Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

I cereali integrali aumentano il metabolismo, possono aiutare a promuovere la perdita di peso

I grani interi hanno dimostrato di essere superiore nella dieta rispetto ai cereali raffinati, suggerisce una nuova ricerca pubblicata nel. I cereali integrali aumentavano la perdita di calorie diminuendo il numero di calorie trattenute durante la digestione e contemporaneamente accelerando il metabolismo.

[Riso integrale in una ciotola]

Ricerche precedenti hanno indicato che i cereali integrali e l’elevato apporto di fibre alimentari hanno molti benefici per la salute, come il controllo glicemico e la sensibilità all’insulina. Tuttavia, gli scienziati non sono stati in grado di concordare se i cereali integrali e le fibre aiutano a regolare il peso.

Il gruppo alimentare di cereali comprende riso, avena, grano e orzo. Mentre i cereali integrali contengono il chicco di grano intero e includono riso integrale, farina d’avena e farina integrale, i cereali raffinati sono amidi che vengono lavorati e macinati per rimuovere la crusca e il germe per prolungarne la durata. Esempi di cereali raffinati includono riso bianco, pane bianco e farina bianca.

La macinazione svuota l’amido delle fibre alimentari, ferro e vitamine del gruppo B. Sebbene il ferro e le vitamine del gruppo B possano essere aggiunte ai cereali raffinati, la fibra non viene spesso reintrodotta.

Nella nuova ricerca, gli investigatori hanno condotto uno studio di 8 settimane che comprendeva 81 uomini e donne di età compresa tra i 40 ei 65 anni. Tutto il cibo è stato fornito ai partecipanti nel corso dello studio e incluso cereali integrali o cereali raffinati. Ai partecipanti è stato chiesto solo di consumare il cibo fornito, restituire qualsiasi cibo non consumato e continuare con i normali livelli di attività fisica.

“Abbiamo fornito tutto il cibo per garantire che la composizione delle diete differisse solo nella fonte di cereali”, dice l’autore senior Susan B. Roberts, Ph.D., scienziato senior e direttore del Laboratorio di Metabolismo dell’Energia presso il Centro di ricerca sulla nutrizione umana dell’USDA su Invecchiamento.

Per le prime 2 settimane, tutti i partecipanti hanno mangiato lo stesso tipo di cibo e sono state determinate le esigenze caloriche di ciascun individuo. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a un gruppo che includeva cereali integrali o un gruppo con chicchi raffinati.

Le differenze tra la dieta integrale e quella a cereali raffinati erano per lo più a contenuto di grano e fibra. Il tipo di cibo, la struttura dei pasti e la composizione di energia e macronutrienti erano simili in entrambi i gruppi.

I ricercatori hanno confrontato gli effetti dei cereali integrali e dei cereali raffinati sul tasso metabolico a riposo e sulle perdite di energia fecale, oltre a quanto pieni o quanto afflitti i partecipanti. Le misure dello studio includevano peso, tasso metabolico, glicemia, calorie fecali, fame e pienezza.

Mangiare fibre in cereali integrali ha aumentato le calorie perse al giorno

I risultati hanno mostrato che il gruppo che ha mangiato cereali integrali aveva aumentato il tasso metabolico a riposo e le maggiori perdite fecali rispetto al gruppo di cereali raffinato. Inoltre, l’aumento delle perdite di energia fecale non era dovuto alla fibra extra, ma dall’effetto della fibra sulla digeribilità delle altre calorie alimentari.

I partecipanti che hanno consumato cereali integrali – una quantità che corrispondeva alla dose giornaliera raccomandata per la fibra – hanno perso quasi 100 calorie in più al giorno rispetto ai partecipanti che consumavano cereali raffinati senza molta fibra.

“Le calorie in eccesso perse da coloro che mangiavano cereali integrali equivalevano a una camminata di 30 minuti – o godevano ogni giorno di un piccolo biscotto extra in termini di impatto”, afferma Roberts.

I colleghi di Roberts comprendevano Phil J. Karl, Ph.D., primo autore dello studio, un alunno della Scuola di Nutrizione e politica di Friedman a Tufts, e uno scienziato nutrizionista presso l’Istituto di Ricerca sull’Esercito degli Stati Uniti di Medicina Ambientale di Natick , MA.

“Molti studi precedenti hanno suggerito benefici di cereali integrali e fibre alimentari sul rischio di malattia cronica.Questo studio aiuta a quantificare il funzionamento di cereali integrali e fibre a beneficio della gestione del peso e a dare credibilità alle associazioni precedentemente segnalate tra aumento di cereali integrali e consumo di fibre, inferiore peso corporeo e migliore salute. “

Phil J. Karl

Lo studio ha utilizzato prodotti disponibili in commercio che utilizzavano farina integrale. Il team ipotizza che l’utilizzo di alimenti con chicchi di cereali integrali possa influenzare ulteriormente il tasso metabolico e la perdita di fecali. Pienezza, fame e soddisfazione alimentare non sembrano differire in modo significativo tra le due diete.

Leggi come i cereali integrali potrebbero prolungare la durata della vita.

Like this post? Please share to your friends: