Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Il sollevamento pesante e il lavoro a turni possono avere un impatto negativo sulla fertilità delle donne

Le donne che hanno un lavoro fisicamente impegnativo possono sperimentare una diminuzione della fertilità, trovano nuove ricerche da Harvard T.H. Chan School of Public Health. Gli orari di lavoro che non rientrano nei normali orari di ufficio diurni possono anche ridurre la capacità di concepire di una donna.

[Donna che trasporta scatole pesanti]

Lidia Mínguez-Alarcón, ricercatrice presso il Dipartimento di salute ambientale di T.H. La Chan School of Public Health di Boston, MA, è stata l’autore principale della ricerca e ha lavorato al fianco di Audrey Gaskins, ricercatrice associata presso il Dipartimento di Nutrizione, tra gli altri ricercatori. Lo studio è stato pubblicato nel

“Il nostro studio suggerisce che le donne che stanno pianificando una gravidanza dovrebbero essere consapevoli dei potenziali impatti negativi che il turno non giornaliero e il sollevamento pesante potrebbero avere sulla loro salute riproduttiva”, dice Mínguez-Alarcón.

Studi precedenti hanno trovato una relazione tra fattori che riguardano l’occupazione e la fertilità. Questi fattori sono stati descritti per avere un effetto sui risultati, tra cui quanto tempo le donne hanno preso a rimanere incinta e se potevano portare la gravidanza fino alla loro data di scadenza.

Tuttavia, tali studi non hanno misurato i biomarcatori della fertilità come la funzione ovarica e i livelli di ormoni riproduttivi. I ricercatori dicono che il nuovo studio è uno dei primi a valutare se i fattori del lavoro influenzano la capacità biologica di una donna di avere un bambino.

Effetto dei fattori occupazionali sulla fertilità delle donne valutato

La nuova ricerca si è concentrata sulle donne che necessitavano di trattamento per problemi di fertilità. Ciò ha permesso agli investigatori di misurare biomarker di fertilità che non potevano essere misurati in donne che stavano tentando di concepire in modo naturale.

Mínguez-Alarcón e colleghi hanno esaminato gli indicatori di “riserva ovarica” ​​in 473 donne che hanno cercato trattamenti per l’infertilità al Massachusetts General Hospital. La riserva ovarica è la quantità di uova rimanenti e il livello di ormone follicolo-stimolante (FSH) che aumenta come una donna invecchia e rappresenta la fertilità in declino.

Inoltre, il team ha osservato “risposta ovarica” ​​nel 313 delle donne che avevano completato almeno un ciclo di fecondazione in vitro. La risposta ovarica è il numero di uova mature che sono in grado di svilupparsi in embrioni sani.

Alle donne sono state poste domande sulle richieste fisiche e gli orari di lavoro dei loro lavori ei ricercatori hanno analizzato le associazioni tra questi fattori e i biomarcatori di riserva ovarica e risposta ovarica. Sono state anche poste domande sulle attività fisiche e sedentarie che si sono verificate durante il tempo libero delle donne.

Quattro donne su 10 hanno dichiarato di dover sollevare regolarmente oggetti pesanti come parte del loro lavoro. Circa 1 su 4 delle donne ha risposto che il loro lavoro richiedeva da moderatamente a molto fisicamente. Circa il 91% delle donne ha lavorato regolarmente durante l’orario di lavoro diurno.

Le donne facevano parte dello studio EARTH in corso che esplora come fattori ambientali e dietetici influenzano la fertilità. I partecipanti avevano un’età media di 35 anni e un BMI medio di 23 anni.

Sollevamento di carichi pesanti legati a riserve di uova inferiori, meno uova mature

I risultati hanno mostrato che il sollevamento regolare di oggetti pesanti non ha avuto alcun effetto sui livelli di FSH. Tuttavia, rispetto alle donne che raramente sollevavano carichi pesanti, le donne con lavori fisicamente impegnativi avevano una riserva di uova inferiore.

In media, le donne che lavoravano ai turni avevano meno uova mature rispetto alle donne che lavoravano regolarmente. Inoltre, le donne che lavoravano a turni di sera e durante la notte avevano ancora meno uova mature. I ricercatori suggeriscono che i turni serali e notturni influenzano il conteggio delle uova mature a causa della rottura dell’orologio corporeo interno.

Tra le donne sottoposte a cicli di fecondazione in vitro, le donne che avevano un lavoro fisicamente impegnativo avevano una riserva di uova inferiore dell’8,8 per cento e un 14,1 per cento in meno di uova mature rispetto alle donne il cui lavoro non richiedeva un sollevamento pesante.

Le differenze nella riserva ovarica e nella risposta ovarica nelle donne con e senza occupazioni fisicamente impegnative erano ancora maggiori tra le donne il cui lavoro richiedeva loro di lavorare a turni di sera, di notte o in turni di rotazione.

La diminuzione della fertilità è stata particolarmente significativa tra le donne sovrappeso e obese che hanno sollevato carichi pesanti sul lavoro, rispetto alle donne dello stesso peso e alle donne magre che non facevano sollevamento pesante come parte della loro occupazione.

“Il nostro studio è il primo a dimostrare che il sollevamento professionale e i turni non giornalieri possono influenzare negativamente la produzione e la qualità delle uova piuttosto che accelerare l’invecchiamento ovarico, ma è necessario un lavoro futuro per determinare se la produzione e la qualità delle uova possono essere migliorate, e se sì, quanto velocemente, se queste esposizioni lavorative sono evitate. “

Audrey Gaskins

Poiché lo studio è osservativo, non è possibile trarre conclusioni su causa ed effetto. Inoltre, il team non è stato in grado di valutare l’impatto di altri fattori influenti, come ad esempio lavorare a lungo e cambiare tra turni diurni e notturni.

Scopri come la liquirizia può ridurre la fertilità nelle donne.

Like this post? Please share to your friends: