Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

I sintomi del disturbo bipolare nelle donne

Il disturbo bipolare è una grave malattia mentale che comporta depressione e stati d’animo elevati. Gli alti sono noti come mania o ipomania, a seconda della loro gravità.

La condizione di solito inizia nella giovane età adulta, spesso tra l’adolescenza e gli anni ’30. Tende a durare per la vita.

Perché si verifica non è chiaro, ma ci possono essere fattori genetici in quanto può funzionare in famiglie.

Il disturbo bipolare colpisce allo stesso modo uomini e donne, ma ci sono prove che si presenta in modo diverso nelle donne rispetto agli uomini.

Disturbo bipolare negli uomini e nelle donne

Alcuni sintomi del disturbo bipolare sono gli stessi negli uomini e nelle donne, mentre altri possono essere specifici di genere.

[donna che guarda attraverso il vetro gelido]

I sintomi che appaiono in uomini e donne includono:

  • Umore alto o irritato
  • Più energia e maggiore attività guidata dall’obiettivo
  • Elevata autostima o grandiosità
  • Sonno ridotto
  • Molto più parlare del solito
  • Rapido flusso di parole e voli di idee o pensieri di corsa
  • Essere facilmente distratto
  • Impulso per i piaceri rischiosi, come lo shopping o il sesso, senza comprenderne le conseguenze

Il sintomo tipico della depressione negli uomini e nelle donne con disturbo bipolare è una forma grave di sensazione “bassa” o “bassa”. Alcune persone potrebbero perdere interesse per le cose, incluso mangiare, mentre altre potrebbero non essere in grado di svolgere attività quotidiane.

Altri sintomi della depressione includono sentirsi colpevoli senza una buona ragione e difficoltà a concentrarsi. Alcune persone hanno problemi a dormire o svegliarsi insolitamente presto.

Il modo in cui gli episodi di depressione e mania si alternano varia tra le persone. Alcuni possono avere sintomi prevalentemente depressivi, mentre altri provano più mania.

La ricerca ha suggerito che le donne con disturbo bipolare hanno più probabilità di avere episodi prevalentemente depressivi. Gli uomini hanno maggiori probabilità di sperimentare uno “stato misto” con depressione e mania che si verificano entrambi.

Poiché le donne hanno maggiori probabilità di andare dai loro medici con la depressione, è più probabile che le venga diagnosticata erroneamente la depressione. Se a una donna viene diagnosticato un disturbo bipolare, è probabile che sia bipolare II, il che significa che hanno sperimentato la depressione con alcuni episodi ipomaniacali.

Secondo la nuova edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, pubblicata dall’Associazione Psichiatrica Americana, una donna con disturbo bipolare II è più probabile che si alterni rapidamente tra gli episodi.

Il DSM-5 rileva inoltre che le donne con disturbo bipolare hanno maggiori probabilità di avere un rischio maggiore nel corso della vita di disturbo da consumo di alcol e un più alto tasso di disturbi alimentari durante la vita.

Rischio di suicidio nelle donne con disturbo bipolare

Un articolo pubblicato nel 2014 ha esaminato il rischio di tentato suicidio in persone con disturbo bipolare.

Gli autori hanno riscontrato differenze tra uomini e donne con questa condizione. Un predittore del rischio di suicidio negli uomini era l’uso di sostanze.

I predittori delle donne erano diversi. Hanno incluso:

  • Molti episodi misti, o con sintomi di depressione e mania allo stesso tempo, nel corso della vita
  • Problemi psichiatrici che iniziano prima nella vita
  • Un disturbo di personalità a fianco del disturbo bipolare
  • Avere problemi sociali

Una revisione delle prove pubblicate nel 2015 afferma che le donne con disturbo bipolare hanno tentato il suicidio più spesso rispetto agli uomini con la stessa condizione, e da 2 a 3 volte più spesso rispetto agli uomini nella popolazione generale.

Effetti della gravidanza e degli ormoni sessuali

Il parto può essere un trigger di episodi gravi per le donne con disturbo bipolare. Questi sono noti come episodi postpartum.

[la madre sembra depressa]

Uno studio pubblicato sulla rivista ha rilevato che il parto ha fortemente sollevato il rischio di un episodio grave.

Le donne che hanno partorito hanno 23 volte più probabilità di essere ricoverate in ospedale per gravi malattie mentali, incluso il disturbo bipolare, rispetto ad altre donne.

Lo stesso studio ha osservato che diventare un nuovo padre non comportava rischi maggiori per gravi malattie mentali.

Non è noto esattamente come il parto innesca un episodio bipolare. Possibili cause includono cambiamenti ormonali, disturbi del sonno e altri cambiamenti che seguono il parto.

Una donna con disturbo bipolare dovrebbe parlare al proprio medico circa l’impatto della gravidanza e gli effetti di qualsiasi farmaco.

mestruazione

Gli ormoni possono svolgere un ruolo nell’innescare un episodio bipolare dopo il parto e i sintomi dell’umore possono essere aggravati dal ciclo mestruale. Tuttavia, la prova di un collegamento è meno forte di quella del parto.

Gli ormoni presenti intorno al periodo delle mestruazioni possono leggermente alterare l’effetto del litio, un trattamento per il disturbo del trattamento bipolare, e questo può influenzare l’influenza del farmaco.

Il direttore della salute mentale delle donne al Brigham and Women’s Hospital, la dott.ssa Laura Miller, afferma in un articolo che la menopausa può avere anche un impatto.

Ormonali e altri cambiamenti nel periodo della menopausa significano che le donne di età compresa tra 45 e 55 anni hanno maggiori probabilità di sperimentare episodi depressivi.

Trattamento

Le donne che hanno il disturbo bipolare possono ricevere un trattamento diverso dagli uomini, secondo i risultati di uno studio su 7000 pazienti.

Lo studio del 2015, pubblicato nel, ha trovato significative differenze di genere nel trattamento clinico di routine dei disturbi bipolari in Svezia.

Le donne con disturbo bipolare avevano più probabilità di ricevere un trattamento antidepressivo rispetto agli uomini, ma gli uomini erano più probabilità rispetto alle donne di essere trattati con litio.

Le donne erano anche più propense degli uomini a ricevere un trattamento per il disturbo bipolare sotto forma di terapia elettroconvulsiva (ECT), lamotrigina, benzodiazepine e psicoterapia.

Poiché non c’erano ragioni cliniche per usare trattamenti diversi per genere, gli autori hanno concluso che i medici mostravano pregiudizi di genere.

L’articolo rileva che le donne in generale, non solo quelle con disturbo bipolare, hanno maggiori probabilità di ottenere antidepressivi e trattamenti di combinazione rispetto agli uomini.

Rischi di trattamento bipolare per le donne incinte

La gravidanza stessa non sembra influenzare il disturbo bipolare, ma alcuni dei trattamenti per il disturbo bipolare possono presentare un rischio per il nascituro.

Questi farmaci includono:

  • benzodiazepine
  • carbamazepina
  • lamotrigina
  • Litio
  • paroxetina
  • Valproate

Nei casi più gravi, può essere utilizzato l’ECT, ma questo è generalmente considerato un trattamento di “ultima istanza”.

Le donne con disturbo bipolare che stanno prendendo in considerazione la gravidanza dovrebbero discutere i loro piani di trattamento con il proprio medico. Alcune donne potrebbero preferire di interrompere i loro farmaci per la gravidanza, ma qualsiasi cambiamento nella terapia deve essere discusso anche con un medico.

Like this post? Please share to your friends: