Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

I gamberetti sono ricchi di colesterolo?

Mangiare gamberetti come parte di una dieta equilibrata non è solo sicuro, ma può offrire a una persona diversi nutrienti chiave.

I medici hanno precedentemente raccomandato di non mangiare gamberetti come parte di una dieta sana per il cuore, citando gli alti livelli di colesterolo.

Tuttavia, dopo anni di ricerca e una migliore comprensione di ciò che contribuisce alle malattie cardiache e al colesterolo più alto, gli scienziati ora considerano il consumo di gamberetti un’aggiunta eccellente a una dieta completa.

I gamberetti sono ricchi di colesterolo?

gamberetti su una griglia

Una porzione di gamberetti contiene 189 milligrammi di colesterolo, che si traducono in circa il 60% della quantità totale raccomandata di colesterolo al giorno.

Questo alto livello di colesterolo è stata la ragione per cui i medici erano soliti credere che i gamberi fossero dannosi per la salute del cuore.

Si pensava che i gamberi avrebbero aumentato i livelli di LDL, o “colesterolo cattivo” nelle persone, ma ora è noto che non è il caso.

I gamberetti possono effettivamente aumentare i livelli di HDL, o “colesterolo buono”, supportando così la salute del cuore.

Sono sicuri da mangiare per le persone con colesterolo alto?

I gamberetti sono ora generalmente considerati sicuri per le persone con colesterolo alto da mangiare. Contengono un numero di nutrienti utili.

Nonostante i livelli più alti di colesterolo, i gamberetti contengono grassi saturi minimi e nessun grasso trans. Sia i grassi trans che quelli saturi sono considerati fattori che aumentano il colesterolo cattivo.

Come parte di una dieta equilibrata, i gamberetti possono essere una buona aggiunta. Le persone che seguono una dieta rigida impostata da un medico o un dietista dovrebbero chiedere al loro fornitore prima di includere i gamberetti.

Cose da considerare quando si mangia gamberetti

Ciò che è più dannoso per il colesterolo e una dieta sana per il cuore non è tanto il gambero quanto il modo in cui è preparato.

Ecco alcuni suggerimenti e suggerimenti generali per preparare i gamberi ad essere il più possibile sani e bassi di colesterolo:

Fare:

  • cuocere, bollire, grigliare o cuocere con poco o nessun olio
  • condire con spezie, aglio ed erbe aromatiche
  • aggiungere il succo di limone

Non:

  • friggere, soffriggere nel burro o nell’olio
  • servire in una salsa cremosa o burrosa
  • aggiungere sale non necessario quando si cucina e si mangia
  • servire con carboidrati troppo elaborati come la pasta bianca

Controlla il sacchetto, la scatola o il reparto di pesce per sapere dove sono stati catturati o allevati i gamberetti. I gamberetti provenienti da allevamenti di altri paesi hanno spesso livelli più elevati di sostanze inquinanti a causa delle pratiche agricole non regolamentate.

Sfortunatamente, è difficile dire se il gamberetto che viene venduto provenga da una pratica agricola sicura o anche se sia stato catturato in natura. Sia i gamberetti allevati che quelli selvatici rischiano di contenere sostanze inquinanti, quindi cercate le etichette “coltivate in modo sostenibile” o “certificate MSC” che indicano scelte migliori.

Un’ultima considerazione per consumare gamberi è che è un noto allergene ad alcune persone. I gamberetti sono crostacei, quindi le persone allergiche ai crostacei dovrebbero evitare di mangiarle.

Nutrizione

gamberetto a forma di cuore

I gamberetti, come la maggior parte dei frutti di mare, offrono una varietà di nutrienti che sono raccomandati in qualsiasi dieta.

I gamberi sono naturalmente a basso contenuto di calorie, offrendo meno di 100 calorie per porzione. Inoltre, i gamberi sono a basso contenuto di grassi e ricchi di proteine.

Alcuni vantaggi aggiuntivi dei gamberetti includono:

  • Ottima fonte di selenio, un antiossidante che aiuta a ridurre i radicali liberi spesso responsabili dell’invecchiamento precoce e della malattia.
  • Grande fonte di vitamina B12 che aiuta con la creazione di globuli rossi tra gli altri benefici.
  • Buona fonte di fosforo che è essenziale per rimuovere i rifiuti e riparare tessuti e cellule.
  • Fornisce colina, rame e iodio alla dieta, che sono tutti necessari per le funzioni del corpo.
  • Fornisce inoltre astaxantina, un antiossidante che aiuta a ridurre l’infiammazione e combattere i segni dell’invecchiamento.

Gamberetti contro altri frutti di mare

I frutti di mare stanno ricevendo molte lodi da medici e dietologi che raccomandano di aggiungere regolarmente frutti di mare ad una dieta equilibrata. I gamberi, come molti molluschi e altre fonti di cibo trovate nel mare, sono ricchi di colesterolo. Questo non significa che sono necessariamente pericolosi per le persone a consumare regolarmente, tuttavia.

Altre opzioni di frutti di mare popolari possono offrire meno colesterolo e benefici per la salute simili. Qui ci sono alcune altre fonti di frutti di mare e come si confrontano con i gamberetti.

Granchio

La carne di granchio, come la maggior parte dei frutti di mare, è ricca di proteine ​​e povera di grassi e calorie. Il granchio contiene meno colesterolo e contiene un assortimento di vitamine.

Tuttavia, a differenza dei gamberetti, il granchio è naturalmente più alto nei livelli di sodio. Questo lo rende un po ‘una sfida per le persone con pressione alta.

aragosta

Una delle alternative più costose ai gamberi è l’aragosta. Questo mollusco ha un livello leggermente più alto di colesterolo rispetto ai gamberetti. Tuttavia, come i gamberetti, l’aragosta è anche a basso contenuto calorico, a basso contenuto di grassi saturi, ad alto contenuto di omega-3 e selenio, e ha circa 24 grammi di proteine ​​in un’unica porzione.

salmone

salmone

Il salmone è ricco di cuore sano omega-3. Il salmone ha anche un contenuto di grassi più elevato rispetto all’aragosta o al gamberetto. Il salmone ha meno colesterolo per porzione rispetto ai gamberetti.

Una porzione di salmone è anche ricca di proteine ​​e piena di vitamine del gruppo B, che aumentano l’energia e sostengono il metabolismo e un sistema nervoso sano.

Inoltre, il salmone è un’ottima fonte di potassio e fosforo, un nutriente che aiuta lo sviluppo delle ossa. Il potassio aiuta a regolare il cuore e la pressione sanguigna. Per i più nutrienti, cerca il salmone selvatico.

Ostriche, vongole e cozze

Questo gruppo di frutti di mare è pieno di sostanze nutritive come ferro, zinco, B12, fosforo, niacina e selenio. Le vongole aumentano il colesterolo buono e abbassano il colesterolo cattivo.

Sommario

Sebbene il gamberetto sia ricco di colesterolo, è ancora considerato una buona scelta per chiunque, anche per coloro che sono preoccupati per la loro salute cardiaca.

Le persone a dieta rigorosa dovrebbero parlare con il loro medico prima di aggiungere gamberetti nella loro dieta.

Tutte le persone dovrebbero considerare i potenziali rischi di acquisto di gamberi allevati in fattoria che potrebbero contenere più sostanze inquinanti rispetto ai gamberetti appena pescati.

Con moderazione, il consumo di gamberetti per la persona media può aggiungere molti nutrienti essenziali per il corpo umano.

Like this post? Please share to your friends: