segnali che si sta ricadendo quando si è in recupero di disturbi alimentari e come affrontare i commenti critici e negativi.

Visita il blog Follow the Intuition.

Non ho rasato in 6 settimane

Il logo I Have not Shaved In 6 Weeks

Lindsay Hall scrive il blog che non ho rasato in 6 settimane. Andò in riabilitazione nel 2014 per un disturbo alimentare all’età di 24 anni.

Dopo aver trovato una mancanza di informazioni su come sarebbe stato in riabilitazione, Lindsay ha promesso di condividere tutto sul suo viaggio in riabilitazione, compreso il fatto che non è stata in grado di radersi per 6 settimane a causa del fatto che il suo rasoio era considerato uno strumento che poteva essere usato per autolesionismo.

I post di Lindsay sono crudi e trasparenti, che trattano questioni come come è O.K. essere completamente spaventati dalla guarigione, dalla verità sul mangiare intuitivo mentre è in recupero e dal fatto che la malattia sia mai una scusa per ricadere.

Visita il blog I’ve not Shaved In 6 Weeks.

Laura’s Soap Box

Logo Laura's Soap Box

Laura Collins Lyster-Mensh è una patologia alimentare e genitoriale, autrice pluripremiata, podcaster, consulente e capo blogger di Laura’s Soap Box.

Laura ha contribuito a fondare tre organizzazioni di disordini alimentari, ha scritto libri sull’argomento ed è stata invitata a parlare al pubblico con i suoi messaggi di speranza per il pieno recupero, il sostegno alle famiglie e l’importanza della scienza durante il trattamento per i disturbi alimentari.

I post più recenti sul blog includono le verità sui disordini alimentari e i fatti di supporto, una coppia madre e figlia che usa le carte obiettivo per rimanere concentrata e un incontro con l’informazionista del mondo dei disordini alimentari.

Visita il blog di Laura’s Soap Box.

Funzionando con i cucchiai

In esecuzione con logo cucchiaini

Running with Spoons è iniziato come un modo per Amanda Drozdz di documentare il suo viaggio di ritorno alla salute mentre si riprendeva da un disturbo alimentare. Il blog si è evoluto fino a diventare uno spazio per Amanda per condividere la sua passione appena scoperta per lo sviluppo di ricette e la fotografia del cibo.

Amanda gestisce una pratica privata di coaching sanitario, dove usa la sua esperienza personale e la sua formazione per aiutare gli altri a superare disturbi alimentari, problemi di immagine corporea e problemi alimentari disordinati.

Sul blog troverai consigli sulla salute, opinioni generali sulla vita e ricette di Amanda. Le sue ultime ricette includono brownies di patate dolci senza farina, scaglie di cioccolato, banana e muffin di avena e mirtilli e banane da colazione.

Visita il blog Running with Spoons.

Like this post? Please share to your friends: