Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Il caffè riduce l’appetito?

Milioni di noi non possono iniziare la giornata senza il nostro caffè. È una cosa così brutta? Secondo diversi studi, il caffè normale riduce il rischio di sviluppare diabete, malattie mentali, molti tumori e mortalità generale. Tuttavia, nessuno studio scientifico ha osservato se il caffè possa influenzare l’appetito.

Matt Schubert, un dottorato di ricerca candidato e professore associato Ben Desbrow, entrambi del Centre for Health Practice Innovation, Griffith University, Australia, hanno deciso di determinare quale effetto potrebbe avere il caffè sull’appetito.

Questa è la domanda che viene posta dal candidato al dottorato Matt Schubert e dal professore associato Ben Desbrow del Centro per l’innovazione della pratica clinica dell’Università Griffith.

Schubert ha detto:

“Aneddoticamente, la gente ha riferito di sentirsi meno affamati dopo aver consumato un caffè, e alcune persone preferiscono avere il caffè invece della colazione.

Tuttavia, quando osservi ciò che le persone accoppiano con i loro caffè in un ambiente da caffetteria, vedi il consumo di cibi ricchi di grassi e dolci. Quello che vogliamo esplorare è se c’è un effetto del caffè sulle preferenze alimentari e quali potrebbero essere le implicazioni per il controllo del peso. “
I ricercatori stanno attualmente conducendo quattro prove. Alcuni dei partecipanti ricevono due bevande al caffè – una durante la colazione e l’altra due ore dopo, mentre il resto consuma la mattina senza caffè o solo la caffeina.

Gli investigatori monitorano i volontari dalla colazione all’ora di pranzo (da 4 a 5 ore) e valutano regolarmente le loro percezioni di sazietà (pienezza), fame e desideri di determinati alimenti per esaminare le risposte dell’appetito.

Una piccola tazza di caffè
Il caffè sembra ridurre l’appetito Mentre enfatizza che le prove sono ancora in corso, Schubert spiega che il team ha finora osservato meno fame e una maggiore sensazione di pienezza tra coloro che hanno due caffè. “Una tendenza che non osserviamo con il caffè decaffeinato o la caffeina da sola per alcuni individui, questo può essere importante per il controllo del peso, poiché qualsiasi diminuzione dell’appetito potrebbe aiutare a ridurre l’assunzione di cibo”.

Se un individuo consuma meno energia mantenendo o aumentando il dispendio energetico attraverso l’attività fisica, questo potrebbe essere usato come una strategia per aiutare le persone a mantenere un peso corporeo desiderabile, secondo i ricercatori.

Schubert e Desbrow stanno attualmente reclutando partecipanti per lo studio in corso. Stanno cercando sani, non fumatori da 18 a 45 anni senza malattie croniche o diete speciali.

Il caffè può aiutarti a vivere più a lungo

I ricercatori della facoltà di medicina dell’Università di Atene ritengono che il caffè migliori la salute cardiovascolare e aumenti la longevità – il caffè greco bollito per la precisione. Le loro scoperte, che sono state pubblicate su Vascular Medicine (numero di marzo 2013), erano basate su osservazioni fatte tra i residenti di Ikaria, un’isola greca. Gli Ikarian affermano di avere la durata della vita più lunga del mondo.

Troppo caffè può farti sentire cose che non ci sono – una squadra dell’Università di La Trobe, in Australia, ha riportato in Personality and Individual Differences (numero di giugno 2011) che troppo caffè può scatenare allucinazioni uditive.

Il professor Simon Crowe e colleghi hanno selezionato a caso 92 volontari per uno stato di stress alto o basso e una condizione di caffeina alta o bassa. Hanno quindi ascoltato il rumore bianco e sono stati invitati a segnalare ogni volta che hanno ascoltato la canzone “White Christmas”. Gli umani sentono il rumore bianco come un suono confuso, contiene ogni frequenza entro il raggio della frequenza umana.

Una percentuale significativamente più alta di partecipanti con alti livelli di caffeina o stress elevato ha riferito di aver ascoltato la canzone del Natale Bianco, anche se non è mai stata suonata.

Il professor Crowe ha detto: “Esiste un legame tra alti livelli di stress e psicosi e la caffeina è stata trovata correlare con la predisposizione allucinatoria.La combinazione di caffeina e stress influenza la probabilità che un individuo abbia un sintomo simile alla psicosi”.

Scritto da Christian Nordqvist

Like this post? Please share to your friends: