Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Il rischio di demenza è aumentato con supplementi di calcio in alcune donne

Supplementi di calcio possono aumentare il rischio di sviluppare demenza in donne anziane con malattia cerebrovascolare, trova uno studio pubblicato nella rivista medica dell’American Academy of Neurology.

[supplemento di calcio sul tavolo]

Le malattie cerebrovascolari sono condizioni causate da problemi che influenzano l’afflusso di sangue al cervello. I quattro tipi più comuni di malattia cerebrovascolare sono ictus, attacco ischemico transitorio (TIA), emorragia subaracnoidea e demenza vascolare.

Queste malattie sono la quinta causa di morte negli Stati Uniti e aumentano il rischio di sviluppare demenza.

“L’osteoporosi è un problema comune negli anziani, poiché la carenza di calcio contribuisce all’osteoporosi, si consiglia l’assunzione giornaliera di calcio da 1.000 a 1.200 mg. L’assunzione di questa quantità raccomandata attraverso la dieta da sola può essere difficile, quindi gli integratori di calcio sono ampiamente utilizzati” Silke Kern, MD, Ph.D. con l’Università di Göteborg in Svezia.

“Recentemente, tuttavia, l’uso di supplementi e il loro effetto sulla salute sono stati messi in discussione”, aggiunge.

I ricercatori hanno ipotizzato che l’integrazione di calcio sia associata ad un aumentato rischio di demenza e questa associazione è aumentata negli individui già compromessi dalla malattia cerebrovascolare ischemica.

Il team ha testato la loro teoria utilizzando una popolazione di donne anziane inizialmente prive di demenza. Un totale di 700 donne di età compresa tra 70 e 92 sono state coinvolte nell’analisi e sono state seguite per 5 anni.

I partecipanti hanno ricevuto test di memoria e capacità di pensiero all’inizio e alla fine dello studio, e una scansione cerebrale CT è stata eseguita su 447 partecipanti all’inizio della ricerca.

Inoltre, è stato esaminato l’uso di supplementi di calcio da parte dei partecipanti e se hanno ricevuto una diagnosi di demenza per tutta la durata dello studio.

L’uso di calcio nei pazienti con ictus ha aumentato il rischio di demenza di sette volte

All’inizio dell’indagine, un totale di 98 donne stavano assumendo integratori di calcio. La storia di ictus è stata osservata in 54 individui all’inizio dello studio e altre 54 donne hanno avuto un ictus, mentre 59 donne hanno sviluppato demenza durante il follow-up dello studio.

Delle donne che hanno ricevuto le scansioni CT, il 71% ha avuto lesioni nella sostanza bianca – un marker per la malattia cerebrovascolare – del loro cervello.

I risultati dello studio hanno dimostrato che, rispetto alle donne che non assumono integratori di calcio, le donne che assumono integratori di calcio hanno il doppio delle probabilità di sviluppare demenza. Tuttavia, l’aumento del rischio è stato osservato solo nelle donne con malattia cerebrovascolare.

Inoltre, le donne con una storia di ictus che hanno anche assunto integratori di calcio hanno sette volte più probabilità di sviluppare demenza rispetto alle donne con una storia di ictus che non hanno aggiunto calcio.

I partecipanti che hanno avuto lesioni alla sostanza bianca e hanno assunto integratori di calcio hanno avuto un rischio tre volte maggiore di sviluppare demenza, rispetto alle donne con lesioni della sostanza bianca e nessuna supplementazione di calcio.

Le donne senza una storia di ictus e le donne senza lesioni della sostanza bianca non hanno avuto un maggiore rischio di demenza durante l’assunzione di supplementi di calcio.

Alimenti contenenti calcio sicuro, protettivo contro i problemi vascolari

Complessivamente, su 98 donne che hanno integrato il calcio, 14 di loro (14%) hanno sviluppato demenza, rispetto a 45 su 602 donne (8%) che non hanno assunto integratori di calcio.

Delle donne con una storia di ictus che hanno assunto integratori di calcio, 6 su 15 hanno sviluppato demenza, rispetto a 12 su 93 donne con una storia di ictus che non hanno assunto integratori.

Tra le 83 donne che hanno assunto integratori di calcio senza storia di ictus, 18 di loro hanno sviluppato demenza, rispetto a 33 su 509 che non hanno assunto integratori.

“È importante notare che il nostro studio è osservativo, quindi non possiamo assumere che i supplementi di calcio causino la demenza”.

Silke Kern, M.D., Ph.D.

Kern ha anche ammonito che la natura limitata dello studio significa che i risultati non possono essere generalizzati alla popolazione complessiva; pertanto, è necessario condurre ulteriori studi per confermare i risultati.

Anche se questi risultati sono stati osservati negli integratori di calcio, il calcio dagli alimenti influenza il corpo in modo diverso rispetto agli integratori di calcio e si suggerisce che sia sicuro e persino protettivo contro i problemi vascolari, conclude Kern.

Leggi come un maggiore apporto di calcio può proteggere le persone anziane dalla CVD ma non da ictus e fratture.

Like this post? Please share to your friends: