Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Il cancro uccide più di 20 mila persone al giorno dice un rapporto globale

Un nuovo rapporto globale sul cancro condotto da un’organizzazione sanitaria leader negli Stati Uniti stima che il cancro ucciderà 7,6 milioni di persone in tutto il mondo quest’anno (circa 20.000 neoplasie al giorno) e più di 12 milioni di persone scopriranno di avere la malattia.

Il rapporto si chiama Global Cancer Facts and Figures 2007 ed è pubblicato dall’American Cancer Society.

Usando i dati del database Globocan 2002 compilato dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), il coautore del rapporto, il dott. Ahmedin Jemal, anepidemiologo dell’American Cancer Society, e colleghi, hanno mostrato che c’erano notevoli disparità nei tassi di cancro tra i mondo sviluppato e in via di sviluppo.

Jemal e colleghi stimano che 5,4 milioni di tumori e 2,9 milioni di decessi correlati al cancro saranno in paesi economicamente sviluppati, mentre nel mondo meno sviluppato ci saranno 6,7 milioni di casi e 4,7 milioni di morti.

L’infezione sembra avere un ruolo maggiore nell’incidenza del cancro nei paesi in via di sviluppo (26% di tutti i tumori), dove l’incidenza del tumore correlato alle infezioni è circa 3 volte superiore rispetto al mondo sviluppato (8% di tutti i tumori).

Inoltre, nelle nazioni meno sviluppate, tra gli uomini, i tumori più comunemente diagnosticati sono quelli dello stomaco, dei polmoni e del fegato, e per le donne, il cancro al seno, alla cervice e allo stomaco sono stati i più comunemente diagnosticati.

Nelle nazioni sviluppate, tra gli uomini, i tumori della prostata, del polmone e del colon-retto sono i più comunemente diagnosticati, e per le donne è il seno, il colon-retto e il polmone.

Nel mondo in via di sviluppo, l’infezione con i batteri Helicobacter pylori (H. pylori) è considerata la causa principale del cancro allo stomaco; l’infezione da papillomavirus umano (HPV) è considerata il principale fattore di rischio per il cancro cervicale; e le infezioni da epatite B e C, che il rapporto descrive come rampantina in Africa e nell’Asia orientale, sono considerate il principale collegamento al cancro del fegato.

Jemal e colleghi hanno affermato che la mancanza di prevenzione, la diagnosi precoce e le strutture di trattamento sono state probabilmente la ragione per cui il mondo meno sviluppato ha tassi di sopravvivenza del lowercancer.

Ad esempio, hanno citato il tasso di sopravvivenza a 5 anni per i bambini con cancro, che è circa il 75% in Europa e Nord America, ma solo il 48-62% in America centrale. Questo era anche basato sulle cifre IARC.

Il rapporto stima che se il crescente uso di prodotti del tabacco persiste nei paesi in via di sviluppo, entro il 2020 ci saranno 2 miliardi di fumatori nel mondo.

Nel 2000 ci sono stati 5 milioni di morti legate al fumo, di cui 1,42 di cancro, ha detto il rapporto.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), oltre l’80 per cento degli 1,3 miliardi di fumatori nel mondo vive nei paesi in via di sviluppo.

Ci sono 350 milioni di fumatori solo in Cina, più dell’intera popolazione degli Stati Uniti.

Complessivamente, il tabacco è stato responsabile di circa 100 milioni di morti in tutto il mondo nel 20 ° secolo e sarà responsabile di oltre 1 miliardo di morti nel mondo nel 21 ° secolo, hanno affermato gli autori del rapporto. La maggior parte delle morti avverrà nel mondo in via di sviluppo e gli autori sostengono che fermare la rapida diffusione del tabacco nei paesi in via di sviluppo dovrebbe essere una delle priorità mondiali per la salute.

Il peso del cancro è in aumento, ha detto Jemal, perché le nazioni in via di sviluppo stanno adottando sempre più uno stile di vita occidentale, caratterizzato da “fumo di sigaretta, consumo elevato di grassi saturi e cibi densi di calorie e attività fisica ridotta”.

Clicca qui per scaricare il report completo Dati e cifre del cancro globale 2007 (American Cancer Society).

Scritto da: Catharine Paddock

Like this post? Please share to your friends: