Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

I dieci rumori che odiamo di più

Un coltello che sfrega contro una bottiglia di vetro è il suono più sgradevole per la maggior parte degli esseri umani, ricercatori della Newcastle University e Wellcome Trust Center per Neuroimaging presso la UCL, entrambi in Inghilterra, riportati nel Journal of Neuroscience.

Quando l’attività tra le parti uditive ed emotive del cervello aumenta, può causare una sensazione di repulsione o disgusto a un suono, come in genere accade alla maggior parte di noi quando sentiamo qualcuno grattare gesso o le unghie su una lavagna.

Quando ascoltiamo suoni sgradevoli, la corteccia uditiva e l’amigdala interagiscono più intensamente e elaborano le emozioni negative. L’amigdala è una piccola parte del cervello a forma di mandorla che elabora le nostre emozioni e aggressività. Controlla anche le risposte di paura e forma i ricordi emotivi.

Gli scienziati hanno utilizzato l’imaging cerebrale per vedere cosa succede nel cervello quando siamo esposti a suoni spiacevoli. L’imaging ha mostrato che quando sentiamo qualcosa che non ci piace, l’amigdala diventa molto più attiva. Credono che elabori i dati dal nervo uditivo in modo tale da provocare una reazione negativa.

L’autore dello studio, il dottor Sukhbinder Kumar, ha detto: “sembra che ci sia qualcosa di molto primitivo. Si tratta di un possibile segnale di pericolo dall’amigdala alla corteccia uditiva”.

Il capo dello studio, il professor Tim Griffiths, dell’università di Newcastle, e colleghi hanno usato fMRI (risonanza magnetica funzionale) per scoprire come il cervello di 13 partecipanti ha risposto a una varietà di suoni diversi.

Un coltello che sfrega contro una bottiglia contro il suono dell’acqua ribollente

Gesso su una lavagna
Il terzo suono più sgradevole è stato il gesso su una lavagna – non c’è da meravigliarsi se la vita scolastica è stata così atroce! I volontari hanno ascoltato i suoni mentre erano all’interno dello scanner e li hanno classificati dal più spiacevole al più piacevole (almeno spiacevole). Il suono di un coltello che sfregava contro una bottiglia era il suono più odiato, mentre l’acqua bollente era considerata la più piacevole. Gli scienziati hanno studiato le risposte del cervello a ciascun tipo di rumore.

Sembrava esserci una correlazione tra il tipo di suono che i partecipanti sentivano e i livelli di attività nell’amigdala e nella corteccia uditiva – l’attività variava secondo le valutazioni dei suoni. Maggiore è l’attività, maggiore è la repulsione.

L’amigdala, che è la parte emotiva del cervello, sembra prendere il comando e modulare l’attività della parte uditiva del cervello, rendendo la nostra percezione di un rumore molto sgradevole ancora più peggio, rispetto a suoni piacevoli, come acqua bollente o applausi.

I suoni spiacevoli sono compresi tra 2.000 e 5.000 Hz

Dopo aver analizzato tutti i suoni che i partecipanti hanno gradito e odiato, e piazzandoli in ordine di spiacevolezza, i ricercatori hanno scoperto che i suoni sgradevoli tendono ad essere tra la gamma di frequenze da circa 2000 a 5000 Hz.

Il Dr. Kumar ha detto:

“Questa è la gamma di frequenza in cui le nostre orecchie sono più sensibili, anche se c’è ancora molto dibattito sul motivo per cui le nostre orecchie sono più sensibili in questa gamma, include suoni di urla che riteniamo intrinsecamente spiacevoli”.
Se riusciamo a capire meglio cosa succede nel cervello quando siamo esposti ai suoni, potremmo avere una visione più ampia di ciò che rende alcuni hanno una minore tolleranza del suono, come è il caso di molte persone con autismo, iperacusia (una riduzione del normale tolleranza per i suoni di tutti i giorni) e misofonia (un odio per il suono).

Gli scienziati sanno da molto tempo che l’esposizione a lungo termine a determinati suoni può influire sulla nostra salute mentale e fisica. Gli architetti arabi hanno progettato per secoli edifici con fontane e suoni di acqua gorgogliante. Un articolo pubblicato sull’European Heart Journal ha rivelato che l’esposizione a lungo termine al rumore del traffico aumenta il rischio di ictus.

Il professor Griffiths ha detto:

“Questo lavoro getta nuova luce sull’interazione dell’amigdala e della corteccia uditiva, che potrebbe essere una nuova incursione in disturbi emotivi e disturbi come l’acufene e l’emicrania in cui sembra esserci una percezione accresciuta degli aspetti spiacevoli dei suoni”.

I suoni più e meno sgradevoli

Ti piacerebbe testare le tue reazioni a questi suoni? Ecco i cinque suoni più sgradevoli dello studio …

1. Il suono peggiore: un coltello che sfrega contro una bottiglia.

2. Il secondo suono peggiore: una forchetta su un vetro.

3. Il terzo peggiore – gesso su una lavagna.

4. Un righello su una bottiglia.

5. Chiodi su una lavagna.

I prossimi cinque peggiori furono:

  • 6. Urlo femminile.
  • 7. Anglegrinder.
  • 8. Freni su un ciclo che strilla.
  • 9. Bambino che piange.
  • 10. Trapano elettrico.

I suoni più piacevoli (meno spiacevoli) erano:

  • 1. Applausi.
  • 2. Bambino che ride.
  • 3. Tuono.
  • 4. Acqua che scorre.

Per alleggerire i nervi dopo aver ascoltato i suoni sgradevoli, e per rimettere un sorriso sul tuo viso, la nostra clip audio finale è di un bambino che ride (il numero due nella lista dei suoni più piacevoli):

Scritto da Christian Nordqvist

Like this post? Please share to your friends: