Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Il sonno interrotto influisce sull’umore più della mancanza di sonno, lo studio rileva

Dopo una brutta notte di sonno, è improbabile che tu sia nel migliore dei modi. Ma secondo un nuovo studio, il tuo cattivo umore potrebbe essere dovuto alla mancanza di sonno di qualità, piuttosto che alla mancanza di quantità.

[Un uomo svegliato dal suo allarme]

Pubblicato nella rivista, lo studio ha rilevato che le persone il cui sonno è stato interrotto di frequente per 3 notti consecutive hanno riportato uno stato d’animo significativamente peggiore rispetto a quelli che hanno dormito meno a causa di andare a dormire in seguito.

Patrick Finan, un assistente professore di psichiatria e scienze comportamentali alla Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, Maryland, e colleghi dicono che i loro risultati indicano che l’interruzione del sonno è più dannosa per l’umore della mancanza di sonno, che potrebbe far luce sul associazione tra depressione e insonnia.

Secondo la National Sleep Foundation, gli adulti di età compresa tra i 18 ei 64 anni dovrebbero mirare a ottenere circa 7-9 ore di sonno ogni notte, mentre quelli di età compresa tra 65 e più anziani dovrebbero ottenere circa 7-8 ore di sonno notturno. La Fondazione afferma che dormire abbastanza può aiutare a rafforzare il sistema immunitario, la produttività e l’umore.

Ma sempre più spesso gli studi dimostrano che la qualità del sonno è importante quanto la durata del sonno. “Quando il sonno è interrotto per tutta la notte, non hai l’opportunità di progredire attraverso le fasi del sonno per ottenere la quantità di sonno ad onde lente che è la chiave per la sensazione di restauro”, osserva Finan.

Il sonno interrotto ha portato a una riduzione del 31% dell’umore positivo

Finan e colleghi hanno dimostrato l’effetto del sonno interrotto sull’umore nel loro studio su 62 uomini e donne sani che, per 3 sere consecutive in una clinica, sono stati randomizzati a una delle tre condizioni di sonno.

Un gruppo aveva il sonno ininterrotto ogni notte, un gruppo aveva ritardato l’ora di andare a letto, mentre il gruppo rimanente veniva deliberatamente risvegliato otto volte durante il sonno ogni notte.

Le fasi del sonno di ciascun soggetto sono state monitorate mediante polisonnografia, che registra le onde cerebrali, i livelli di ossigeno nel sangue, la respirazione, la frequenza cardiaca e i movimenti degli occhi e delle gambe durante il sonno.

Alla fine di ogni serata, ai partecipanti è stato chiesto di riferire quanto fortemente sentissero emozioni positive o negative, come rabbia o allegria, che i ricercatori hanno valutato per determinare il loro stato d’animo.

Mentre non ci sono state differenze di umore tra i gruppi dopo la prima notte, i partecipanti al gruppo di sonno interrotto hanno subito una riduzione del 31% dell’umore positivo dopo la seconda notte, mentre quelli del gruppo di sonno in ritardo hanno avuto una riduzione del 12% dell’umore positivo. Queste riduzioni persistono dopo la terza notte.

Il team dice che non ci sono state differenze significative nell’umore negativo tra il gruppo di sonno in ritardo e il gruppo di sonno interrotto in uno qualsiasi dei 3 giorni, indicando che il sonno interrotto ha un impatto più negativo sull’umore positivo.

Il sonno a onde lente può spiegare il collegamento tra insonnia e depressione

Nel valutare i risultati della polisonnografia nelle 3 notti, i ricercatori hanno scoperto che il gruppo di sonno interrotto ha avuto periodi più brevi di sonno ad onde lente, o sonno profondo – la fase del sonno che è ritenuta importante per la riparazione e la manutenzione del corpo – rispetto al gruppo di sonno in ritardo.

Fatti veloci sull’insonnia

  • L’insonnia è quando una persona ha difficoltà ad addormentarsi, a mantenere il sonno o spesso si risveglia durante il sonno
  • L’insonnia è considerata un disturbo solo quando causa angoscia o angoscia significativa o quando si verifica una riduzione della durata diurna
  • Si stima che circa l’1% dei bambini e il 7% degli adolescenti negli Stati Uniti soffra di insonnia.

Scopri di più sull’insonnia

Inoltre, il team ha scoperto che questa mancanza di sonno ad onde lente tra il gruppo di sonno interrotto era significativamente associata alla riduzione dell’umore positivo e che il sonno disturbato influiva su alcuni aspetti dell’umore positivo, tra cui cordialità e sentimenti di comprensione.

Il team crede che i loro risultati aiutino a spiegare perché molte persone con insonnia cronica – un disturbo del sonno che colpisce circa il 10% della popolazione degli Stati Uniti – soffrono di depressione; potrebbe essere dovuto a quantità insufficienti di sonno ad onde lente.

“Molte persone con insonnia raggiungono il sonno durante gli attacchi e iniziano tutta la notte, e non hanno l’esperienza del sonno ristoratore”, spiega Finan. “Puoi immaginare il momento difficile in cui le persone con disturbi cronici del sonno hanno ripetutamente non raggiunto il sonno profondo.”

Egli osserva, tuttavia, che sono necessari ulteriori studi per ottenere una migliore comprensione delle fasi del sonno vissute da persone con insonnia.

Il mese scorso, è stato riportato uno studio che suggeriva che gli adulti potevano avere solo 6,5 ore di sonno ogni notte.

Like this post? Please share to your friends: