Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

I batteri intestinali giocano un ruolo nel perché il cioccolato fondente è così buono per te

Mentre uno studio che proclama i benefici del cioccolato fondente è appena necessario per convincerci a mangiarlo, una nuova ricerca presentata ad una riunione dell’American Chemical Society può farci sentire meglio mangiando quel tartufo dopo pranzo. Sembra che i batteri nello stomaco mangiano il cioccolato e producono composti anti-infiammatori che sono benefici per il cuore.

I flavanoli – gli antiossidanti presenti in natura – sono abbondanti nei prodotti a base di cacao, ma fino ad ora gli scienziati non sono stati chiari su ciò che accade loro nel tratto gastrointestinale inferiore.

Ci sono stati molti benefici per la salute legati alla cioccolata, ma la ragione esatta per questi è sfuggita alla comunità medica per qualche tempo.

Per studiare gli effetti del cioccolato fondente sui batteri dello stomaco, i ricercatori della Louisiana State University hanno testato tre polveri di cacao utilizzando una serie di provette modificate, che hanno modellato un tratto digestivo umano. Dicono che il loro setup simulava la normale digestione.

Maria Moore, una delle ricercatrici, ci ricorda che per l’intestino ci sono “buoni” ragazzi e “cattivi” ragazzi – cioè batteri buoni e cattivi.

“I buoni microbi, come i batteri dell’acido lattico, si nutrono di cioccolato”, dice. “Quando mangi il cioccolato fondente, lo coltivano e lo fanno fermentare, producendo composti anti-infiammatori”.

Nel frattempo, i batteri “cattivi”, come e, sono legati all’infiammazione e possono causare gas, gonfiore, diarrea e costipazione.

Come mangiare il cioccolato fondente riduce i rischi di ictus

John Finley, PhD, che ha guidato lo studio, spiega che la polvere di cacao contiene composti di flavanolo di catechina ed epicatechina, nonché una piccola quantità di fibra alimentare.

Cioccolata che alletta donna

Sebbene entrambi siano scarsamente digeriti e assorbiti, i buoni microbi vanno a lavorare su di loro quando entrano nel colon.

Dopo aver sottoposto i materiali non digeribili alla fermentazione anaerobica, utilizzando batteri fecali umani nelle provette modificate, Finley afferma di aver osservato alcuni cambiamenti:

“Nel nostro studio abbiamo scoperto che la fibra è fermentata e che i grandi polimeri polifenolici sono metabolizzati in molecole più piccole, che sono più facilmente assorbite.Questi polimeri più piccoli mostrano attività anti-infiammatoria.”

Dice che quando questi composti riducono l’infiammazione del tessuto cardiovascolare, questo riduce il rischio di ictus.

Inoltre, mangiare i prebiotici – cibi non digeriti che sono utili per i buoni batteri intestinali – insieme alla fibra nel cacao potrebbe migliorare la salute generale convertendo i polifenoli nello stomaco in composti che agiscono da antinfiammatori, dicono i ricercatori.

I prebiotici si trovano naturalmente negli alimenti, come l’aglio crudo o la farina di grano integrale cotta, e sono anche disponibili come integratori alimentari.

Finley aggiunge:

“Quando ingerisci prebiotici, la benefica popolazione microbica dell’intestino aumenta e supera tutti i microbi indesiderabili nell’intestino, come quelli che causano problemi di stomaco”.

Suggerisce anche di combinare il cioccolato fondente con frutti solidi come melograni e acai per ulteriori benefici sulla salute, una raccomandazione medica che molti saranno felici di seguire.

Parlando, Finley ha detto che lui e il suo team hanno in programma di condurre studi clinici per confermare questi benefici e identificare specifici microbi che sono aumentati dagli effetti prebiotici.

Abbiamo recentemente riportato un altro studio che ha suggerito che il cioccolato fondente ha benefici cardiaci. I ricercatori di quel documento hanno suggerito che il trattamento scuro riduce il rischio di aterosclerosi, ripristinando la flessibilità delle arterie e impedendo ai globuli bianchi di attaccarsi alle pareti dei vasi sanguigni.

Like this post? Please share to your friends: